A San Francisco, il Winter Fancy Food torna a parlare italiano

Cinquantaquattro aziende e oltre 900 metri quadrati di superficie. Sono queste le dimensioni del Padiglione Italia all'evento commerciale dedicato alle specialità alimentari nella costa occidentale statunitense

Cinquantaquattro aziende e oltre 900 metri quadrati di superficie. Sono queste le dimensioni del Padiglione Italia all’interno Winter Fancy Food 2018 in pieno svolgimento al Moscone Center di San Francisco (California). Da ieri fino a domani, nell'ambito del più grande evento commerciale dedicato alle specialità alimentari della costa occidentale statunitense il mondo della distribuzione di qualità si è dato appuntamento là per il suo annuale incontro con gli operatori del settore.

Sotto la bandiera "The Extraordinary Italian Taste", aziende alimentari provenienti da quasi tutte le regioni d'Italia stanno presentando il meglio della pasta, dei formaggi, dell’olio d'oliva, dei salumi e di molto altro ancora, al mondo della grande distribuzione, del commercio al dettaglio e della ristorazione. L’obiettivo è raggiungere i consumatori americani con l'autenticità tipica dei prodotti italiani. Grande soddisfazione da parte degli espositori, presi letteralmente d’assalto da buyer e addetti ai lavori. Boom di presenze per il lounge Italia, con i suoi cooking show.

"Siamo lieti di avere l'Italia come nostro partner principale per il Winter Fancy Food Show", ha detto Phil Kafarakis, presidente della Specialty Food Association, proprietario e produttore dello show. "I consumatori americani oggi sono alla ricerca di cibi autentici con gusto e qualità eccezionale, qualità messe in evidenza dalle aziende italiane che stanno presentando prodotti eccezionali provenienti da tutte le loro regioni”.

Maurizio Forte, direttore dell’Agenzia ICE di New York e Coordinatore della rete Usa, ha spiegato che "in questa edizione del Winter del Fancy Food, l’Agenzia ICE di New York ha invitato 15 tra buyer e importatori dalla East Coast e dal Midwest per incrementare le opportunità di incontro commerciale per le 54 aziende presenti nel Padiglione Italia, ancora una volta il più grande fra le presenze estere". Per lui si tratta di una "scelta ben precisa finalizzata a migliorare la connessione tra le aziende italiane presenti alla fiera e alcuni dinamici operatori statunitensi, accuratamente selezionati, in quanto interessati a nuovi prodotti e nuove partnership".

Forte ha segnalato il continuo incremento dell'export italiano di Food & Beverage verso gli Usa, che nei primi 11 mesi del 2017 ha toccato un +4%. Confermato il primato dell'Italia come primo fornitore di olio di oliva (+3%), pasta (+2,4%), formaggi (-0,2%), acque minerali (+12.2%) e aceto balsamico (-2%). "Siamo sempre molto soddisfatti di partecipare al Fancy Food – ha concluso Forte – e di collaborare attivamente con la Specialty Food Association".

Donato Cinelli, presidente di Universal Marketing, agente esclusivo italiano della Specialty Food Association, si è detto "davvero fiero del lavoro fatto. Oggi gli Stati Uniti rappresentano il luogo ideale per valorizzare al massimo le aziende italiane; il nostro Made in Italy è parte integrante della cultura del bello che gli americani ricercano". Per Cinelli, "il Winter Fancy Food è una scommessa vinta e con nostra grande soddisfazione abbiamo registrato l’adesione dei grandi player del Food italiano. Negli Stati Uniti e al Winter Fancy Food di San Francisco queste aziende troveranno tutta l’accoglienza e la qualità che da più di trent’anni contraddistingue il nostro lavoro nel Nord America e nel mondo".

Altri Servizi

Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Mentre in Senato stanno fallendo tutti i tentativi di arrivare a un accordo che tuteli i Dreamers, gli immigrati senza documenti arrivati da bambini e protetti dal Daca, il programma voluto da Barack Obama e cancellato da Donald Trump, i federali portano avanti le loro operazioni contro l'immigrazione irregolare in California, dove è ormai evidente lo scontro tra Washington e le autorità locali.

Immobiliare, esperti e costruttori avvisano: "Crisi in arrivo"

Si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili. Le famiglie con un reddito medio-basso spendono proporzionalmente di più per l'affitto

La costruzione di nuove case negli Stati Uniti procede a spron battuto, ma in questa crescita - secondo alcuni esperti del settore immobiliare sentiti da Cnbc - ci sono criticità che prima o poi porteranno a una "profonda crisi". Il problema principale è che si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili, tendenzialmente i più richiesti.

Strage in Florida, Trump attacca l'Fbi su Twitter

Il presidente americano accusa il Bureau investigativo: "Troppo tempo perso a dimostrare la collusione russa con la campagna Trump". Poi risponde anche al generale McMaster

Il presidente americano Donald Trump ha attaccato l’Fbi definendo "molto triste" il fatto che abbia ignorato gli avvertimenti che avrebbero poi portato alla strage di studenti nel liceo della Florida, dove hanno perso la vita 17 persone. Il tycoon ha usato, come è ormai prassi, il suo account Twitter per scagliarsi contro il bureau investigativo: "Sta trascorrendo troppo tempo nel tentativo di dimostrare la collusione russa con la campagna di Trump. Non c'è nessuna collusione. Ricominci daccapo e ci renda tutti orgogliosi".

SpaceX rimanda il lancio di Falcon9

Partirà mercoledì dalla base di Vanderberg e darà il via all'esperimento con cui Musk spera di portare la connessione a banda larga in tutto il mondo
AP

SpaceX ha deciso di rimandare il lancio del suo prossimo razzo Falcon 9, inizialmente previsto per oggi, a mercoledì 21 febbraio così da consentire un ultimo controllo del nuovo cono del muso del razzo.

Gli studenti americani scendono in piazza contro le armi

La strage nel liceo di Parkland in Florida ha rimesso al centro del dibattito la legge sulle armi

Gli studenti americani stanno pianificando nuovi scioperi e nuove proteste all’indomani della strage alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, in cui hanno perso la vita 17 persone. A riportarlo sono diversi media americani che sottolineano come l’eccidio compiuto da Nikolas Cruz ha portato nuovamente al centro del dibattito la legge sul controllo delle armi.

Uber fa concessioni per riottenere la licenza a Londra

La City rappresenta il mercato europeo più grande per il gruppo
BigStock

Uber fa promesse al fine di riottenere la licenza per operare a Londra, il suo più grande mercato europeo.

Immigrati, Trump minaccia il veto su un eventuale accordo in Congresso

Lo riporta Axios; il difficile dibattito aperto in Senato. Il presidente non indietreggia dal suo piano con quattro 'pilastri'

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, "metterà il veto su qualsiasi proposta di legge che non presenti le sue sensate riforme sull'immigrazione". Lo ha reso noto un funzionario dell'amministrazione statunitense, parlando con il sito Axios.

Accordo nucleare con l'Iran, Trump di nuovo contro Obama

Il presidente americano accusa ancora il suo predecessore via Twitter e ritorna a parlare del Russiagate
AP

Nuovo weekend di cinguettii al vetriolo da parte del presidente americano Donald Trump. Dopo aver attaccato l’Fbi per la strage in Florida e aver corretto il generale McMaster, reo di non essersi espresso bene sul Russiagate il sabato sera, il tycoon ha deciso di tornare a puntare il dito contro l’accordo sul nucleare iraniano firmato da Barack Obama prima e di parlare ancora dell[interferenza russa nelle elezioni americane poi.

Google: il browser Chrome blocca le pubblicità "intrusive"

L'obiettivo - dice la controllata di Alphabet - è rendere la navigazione in rete più semplice. Ma i critici insorgono: selezione arbitraria dei contenuti, l'azienda vuole fare solo i suoi interessi

A partire dal 15 febbraio, il browser Chrome di Google - usato da oltre il 59% degli internauti - bloccherà automaticamente alcuni tipi di pubblicità online con l'obiettivo - dice la controllata di Alphabet - di rendere la navigazione in rete più semplice. Google ha descritto il cambiamento come uno sforzo collettivo del settore per liberare internet da spam e pop-up rendendo invece altre tipologie di pubblicità più attraenti per gli utenti.

Il piano infrastrutturale di Trump

Previsti progetti da 1.500 miliardi di dollari in 10 anni ma il governo federale ce ne mette solo 200 miliardi. L'amministrazione Usa conta su stati, municipalità e privati
iStock

Lo aveva promesso sin dalla notte della sua vittoria elettorale nel novembre 2016. Oltre un anno dopo, il presidente americano Donald Trump ha finalmente presentato un piano per progetti infrastrutturali da 1.500 miliardi di dollari in 10 anni, che rischia però di deludere. Il governo federale è pronto a impegnarsi a investire solo 200 miliardi di dollari. Inoltre, l'iniziativa ha di fronte a sé un futuro incerto al Congresso, che deve trovare i fondi per finanziarla e deve legiferare in materia.