Strage in Florida, l'Fbi: "Avvertiti sul killer, ma non abbiamo agito"

Il Federal Bureau aveva ricevuto una segnalazione da una persona vicina a Cruz sul suo "desiderio di uccidere"

L'Fbi ha ammesso di essere stato avvertito da una persona vicina a Nikolas Cruz della sua intenzione di compiere una strage a scuola e di non aver agito. Secondo la persona che si era rivolta al Federal Bureau, Cruz aveva manifestato "il desiderio di uccidere". Il diciannovenne, due giorni fa, ha ucciso 17 persone nella sua ex scuola.

L'Fbi, contattato dalla persona vicina a Cruz lo scorso mese, ha quindi ammesso che avrebbe potuto prevenire l'attacco. Nella nota diffusa poco fa, l'Fbi ha spiegato di non aver seguito il protocollo dopo la segnalazione, che avrebbe dovuto essere girata all'ufficio di Miami per le dovute indagini. La persona che aveva contattato l'Fbi aveva "fornito informazioni sul fatto che Cruz possedeva un fucile, sul suo desiderio di uccidere delle persone, sul suo comportamento instabile e sui suoi inquietanti post sui social media", avvisando le autorità della "possibilità" che Cruz si rendesse colpevole di "una sparatoria a scuola".

Ore prima, BuzzFeed aveva reso noto che l'ufficio dello sceriffo della contea di Broward, in Florida, è stato chiamato almeno 36 volte, tra il 2010 e il 2016, per intervenire in casa di Cruz. Nel settembre 2016, il rapporto presentato dopo una chiamata della madre, Lynda Cruz, affermava che "non sono stati visti segni di malattia mentale o attività criminali" e che il ragazzo "non rappresenta una minaccia per sé o per gli altri".

Altri Servizi

Wall Street, il Dow Jones interrompe i ribassi dell'ultima settimana

Prima giornata in rialzo dopo otto di fila in calo
iStock

Incidente fatale con vettura autonoma di Uber: conducente era "distratto"

Per la polizia di Tempe (Arizona) la persona al volante avrebbe potuto evitare l'accaduto. Forse stava guardando video sul servizio Hulu
Uber

La persona al volante di una vettura a guida autonoma di Uber che lo scorso 18 marzo a Tempe, Arizona, travolse e uccise un pedone avrebbe potuto evitare l'incidente se non fosse stata "distratta". E' quanto emerso dalle indagini della polizia locale.

Commercio: per la Cina, gli Usa sono "paranoici"

Dentro la Casa Bianca c'è chi lavora per evitare una guerra commerciale che potrebbe scoppiare il 6 luglio
AP

Corte Suprema Usa: serve un mandato per 'seguire' i telefoni cellulari

Vittoria per i difensori della privacy. Il massimo tribunale, chiamato a esprimersi sul caso di un uomo condannato grazie alle informazioni sulle celle telefoniche, ha deciso che è necessario l'ok di un giudice per poter 'spiare' per un lungo periodo

Trump ai repubblicani: "Aspettiamo le elezioni per approvare la legge sull'immigrazione"

Il presidente ha attaccato ancora i democratici. Nancy Pelosi ha detto che la proposta di legge dei repubblicani "è un compromesso con il diavolo"
iStock

Fed: le banche Usa superano il primo round di stress test

35 istituti di credito subirebbero perdite per 578 miliardi di dollari nello scenario più avverso in cui l'azionario crollerebbe del 65%, il tasso di disoccupazione balzerebbe al 10% e i prezzi delle case scenderebbero del 30%

Usa: fare shopping online costerà di più. Ecco perché

La Corte Suprema dà ragione al South Dakota: gli Stati possono richiedere ai gruppi retail che non hanno una presenza fisica sul loro territorio di riscuotere e pagare la cosiddetta Sales Tax

Camera Usa, mancano i voti per approvare la legge sull'immigrazione. Pelosi: "È un compromesso con il diavolo"

Lo ha detto la deputata repubblicana McMorris Rodgers: "Ma stiamo lavorando per riuscirci"
iStock

Intel: il Ceo Krzanich lascia, ha avuto relazione consensuale con dipendente

Era a.d. dal maggio 2013 e ha trasformato il gruppo in cui entrò nel 1982. Si cerca un successore. Atteso un secondo trimestre record

Wall Street, pesano ancora le tensioni commerciali

Il Dow Jones chiude l'ottava seduta in perdita
iStock