Sisma in Corea del Nord: gli Usa non sanno ancora le cause

La terra ha tremato vicino a un luogo dove il regime di Kim Jong Un ha effettuato test nucleari. Washington cerca di capire se il terremoto è di origine naturale o umana

Nella Corea del Nord la terra ha tremato vicino a un luogo dove il regime di Kim Jong Un ha effettuato test nucleari. Il terremoto di magnitudo 3,5 è stato individuato nella parte settentrionale della nazione nuovamente protagonista di un duello di minacce e insulti con gli Stati Uniti di Donald Trump.

Secondo Geological Survey americana (USGS), "l'evento si è verificato in un'area dove in passato ci sono stati test nucleari nordcoreani". Sul suo sito, l'agenzia scientifica del governo Usa ha detto che "in questo momento non possiamo confermare con certezza la natura (naturale o umana) dell'evento". Come a dire che ancora è presto per determinare con certezza se Pyongyang abbia effettuato un altro test dopo il sesto, il più potente, realizzato il 3 settembre scorso.

Secondo gli scienziati cinesi, il sisma è stato causato da un'esplosione ma la magnitudo è stata decisamente inferiore a quella da 6,3 registrata parallelamente all'ultimo test nucleare nordcoreano. Stando agli esperti della USGS, la profondità del sisma è stata di cinque chilometri. La Corea del Sud crede che si sia trattato di un terremoto naturale, escludendo dunque un'esplosione artificiale.

In un tweet l'organizzazione internazionale Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty Organization (CTBTO) ha fatto sapere che sta esaminando "l'attività sismica insolita di una magnitudo molto più bassa" in Corea del Nord. Lassina Zerbo, il suo segretario esecutivo, ha a sua volta inviato un cinguettio dicendo che il sisma è stato registrato a 50 chilometri dal luogo dove ci furono in passato test e che "probabilmente non è di origine umana".

Altri Servizi

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

"Io e Putin ci incontreremo spesso, in futuro. Sono state ore molto costruttive". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo russo, Vladimir Putin, organizzata dopo il loro bilaterale al palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Secondo Trump, il summit odierno "è solo l'inizio".

Mnuchin: Usa pronti a togliere le sanzioni al gigante russo Rusal

Il secondo produttore al mondo di alluminio colpito per 'colpa' di Deripaska, il tycoon vicino a Putin coinvolto nelle indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi

Duck boat, una trappola mortale per turisti

La morte di 13 persone in un incidente nel 1999 portò alla pubblicazione di una serie di raccomandazioni per gli operatori sulla sicurezza. Ma poco è cambiato, fino all'incidente di giovedì notte, in cui sono morte 17 persone
Ap

Gli Usa dicono no al referendum nell'Ucraina orientale e stanziano 200 milioni in aiuti per la difesa di Kiev

Putin aveva chiesto a Trump il sostegno per l'organizzazione di un voto nelle regioni separatiste, ma Washington ha respinto l'ipotesi. Gli Stati Uniti, invece, continuano ad appoggiare il governo centrale

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"

Trump: pronto a dazi su tutto l'import cinese, pari a 505 miliardi

Il presidente Usa minaccia Pechino in un'intervista alla Cnbc

Wall Street, pesano i nuovi dazi minacciati da Trump

Il presidente Usa è tornato poi ad attaccare l'Unione europea e a criticare la Fed
iStock

Usa 2016, Nyt: Trump sapeva delle ingerenze di Putin sin dall'inizio

Il presidente ha visto le prove due settimane prima del suo insediamento