"Rumore di acque", a New York sbarcano le voci da Lampedusa

Fino al 16 febbraio Il teatro delle Albe è in scena allo storico teatro La MaMA nell'East Village, il 18 andrà in New Jersey

Numeri difficili da leggere, recitati come parole vuote, senza un significato se non estetico, musicale e visivo. Sono le cifre di chi si imbarca dalle coste africane per Lampedusa, di chi muore seppellito nel Mediterraneo. Le percentuali di chi arriva a terra, di chi scopre quello a cui dovrà andare incontro. E poi ci sono le storie. I racconti che danno un nome ai numeri, Jasmine, Jean Baptiste... Storie che in fondo tutti noi conosciamo e che diventano vere - uno schiaffo - nel momento in cui vengono raccontate. E c'è il mare. L'acqua del Mediterraneo che lava i cervelli di noi pesci, più o meno buoni, più o meno squali, che assistiamo a tragedie senza essere in grado di affrontarle. Che continuiamo a nuotare, senza in fondo preoccuparcene.

E' questo "Rumore di acque", lo spettacolo del teatro delle Albe di Ravenna - una compagnia che 30 anni porta nel mondo il teatro italiano d'avanguardia - sbarcato questo mese a New York. Un monologo di Marco Martinelli dedicato alle vittime della tratta moderna degli schiavi e interpretato da Alessandro Renda. Un insulto all'indifferenza accompagnato dalla musica dei fratelli siciliani Enzo e Lorenzo Mancuso, il duo di polinstrumentisti ormai celebre per le sperimentazioni basate sulla tradizione musicale siciliana.

Lo spettacolo è in scena fino al 16 febbraio allo storico teatro La MaMa di Manhattan, nel cuore dell'East Village, ma verrà replicato il 18 febbraio anche alla Montclair State University, in New Jersey, dove i fratelli Mancuso terranno anche un workshop. La compagnia teatrale, che dagli anni Novanta organizza laboratori per gli studenti nell'ambito del suo progetto sperimentale di non-scuola, in questo mese ha infatti offerto dei workshop anche ai ragazzi delle scuole di New York e dintorni. 

"Rumore è un lavoro a più voci. Il testo di Martinelli, carico di echi letterari da Dante a Melville e Coleridge, gioca con sapienza sul necessario passaggio dal contare a raccontare i morti, una scelta etica e poetica interpretata con grande incisivita' dalla voce tagliente di Alessandro Renda, che diventa riflessione sul traffico degli umani nel corso dei secoli", ha spiegato Teresa Fiore, docente alla Montclair State University che si occupa di migrazioni da e verso l'Italia in ambito culturale.

"La musica dei Mancuso canta i morti - ha aggiunto Fiore - la loro lirica tensione verso il suono puro, sganciato dalla parola, riesce a dar voce a chi è sprofondato nel mare dell'oblio, ma che con il loro prezioso canto continua a parlarci fin nelle viscere".

Altri Servizi

Sanzioni all'Iran, gli Usa non concederanno esenzioni alle società europee

Washington respinge la richiesta di Regno Unito, Francia e Germania. "Faremo una pressione finanziaria senza precedenti sul regime iraniano"

Gli Stati Uniti hanno respinto l'appello di Regno Unito, Francia e Germania, che chiedevano ampie esenzioni alle aziende europee per fare affari con l'Iran, e andranno avanti con la loro volontà di imporre sanzioni per esercitare pressioni economiche "senza precedenti" sul regime di Teheran. Lo hanno detto funzionari statunitensi ed europei a Nbc News.

Vertice Nato, Trump: sull’energia la Germania è “prigioniera” della Russia. Poi assicura: "Rapporto eccezionale" con Berlino

Bilaterale tra il presidente Usa e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per provare a dissipare le tensioni
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha assicurato di avere "dei rapporti molto buoni" con la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante il summit della Nato, a Bruxelles. Trump aveva attaccato la Germania, questa mattina, affermando che Berlino "è prigioniera" della Russia e non contribuisce sufficientemente agli sforzi militari della Nato. Merkel aveva risposto che la Germania prende le sue decisioni in modo "indipendente".

Migranti, l'amministrazione Trump accelera per riunire 2.551 bambini ai genitori

Separati come conseguenza della 'tolleranza zero' al confine nei confronti degli irregolari
Immigration and Customs Enforcement

L'amministrazione Trump ha annunciato che riunirà ai genitori i 2.551 bambini migranti separati nelle passate settimane - dopo aver oltrepassato irregolarmente il confine tra Messico e Stati Uniti -in ottemperanza dell'ordine di un tribunale federale di farlo entro il 26 luglio. Lo riporta Politico.

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Dalle ingerenze russe nelle elezioni Usa alla Siria: i temi sul tavolo del vertice Trump-Putin

L'incontro di lunedì 16 luglio, a Helsinki, avrà al centro delle discussioni anche l'Ucraina e la corsa agli armamenti
Ap

Quattro questioni saranno probabilmente al centro del summit di Helsinki di lunedì 16 luglio tra Donald Trump e Vladimir Putin: le ingerenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2016, l'Ucraina, la Siria e le armi nucleari. Le delegazioni statunitense e russa hanno fatto, finora, pochi progressi su ciascun argomento. Secondo Stephen Sestanovich del Council on Foreign Relations, però, ci sono buoni motivi per pensare che una o entrambe le parti approcceranno queste questioni in modo nuovo.

Vertice Nato, Trump chiede agli alleati un nuovo obiettivo: il 4% del Pil alla difesa

Gli alleati faticano ad avvicinarsi al 2%, come promesso nel 2014 (entro 10 anni)
Ap

Vertice Nato,Trump chiede nuovo obiettivo: 4% Pil alla difesa Lo ha riferito il presidente bulgaro New York, 11 lug - Il presidente statunitense, Donald Trump, ha formalmente chiesto agli alleati della Nato di alzare al 4% la percentuale del Pil da dedicare alle spese per la difesa, nonostante la maggior parte degli alleati sia ancora lontana dall'obiettivo del 2%, fissato nel 2014 per il 2024. A renderlo noto è stato il presidente bulgaro, Rumen Radev.

Messico, la prossima crisi arriverà da Sud

Il presidente eletto Lopez Obrador potrebbe entrare in contrasto con Donald Trump sull'immigrazione. Il rischio è che ne esca perdente
iStock

Dopo la vittoria di Andres Manuel Lopez Obrador alle elezioni presidenziali messicane, i mercati si sono concentrati sulle prospettive economiche di un Paese che rischia la crisi finanziaria. Eppure, il primo e più grande problema della futura amministrazione, in carica dal primo dicembre, potrebbe essere l'immigrazione dall'America Centrale, come scritto da Shannon O'Neil, senior fellow per gli Studi sull'America Latina del Council on Foreign Relations.

Amazon non riesce a limitare prodotti razzisti e suprematisti

Insieme a musica e libri neo-nazisti. Lo denuncia uno studio di due non profit americane

Su Amazon è possibile comprare prodotti con simboli del suprematismo bianco, come una collana di svastiche, una tutina da neonato con una croce infuocata e uno zaino da bambino con un meme neo-nazista. Tutto questo è contro le politiche del colosso americano e un rapporto segnala come Amazon non riesca a fare nulla per fermare la vendita di questi prodotti.

Russiagate, Mueller incrimina 12 agenti dell'intelligence russa

Le accuse sono state mosse a tre giorni dall'incontro tra il presidente statunitense, Donald Trump, e l'omologo russo, Vladimir Putin
AP

Trump a May: su Brexit fate come volete, basta che poi facciamo affari

Solito show del presidente Usa nella conferenza stampa con la premier del Regno Unito. Smentisce le critiche e definisce la sua intervista al Sun una 'Fake News'
AP