Sanders e Buttigieg sotto attacco nel dibattito in New Hampshire

I rivali predono di mira i due front-runner in vista del voto di martedi’
Ap

I rivali hanno preso di mira i due (probabili) vincitori dei caucus dell’Iowa, Pete Buttigieg e Bernie Sanders, durante il dibattito elettorale - l’ottavo delle primarie democratiche - in New Hampshire, stato dove martedi’ 11 febbraio si andrà al voto.

Il dibattito televisivo ha evidenziato la tensione tra i candidati che sta caratterizzando la corsa per la nomination democratica. Un giorno dopo essere emersi come i front-runner in Iowa, Sanders e’ stato preso di mira per essere troppo “socialista”, mentre l’ex sindaco di South Bend e’ stato attaccato per la sua mancanza di esperienza politica.

Il duro scambio di battute tra i candidati sul palco del Saint Anselm College di Manchester sottolinea la lotta interna al partito per scegliere su chi puntare per sconfiggere Donald Trump alle elezioni di novembre: un candidato progressista o uno che rappresenta l’ala moderata del partito?

L’ex vice presidente Joe Biden, quarto in Iowa, ha accusato Sanders di voler favorire una maggiore ingerenza del governo federale nell’economia americana e lo ha attaccato per volere estendere la copertura sanitaria gratuita a tutti gli americani. Ma il senatore ha contrattaccato puntando l’attenzione sul suo successo in Iowa e come, con la sua abilità a movimentare il voto giovanile, rappresenti l’opzione piu’ credibile per sconfiggere Trump.

Buttigieg ha invece cercato di caratterizzarsi come l’alternativa moderata piu’ credibile alla candidatura di Sanders. Ma ha anche cercato di mettere in risalto le differenze con Biden sottolineando come l’ex vice presidente sia una soluzione vecchia a un nuovo problema.

Amy Klobuchar, quinta in Iowa, ha invece attaccato Buttigieg direttamente. E’ il neo-arrivato, ma “forse la gente non vuole quello in questo momento”, ha detto la senatrice. “Abbiamo un neo-arrivato alla Casa Bianca e guardate dove ci ha portato”.

Elizabeth Warren, terza classificate ai caucus dell’Iowa, ha invece continuato a predicare il messaggio che lei e’ l’unico candidato capace di unire il partito, creando un ponte tra le due correnti ideologiche.

Ma cio’ che emerso dal dibattito e’ che Sanders, come quattro anni fa contro Hillary Clinton, e’ adesso da considerare a tutti gli effetti uno dei favoriti alla nomination. E che Buttigieg e' un ostacolo piu' difficile da sormontare per i candidati moderati di quanto non si credeva.




Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap