Snapchat spopola tra i millennial anche in borsa

L’età media degli utenti è 29 anni, quella degli investitore nel giorno dell’Ipo è di 26

Snapchat, la popolare app di messaggistica usa e getta di proprietà della Snap Inc, va molto di moda tra i millennials. È infatti diventata in breve uno dei social network maggiormente in voga nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 34 anni (158 milioni di utenti quotidiani compresi in questa fascia nel periodo ottobre - dicembre 2016 stando agli ultimi dati pubblicati dalla società).

Il debutto in borsa, avvenuto lo scorso 2 marzo, è stato un vero e proprio boom per la società californiana creata da Evan Spiegel, che in poche ore ha visto schizzare il proprio valore a 33 miliardi di dollari. Si tratta di un evento che come ricorda il Wall Street Journal rappresenta il secondo sbarco tecnologico in Borsa per dimensioni da quello del 2014 di Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce. E proprio la sua quotazione pubblica è stata un ulteriore conferma di quanto Snap sia amata dagli under 35.

In un articolo apparso sempre sul giornale economico di New York si mette infatti in risalto un particolare aspetto della quotazione di Snap. Stando ai dati registrati da Robinhood, piattaforma di brokeraggio online le cui attività sono cresciute del 43% giovedì scorso proprio in relazione allo sbarco a Wall Street dell’app del "fantasmino", l’età media di coloro che hanno investito nelle azioni di Snap è di 26 anni. Di tre anni inferiore a quella dei suoi utenti che si attesta invece sui 29 anni.

Tra coloro che hanno comprato le sue azioni c’è Rebecca Shoenthal, studentessa 22enne di giornalismo alla University of North Carolina di Chapel Hill intervistata dal Wsj a cui ha raccontato di aver comprato azioni per circa 24 dollari l’una con l’idea di spendere massimo 40 dollari per azione. Giovedì titolo era stato collocato a 17 dollari partendo però attorno ai 25 dollari; nella seduta di venerd" invece era schizzato fino a quota 29 dollari per azione per poi chiudere a 27,09 dollari. "Ho voluto sondare il terreno, giocando con dei soldi che se dovessi perdere non ucciderebbero le mie finanze", ha detto la giovane Shoenthal che ha poi dichiarato di non voler vendere le proprie azioni per almeno un paio di anni".

L’investimento in Snap da parte di questa ragazza non è casuale. Come lei stessa ha affermato al giornale americano, dopo aver seguito negli ultimi mesi alcuni corsi di finanza all’università, ha iniziato a guardare con maggiore attenzione l’andamento dei mercati. In aggiunta, essendo un’utente quotidiana di Snapchat, è sicura che il futuro della compagnia sia più che roseo soprattutto in considerazione del fatto che sta cambiando totalmente il modo in cui i giovani accedono alle notizie.

Particolare attenzione a come i giovani avrebbero reagito all’Ipo di Snap è stata posta anche da StockTwits, piattaforma social su cui gli utenti si scambiano idee di trading. Il 40% dei suoi utenti ha un età compresa tra 18 e 34 anni così come il 60% di coloro che si sono scambiati idee o hanno seguito il flusso di messaggi circa la quotazione della società di Spiegel giovedì scorso.

Tra i giovani investitori c’è anche Kaleana Markley, consulente di benessere 29enne che vive a San Francisco e che ha acquistato 100 dollari di azioni Snap. Si tratta di un acquisto moderato ma che è frutto della grande attenzione posta nei confronti dell’app verso cui lei, come molti altri millennial, nutre "grandi speranze".

Altri Servizi

Wall Street, pesano ancora le tensioni commerciali

Il Dow Jones verso l'ottava seduta in perdita. Oggi il dato sui sussidi di disoccupazione
iStock

Le letture di Obama: c'è anche 'La nuova geografia del lavoro' di Moretti

Post su Facebook, l'ex presidente condivide la sua lista, "un tantino più pesante di quella per l'estate"

L'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha condiviso le sue letture su un post di Facebook, dicendo che "c'è così tanta buona scrittura, e arte, e una varietà di pensieri di questi tempi". "Spesso mi chiedono cosa leggo, guardo e ascolto, così ho pensato che potrei condividere una breve lista, di tanto in tanto [...] Questa è una lista di quello che ho letto recentemente. Ammetto che è una lista un tantino più pesante di quella per l'estate".

Wsj, Trump a Macron al G7: "Tutti i terroristi sono a Parigi"

Il giornale newyorchese svela alcuni dietro le quinte del vertice canadese in cui il presidente americano avrebbe criticato l’operato dei suoi colleghi su diversi temi
©AP

"Caro Emmanuel, dovresti conoscere bene l’argomento (terrorismo ndr) dal momento che tutti i terroristi sono a Parigi". Donald Trump si sarebbe rivolto con queste parole, parlando della sfida dell’occidente al terrorismo, al suo omologo francese, Macron, durante il G7 canadese tenutosi a La Malbaie l’8 e il 9 giugno scorsi. A ricostruire il dietro le quinte è un articolo del Wall Street Journal che cita fonti diplomatiche europee.

Usa: fare shopping online costerà di più. Ecco perché

La Corte Suprema dà ragione al South Dakota: gli Stati possono richiedere ai gruppi retail che non hanno una presenza fisica sul loro territorio di riscuotere e pagare la cosiddetta Sales Tax

Fare shopping online costerà di più in Usa. La Corte Suprema, il massimo organo giudiziario degli Stati Uniti, ha deciso che gli Stati americani possono richiedere ai gruppi retail che non hanno una presenza fisica sul loro territorio di riscuotere e pagare la cosiddetta Sales Tax, l'equivalente dell'italiana Imposta generale sulle entrate (quella che ha preceduto l'Imposta sul valore aggiunto). Essa ha come oggetto le transazioni riguardanti prodotti e servizi acquistati dal consumatore finale.

Migranti, Trump cambia idea ma migliaia di famiglie resteranno separate

Dopo un forte pressing, il presidente Usa ha firmato un ordine per tenere uniti i bambini ai loro genitori

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha firmato un ordine esecutivo per non dividere più i bambini dai genitori, con cui sono entrati irregolarmente nel Paese. "Firmerò qualcosa a questo proposito" aveva anticipato nella mattinata Usa ai giornalisti presenti alla Casa Bianca confermando le indiscrezioni. Nel pomeriggio, al fianco del vicepresidente Mike Pence e del segretario per la Sicurezza nazionale Kirstjen Nielsen ha messo la sua firma sul documento "per tenere unite le famiglie" al confine tra Usa e Messico. Il leader americano ha tuttavia ribadito "tolleranza zero" nel perseguire gli adulti che mettono illegalmente piede su suolo Usa.

Fox e Comcast pronte a dichiarare guerra per aggiudicarsi Sky

Il governo britannico apre 15 giorni di consultazioni pubbliche sul tentativo di takeover della pay tv da parte di Murdoch. Dopo il 4 luglio atteso l'ok formale
iStock

Il governo britannico ha rimosso uno degli ultimi ostacoli che, una volta eliminati, permetteranno a 21st Century Fox di prendere parte a una guerra contro Comcast per aggiudicarsi il controllo di Sky. Si tratta di una partita che chiama in causa anche Disney, pronto a difendersi da Comcast su un altro campo da gioco: quello per ottenere asset che 21st Century Fox ha già promesso a Disney ma che anche Comcast vuole (per questo mercoled" scorso la controllante di NBCUniversal ha lanciato un'offerta da 65 miliardi di dollari in contanti contro quella in azioni da 52,4 miliardi del gruppo a cui fa capo Topolino e che lo scorso dicembre era stata accettata da Rupert Murdoch).

Intel: il Ceo Krzanich lascia, ha avuto relazione consensuale con dipendente

Era a.d. dal maggio 2013 e ha trasformato il gruppo in cui entrò nel 1982. Si cerca un successore. Atteso un secondo trimestre record

L'uomo protagonista della trasformazione di Intel da un'azienda che produce chip per PC a una specializzata nei servizi per la gestione di dati ha annunciato le dimissioni. Si tratta di Brian Krzanich, 58 anni, dal maggio del 2013 Ceo del gruppo nel quale fece il suo ingresso nel 1982.

Intel: il Ceo Krzanich lascia, ha avuto relazione consensuale con dipendente

Era a.d. dal maggio 2013 e ha trasformato il gruppo in cui entrò nel 1982. Si cerca un successore. Atteso un secondo trimestre record

L'uomo protagonista della trasformazione di Intel da un'azienda che produce chip per PC a una specializzata nei servizi per la gestione di dati ha annunciato le dimissioni. Si tratta di Brian Krzanich, 58 anni, dal maggio del 2013 Ceo del gruppo nel quale fece il suo ingresso nel 1982.

Camera Usa, mancano i voti per approvare la legge sull'immigrazione

Lo ha detto la deputata repubblicana McMorris Rodgers: "Ma stiamo lavorando per riuscirci"
iStock

I repubblicani non hanno al momento i voti per approvare alla Camera statunitense le leggi sull'immigrazione arrivate in Aula. Lo ha dichiarato la deputata Cathy McMorris Rodgers, intervistata da Fox News. "Non ci siamo ancora, ma ci stiamo lavorando" ha detto. La Camera ha in programma di votare oggi su due proposte di legge sull'immigrazione che hanno, tra gli obiettivi, quello di fermare la pratica di separare i bambini dai genitori, dopo aver attraversato la frontiera tra Messico e Stati Uniti irregolarmente.

Camera Usa, mancano i voti per approvare la legge sull'immigrazione

Lo ha detto la deputata repubblicana McMorris Rodgers: "Ma stiamo lavorando per riuscirci"
iStock

I repubblicani non hanno al momento i voti per approvare alla Camera statunitense le leggi sull'immigrazione arrivate in Aula. Lo ha dichiarato la deputata Cathy McMorris Rodgers, intervistata da Fox News. "Non ci siamo ancora, ma ci stiamo lavorando" ha detto. La Camera ha in programma di votare oggi su due proposte di legge sull'immigrazione che hanno, tra gli obiettivi, quello di fermare la pratica di separare i bambini dai genitori, dopo aver attraversato la frontiera tra Messico e Stati Uniti irregolarmente.