Snapchat spopola tra i millennial anche in borsa

L’età media degli utenti è 29 anni, quella degli investitore nel giorno dell’Ipo è di 26

Snapchat, la popolare app di messaggistica usa e getta di proprietà della Snap Inc, va molto di moda tra i millennials. È infatti diventata in breve uno dei social network maggiormente in voga nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 34 anni (158 milioni di utenti quotidiani compresi in questa fascia nel periodo ottobre - dicembre 2016 stando agli ultimi dati pubblicati dalla società).

Il debutto in borsa, avvenuto lo scorso 2 marzo, è stato un vero e proprio boom per la società californiana creata da Evan Spiegel, che in poche ore ha visto schizzare il proprio valore a 33 miliardi di dollari. Si tratta di un evento che come ricorda il Wall Street Journal rappresenta il secondo sbarco tecnologico in Borsa per dimensioni da quello del 2014 di Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce. E proprio la sua quotazione pubblica è stata un ulteriore conferma di quanto Snap sia amata dagli under 35.

In un articolo apparso sempre sul giornale economico di New York si mette infatti in risalto un particolare aspetto della quotazione di Snap. Stando ai dati registrati da Robinhood, piattaforma di brokeraggio online le cui attività sono cresciute del 43% giovedì scorso proprio in relazione allo sbarco a Wall Street dell’app del "fantasmino", l’età media di coloro che hanno investito nelle azioni di Snap è di 26 anni. Di tre anni inferiore a quella dei suoi utenti che si attesta invece sui 29 anni.

Tra coloro che hanno comprato le sue azioni c’è Rebecca Shoenthal, studentessa 22enne di giornalismo alla University of North Carolina di Chapel Hill intervistata dal Wsj a cui ha raccontato di aver comprato azioni per circa 24 dollari l’una con l’idea di spendere massimo 40 dollari per azione. Giovedì titolo era stato collocato a 17 dollari partendo però attorno ai 25 dollari; nella seduta di venerd" invece era schizzato fino a quota 29 dollari per azione per poi chiudere a 27,09 dollari. "Ho voluto sondare il terreno, giocando con dei soldi che se dovessi perdere non ucciderebbero le mie finanze", ha detto la giovane Shoenthal che ha poi dichiarato di non voler vendere le proprie azioni per almeno un paio di anni".

L’investimento in Snap da parte di questa ragazza non è casuale. Come lei stessa ha affermato al giornale americano, dopo aver seguito negli ultimi mesi alcuni corsi di finanza all’università, ha iniziato a guardare con maggiore attenzione l’andamento dei mercati. In aggiunta, essendo un’utente quotidiana di Snapchat, è sicura che il futuro della compagnia sia più che roseo soprattutto in considerazione del fatto che sta cambiando totalmente il modo in cui i giovani accedono alle notizie.

Particolare attenzione a come i giovani avrebbero reagito all’Ipo di Snap è stata posta anche da StockTwits, piattaforma social su cui gli utenti si scambiano idee di trading. Il 40% dei suoi utenti ha un età compresa tra 18 e 34 anni così come il 60% di coloro che si sono scambiati idee o hanno seguito il flusso di messaggi circa la quotazione della società di Spiegel giovedì scorso.

Tra i giovani investitori c’è anche Kaleana Markley, consulente di benessere 29enne che vive a San Francisco e che ha acquistato 100 dollari di azioni Snap. Si tratta di un acquisto moderato ma che è frutto della grande attenzione posta nei confronti dell’app verso cui lei, come molti altri millennial, nutre "grandi speranze".

Altri Servizi

La Cina ammette: in "difficoltà" ma no a svalutazione yuan, unilateralismo inutile

Il premier cinese Li Keqiang parla all'indomani dell'annuncio di nuovi dazi con cui Usa e Pechino si sono colpiti a vicenda

Il numero due in comando in Cina ha ammesso che la nazione si trova a fare i conti con una serie di "difficoltà" ma Pechino si sente a suo agio, anche di fronte alle tensioni commerciali con gli Usa. Lo ha spiegato il premier cinese Li Keqiang.

Bitcoin: verso standard globali contro il riciclaggio, boom di mining illecito

La Financial Action Task Force punta a un quadro normativo uniforme. La Cyber Threat Alliance lancia l'allarme sulla generazione illegale di valite digitali

Sono sempre più vicini gli standard globali contro il riciclaggio di denaro realizzato attraverso criptovalute. La Financial Action Task Force (FATF) creata a questo proposito si riunirà a ottobre e c'è ottimismo affinché venga trovata un'intesa su una serie di standard. "E' essenziale che vengano fissati degli standard globali da usare in modo uniforme", ha dichiarato Marshall Billingslea, il presidente della FATF mentre la Cyber Threat Alliance pubblicava un rapporto secondo cui gli hacker stanno generando illegalmente Bitcoin, Monero e altre valute digitali attraverso uno strumento (Eternal Blue) sviluppato presumibilmente dalla National Security Agency per sfruttare falle di un software Microsoft.

Jack Ma 'tradisce' Trump: Alibaba non creerà più 1 mln di posti di lavoro in Usa

La promessa si fondava su "partnership amichevole tra Usa e Cina e relazioni commerciali razionali"
ap

Alla luce dell'aumento delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, Alibaba non intende più creare un milione di posti di lavoro in cinque anni nell'America di Donald Trump.

Wall Street, attenzione rivolta ai dati macroeconomici

In programma i sussidi di disoccupazione, il superindice dell'economia e le vendite di case esistenti
iStock

Sky, la battaglia tra Comcast e Fox si deciderà all'asta

Lo scontro finale tra venerdì e sabato; al momento, l'offerta di Comcast è la più alta
iStock

Le autorità britanniche hanno deciso che lo scontro tra Comcast e 21st Century Fox per Sky si deciderà all'asta, che avrà al massimo tre round di offerte, nell'arco di 24 ore tra venerd" e sabato, quando poi sarà annunciata la società vincitrice. Per il momento, l'offerta di Comcast, a 14,75 sterline per azione, o 26 miliardi di sterline in totale, è superiore alle 14 sterline offerte da Fox, che danno un valore a Sky di 24,5 miliardi; l'attuale capitalizzazione di Sky è di 27 miliardi di sterline (oltre 35 miliardi di dollari). Fox possiede già il 39% del capitale del broadcaster britannico.

Wall Street: S&P 500 e Dj da record, Trump si congratula con gli Usa

Timori contenuti per le tensioni commerciali. Cina pronta a tagliare dazi medi sulle importazioni dai principali partner commerciali. Domani il "giorno delle quattro streghe. Facebook e Twitter fuori dal settore tech
AP

Gli indici a Wall Street festeggiano nuovi massimi. L'S&P 500 si è portato sopra i livelli record messi a segno il 29 agosto pari a 2.914,04 punti e il Dow Jones Industrial Average ha viaggiato oltre quelli a quota 26.616,71 toccati l'ultima volta il 26 gennaio. Donald Trump, il presidente americano, non ha perso un attimo per festeggiare e scrivere su Twitter "Congratulazioni Usa".

Usa: patrimonio famiglie gonfiato dall'azionario, nel II trimestre sfiora i 107mila miliardi

Nel pieno della recessione del 2008 il dato era sceso a 55.000 miliardi

Google consente ancora a sviluppatori di app di 'leggere' email dei suoi utenti

Il gruppo ha fermato la pratica l'anno scorso ma continua a permetterla ad altri

L’euforia del mercato azionario statunitense è razionale?

L'analisi di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac
Carmignac