Serena Williams nella Silicon Valley, entra nel Cda di SurveyMonkey

Prima esperienza in un Consiglio di amministrazione per la tennista statunitense, ora incinta
Ap

Serena Williams è entrata a far parte del Consiglio di amministrazione di SurveyMonkey, una società della Silicon Valley che realizza e pubblica indagini online. La tennista statunitense, 35 anni e 39 titoli del Grande Slam alle spalle, ora incinta, vuole aiutare la società e la Silicon Valley, in generale, ad assicurare parità di genere e di origini etniche tra i dipendenti, problema evidente nel settore.

Secondo Zander Lurie, amministratore delegato di SurveyMonkey, l'arrivo di Serena Williams nel Consiglio di amministrazione potrà rappresentare un "messaggio forte per la nostra società, gli investitori e l'industria". "Il mio obiettivo - ha aggiunto Lurie - è portare un elemento di cambiamento attorno al nostro tavolo, che possa farci aprire gli occhi".

"Sono un'imprenditrice e sono attratta dalle opportunità innovative. Più ho imparato a conoscere questa società, più ho sentito che i loro valori centrali erano vicini ai miei" ha commentato Williams, interessata anche a esplorare le opportunità di business offerte dall'industria hi-tech, a cui si è avvicinata grazie al fidanzato Alexis Ohanian, cofondatore del forum online Reddit. A portarla nel board di SurveyMonkey è stata la sua amica Sheryl Sandberg, direttrice operativa di Facebook, che fa parte del Cda della società; il marito di Sandberg, Dave Goldberg, è stato Ceo di SurveyMonkey prima di morire nel 2015.

Altri Servizi

Netflix sfida Amazon e Disney: recluta creatrice di "Grey's Anatomy"

E' corsa ai migliori talenti. Il sito di video in streaming risponde al colosso del commercio elettronico (che ha arruolato il produttore di "The Walking Dead") e a quello dell'intrattenimento (che ha silurato il gruppo)

Tra Netflix e Amazon la sfida è ufficialmente aperta così come tra vecchi e nuovi gruppi media. Il sito di video in streaming ha annunciato di avere reclutato la creatrice delle serie “Scandal” e “Grey’s Anatomy”; una risposta al fatto che tre giorni prima il colosso del commercio elettronico avesse detto di avere arruolato il creatore della serie tv "The Walking Dead".

Dopo il pressing, Trump condanna i suprematisti bianchi

Per il presidente Usa, il razzismo è il male. "Criminali" gli autori delle violenze a Charlottesville. Il segretario alla Giustizia lo aveva difeso. Il sito neonazi Daily Stormer cavalcava l'assenza di un messaggio duro. Il Ceo di Merck lo ha abbandonato
AP

Nel giorno in cui Donald Trump ha deciso di interrompere la sua "vacanza di lavoro" nel suo golf club in New Jersey per fare una tappa di qualche ora alla Casa Bianca prima di recarsi a New York City, l'America e i membri del suo partito hanno continuato a fare pressing su di lui. E lui li ha accontentati denunciando per nome i suprematisti bianchi.

Charlottesville: il killer ammirava Hitler

Lo ha riferito il suo ex insegnante

James Alex Fields, il ventenne militante dell'alt right che sabato scorso si è lanciato con la propria auto contro i manifestanti anti-razzisti a Charlottesville, uccidendo una persona e ferendone altre 19, aveva espresso posizioni molto radicali e vicine all'ideologia nazista. Lo ha detto in un'intervista a Cnn Derek Weimer, ex insegnante del ragazzo.

Wall Street rimbalza, tensioni Usa-Corea del Nord allentate

Dopo avere archiviato una settimana in calo, gli indici si preparano a un rimbalzo
AP

Facebook sfida YouTube: nasce la piattaforma video Watch

Un nuovo servizio con piccoli show esclusivi, e partner come la Nasa e l'Nba

Facebook ha lanciato una sfida a YouTube, parte di Google (a sua volta controllata da Alphabet). Il più grande social network al mondo ha presentato un nuovo servizio di contenuti video esclusivi: Watch.

Snapchat delude ancora: perdita trimestrale quasi quadruplicata

Ricavi +153% non soddisfano gli analisti; male anche la crescita degli utenti

Con la sua seconda trimestrale dall'Ipo del 2 marzo scorso, Snap ha deluso. Di nuovo. E' il segno di come la competizione data da Facebook con la app rivale Instagram continui a pesare. La controllante di Snapchat ha messo a segno una perdita quasi quadruplicata, ricavi inferiori alle attese e la crescita degli utenti non ha convinto cos" come le vendite generate per ogni utente. Per questo il titolo è arrivato a cedere oltre il 14% nel dopo mercato (dopo la sua prima trimestrale da azienda quotata aveva perso più del 23%). La seduta era finita in rialzo dell'1,6% a 13,77 dollari, sotto i 17 dollari del prezzo di collocamento.

Mlb, i Miami Marlins passano nelle mani della cordata di Derek Jeter e Michael Jordan

Il presidente David Samson ha detto che l’accordo è stato firmato, entro ottobre l’ufficialità
Ap

I Miami Marlins, squadra professionistica della Major League Baseball (la lega professionistica di baseball del nord America) passeranno nelle mani di una cordata di imprenditori con a capo Derek Jeter, ex capitano dei New York Yankees. Nel gruppo ci sarà anche Michael Jordan, ex stella dei Chicago Bulls e leggenda del basket a stelle e strisce ora presidente della franchigia Nba dei Charlotte Hornets.

David Letterman torna in tv, su Netflix

Oltre due anni fa, l'ultima puntata del suo "The Late Show". Dal 2018 sarà protagonista di una nuova serie in sei puntate

Dopo oltre due anni dall'addio al piccolo schermo, David Letterman torna in tv. Questa volta, però, il volto del celebre "The Late Show" lo fa su Netflix. Il conduttore che ha intrattenuto l'America (e non solo) nella fascia oraria notturna per il periodo più lungo in Usa, dal 2018 sarà il protagonista di una nuova serie sul sito di video in streaming che ieri ha annunciato la sua prima acquisizione (l'editore di fumetti Millarworld).

Trump vuole inchiesta su furti proprietà intellettuale da parte della Cina

Pechino risponde: non ci sarebbero vincitori in una guerra commerciale. La mossa del presidente Usa mentre cerca dalla nazione asiatica un maggiore pressing sulla Corea del Nord
AP

Donald Trump alza il tiro contro la Cina su tecnologia e proprietà intellettuale. Come aveva fatto sapere la Casa Bianca, il presidente ha firmato un memorandum che riguarda pratiche, politiche e leggi cinesi, con particolare attenzione alle tematiche collegate appunto a innovazione, tecnologia e proprietà intellettuale. Così l'amministrazione americana intende rispondere a presunti furti di proprietà intellettuali, aumentando le pressioni su Pechino in quella che potrebbe trasformarsi in una rappresaglia commerciale in un momento in cui Washington vorrebbe dalla Cina maggiore collaborazione nella gestione della crisi nucleare nordcoreana.

Da Goldman ad Apple, Corporate America contro il razzismo e l'odio

Il Ceo di GE, Jeff Immelt, condanna le violenze di Charlottesville ma come Dell resta del consiglio per la manifattura di Trump, che invece l'a.d. di Merck ha lasciato

Nel giorno in cui, con 48 ore di ritardo, il presidente americano Donald Trump ha esplicitamente criticato gruppi di suprematisti bianchi responsabili delle violenze di sabato scorso a Charlottesville (Virginia), la Corporate America si è unita nel dire no all'odio e al razzismo.