Serena Williams perde la finale degli U.S. Open, il record di Margaret Court resta a un passo

La tennista statunitense ferma a 23 titoli del Grande Slam; dal ritorno sui campi, lo scorso anno, ha disputato e perso quattro finali di un torneo del Grande Slam
Ap

Il record di Margaret Court dovrà aspettare, ancora una volta. Serena Williams è stata sconfitta 6-3 7-5 nella finale degli U.S. Open da Bianca Andreescu, 19 anni, prima canadese a vincere un titolo del Grande Slam. Ha vinto al suo primo U.S. Open giocato, visto che nei due anni precedenti aveva perso al primo turno delle qualificazioni, segno di quanto la sua carriera abbia fatto incredibili passi avanti quest'anno; un successo comunque non cos" sorprendente, visto che non perde una partita (completata) dal primo marzo e che ha all'attivo un 8-0 contro le migliori 10 giocatrici del circuito, nel 2019.

Nell'ultimo mese, Andreescu ha vinto due volte contro Serena Williams, la più grande tennista della sua era: a Toronto, quando Williams si è ritirata in finale dopo appena quattro giochi, e sabato 7 settembre, nel più grande stadio dedicato al tennis, l'Artur Ashe. Andreescu, testa di serie numero 15 a Flushing Meadows, entrerà da numero 5 nella top ten, lunedì, e secondo Patrick Mouratoglou, coach di Williams, è destinata ad andare ancora più in alto. "Penso che presto sarà la numero uno" aveva detto prima della finale. "Non prestissimo ma in futuro, perché ha tutto per diventarlo".

Dopo la nascita di sua figlia Olympia nel 2017, Williams è tornata a giocare nel febbraio 2018: da allora, ha disputato e perso quattro finali di un Grande Slam e non ha mai vinto un torneo. A 37 anni, è diventata la più anziana finalista di un torneo singolare del Grande Slam dell'era Open. Williams ha spesso fatto sembrare facili i suoi successi, grazie a un servizio senza rivali, a risposte molto aggressive, un solido gioco da fondo campo e alla sua capacità di coprire il rettangolo di gioco. La caccia al titolo numero 24, il record in mano a Margaret Court che sta cercando di raggiungere, è però ardua; il suo entourage si continua a domandare se sia stata la scelta giusta, quella di tornare a giocare dopo la gravidanza, dato che Williams ha già superato il record di 22 titoli del Grande Slam dell'era Open, detenuto da Steffi Graf, e che ha vinto ciascuno dei quattro maggiori tornei al mondo almeno tre volte. "Sarebbe stato il momento perfetto per smettere, ma volevo di più" ha commentato in un'intervista dello scorso anno, scrive il New York Times.

Quest'anno, aveva perso in finale già a Wimbledon, contro Simona Halep, diventata la prima romena a vincere un titolo singolare all'All England Club. Anche nella sua prima stagione da mamma, nel 2018, aveva perso in finale a Wimbledon e a New York: in Inghilterra contro la tedesca Angelique Kerber e negli Stati Uniti contro la giapponese Naomi Osaka. Ora, non resta che riprovarci, nel 2020.

Altri Servizi

Per il secondo giorno di fila la Federal Reserve intende iniettare 75 miliardi di dollari in un angolo cruciale del sistema finanziario, quello cosiddetto "money market". Lo farà oggi, dalle 14.15 alle 14.30 italiane, all'indomani del primo intervento di tale portata dal 2008.

iStock

Le tensioni commerciali tra Usa e Cina, la perdita di Amazon come cliente e costi in aumento per le spedizioni su strada hanno pesato sui conti di FedEx, che ha deluso gli analisi e ha tagliato l'outlook per l'intero esercizio fiscale. Il titolo FedEx è arrivato a perdere il 13% a 160,21 dollari nell'after-hours ieri a Wall Street dopo una seduta finita in ribasso dello 0,16% a 173,3 dollari.

Wall Street, pesano le tensioni in Medio Oriente

L'aumento del prezzo del petrolio, dopo gli attacchi contro gli impianti sauditi, fa temere il rallentamento dell'economia mondiale
AP

Wall Street, indici vicini ai record

Allentamento tensioni Usa-Cina e stimoli Bce spingono i mercati
AP

Trump: "Hamza bin Laden ucciso in un'operazione Usa"

Il presidente conferma la morte del figlio ed erede del leader di al Qaida e il coinvolgimento statunitense
Ap

Hamza bin Laden, come il padre Osama, è stato ucciso dagli Stati Uniti. A confermare la notizia della sua morte e del coinvolgimento statunitense è stato il presidente Donald Trump. "Hamza Bin Laden, alto responsabile di al Qaida e figlio di Osama Bin Laden, è stato ucciso in un'operazione antiterrorismo compiuta dagli Stati Uniti nella regione dell'Afghanistan/Pakistan" ha dichiarato il presidente, in un comunicato.

Wall Street attende la decisione della Fed sui tassi

Alle 20 italiane l'annuncio: probabile un nuovo taglio di 25 punti base
AP

Nuove accuse contro il giudice Kavanaugh, i Dem: "Impeachment"

I candidati alla presidenza contro il giudice della Corte Suprema, la cui nomina è stata confermata lo scorso anno nonostante le accuse di tentato stupro e molestie sessuali
Ap

I candidati democratici alla presidenza statunitense chiedono l'impeachment o indagini approfondite su Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema, dopo le nuove accuse di molestie sessuali contro di lui emerse nei giorni scorsi grazie al New York Times.

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, che domani comunicherà le sue decisioni sul taglio dei tassi
AP

Ex funzionari Usa: spionaggio israeliano contro Trump

Lo scrive Politico. Non ci sarebbero state conseguenze per l'alleato
Ap

Israele avrebbe piazzato dei dispositivi vicino alla Casa Bianca e in altri luoghi sensibili di Washington per spiare l'amministrazione Trump, secondo tre ex funzionari statunitensi a conoscenza della questione, che hanno parlato con Politico. Negli ultimi due anni, il governo statunitense è arrivato alla conclusione che Israele sarebbe il probabile autore del posizionamento di diversi dispositivi di sorveglianza delle comunicazioni telefoniche, ma al contrario di quanto avvenuto in altri casi di spionaggio scoperti su suolo statunitense, l'amministrazione Trump non ha attaccato quella israeliana e non ci sono state conseguenze per l'alleato, secondo una delle fonti.