Rivisto in rialzo a +3,3% Pil Usa III trimestre, bene profitti aziende

Il dato è in linea con lee previsioni degli analisti. Il Pil era salito dell'1,4% nel primo trimestre e del 3,1% del secondo. Il primo semestre è stato il migliore dal 2014.

L'economia americana è cresciuta nel terzo trimestre a passo più rapido rispetto alle aspettative e i profitti aziendali hanno riguadagnato slancio nel corso dei mesi estivi. E' quanto emerge dalla lettura intermedia del dato diffuso dal dipartimento al Commercio americano, secondo cui il Pil è cresciuto del 3,3%, rivisto al rialzo rispetto al 3% della lettura preliminare.

Il dato è in linea con lee previsioni degli analisti, che attendevano appunto una crescita del 3,3%. Il Pil era salito dell'1,4% nel primo trimestre e del 3,1% del secondo. Il primo semestre è stato il migliore dal 2014.

L'espansione economica negli Stati Uniti è cominciata a luglio 2009 ed è entrata nel suo nono anno, la terza serie migliore nella storia americana dopo quelle degli anni Sessanta e Novanta. Tuttavia, la crescita non è delle più solide viste nella storia economica americana: rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso il rialzo del Pil è del 2,3%, tra i valori peggiori dal 1949, nonostante il calo del tasso di disoccupazione.

Il presidente americano Donald Trump si è impegnato a portare l'economia a una crescita almeno pari al 3%, ma secondo le stime di Macroeconomic Advisers si attesterà nel quarto trimestre al 2,5% e al di sotto del 3% nell'intero anno. Sono tutti elementi che la Federal Reserve terrà in considerazione durante la riunione del 12-13 dicembre, quando dovrà decidere se alzare o meno il costo del denaro per la terza volta nel 2017, come atteso dagli analisti.

Insieme ai dati sul Pil, sono arrivate le prime indicazioni sui profitti aziendali: al netto delle tasse, escludendo la valutazione delle scorte e gli aggiustamenti in conto capitale, sono cresciuti del 4,9% nel terzo trimestre rispetto al periodo precedente, dopo esser calati del 2% nel secondo trimestre. Rispetto al terzo trimestre 2016 i profitti aziendali sono in aumento del 10%.

Tornando ai numeri sulla crescita dell'economia, a fare da traino sono stati gli investimenti aziendali e delle spese per consumi. Queste ultime sono cresciute del 2,3%, un dato comunque solido, seppure più basso del 2,4% della stima preliminare e rispetto al +3,3% del secondo trimestre.

Per quanto riguarda le spese in conto capitale delle aziende, gli investimenti fissi non residenziali sono saliti del 4,7% nel terzo trimestre, rivisto al rialzo dal +3,9% della prima stima e dopo il +6,7% dei tre mesi precedenti. Gli investimenti residenziali a reddito fisso sono calati del 5,1%, meno del -6% della lettura preliminare. Le esportazioni nette hanno contribuito per 0,43 punti percentuali al rialzo del Pil, mentre le scorte private hanno aggiunto 0,80 punti percentuali.

Altri Servizi

Trump: pronto a dazi su tutto l'import cinese, pari a 505 miliardi

Il presidente Usa minaccia Pechino in un'intervista alla Cnbc

Il presidente Donald Trump ha dichiarato di essere pronto a imporre dazi su tutti i prodotti cinesi importati negli Stati Uniti, pari a 505,5 miliardi di dollari nel 2017. "Sono pronto ad arrivare a 500" ha detto, durante un'intervista in onda questa mattina sulla Cnbc, riferendosi appunto al valore di tutte le importazioni dalla Cina dello scorso anno, secondo i dati del Census Bureau; le esportazioni statunitensi in Cina, invece, sono state pari a 129,9 miliardi di dollari. Finora, i dazi statunitensi sono stati imposti solo su prodotti cinesi del valore di 34 miliardi, a cui la Cina ha risposto con dazi su prodotti statunitensi.

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

"Io e Putin ci incontreremo spesso, in futuro. Sono state ore molto costruttive". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo russo, Vladimir Putin, organizzata dopo il loro bilaterale al palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Secondo Trump, il summit odierno "è solo l'inizio".

L'ultimo Blockbuster d'America

Si trova a 120 chilometri da Portland, in Oregon. Tra poco - quando chiuderanno i due negozi dell'Alaska - rimarrà solo.

Il negozio Blockbuster a Bend, in Oregon, ha una strategia chiara: vuole resistere e fare da argine all'espansione dei servizi di streaming digitale come Netflix e HBO, che permettono ai clienti di non alzarsi dal divano per vedere un film. Ma è rimasto solo.

Mnuchin: Usa pronti a togliere le sanzioni al gigante russo Rusal

Il secondo produttore al mondo di alluminio colpito per 'colpa' di Deripaska, il tycoon vicino a Putin coinvolto nelle indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi

Duck boat, una trappola mortale per turisti

La morte di 13 persone in un incidente nel 1999 portò alla pubblicazione di una serie di raccomandazioni per gli operatori sulla sicurezza. Ma poco è cambiato, fino all'incidente di giovedì notte, in cui sono morte 17 persone
Ap

Gli Usa dicono no al referendum nell'Ucraina orientale e stanziano 200 milioni in aiuti per la difesa di Kiev

Putin aveva chiesto a Trump il sostegno per l'organizzazione di un voto nelle regioni separatiste, ma Washington ha respinto l'ipotesi. Gli Stati Uniti, invece, continuano ad appoggiare il governo centrale

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"

Wall Street, pesano i nuovi dazi minacciati da Trump

Il presidente Usa è tornato poi ad attaccare l'Unione europea e a criticare la Fed
iStock