Rice lascia corsa per segretario di Stato

Obama loda le capacità dell'ambasciatrice americana all'Onu

Susan Rice rinuncia alla carica di segretario di Stato. Dopo avere sollevato critiche pesanti negli ultimi mesi per i commenti dopo l’attentato al consolato di Bengasi, in Libia, l’ambasciatrice americana all’Onu ha deciso che non è intenzionata a sostituire l’attuale segretario di Stato Hillary Clinton. Lo ha dichiarato la stessa Rice in una lettera al presidente americano Barack Obama.

“Sono convinta che il processo di conferma sarebbe lungo, costoso e di disturbo a te e alle nostre priorità nazionali e internazionali”, ha scritto rivolgendosi al presidente.

Obama ha confermato di avere parlato con Rice e di avere "accettato la sua decisione di eliminare il suo nome da quelli da prendere in considerazione per la carica di segretario di Stato. Per due decenni Susan ha dato prova di essere straordinariamente capace, patriottica e appasionata. Sono grato che Susan continuerà ad essere ambasciatrice alle Nazioni unite".

L’inquilino della Casa Bianca ha aggiunto di essere molto dispiaciuto per le critiche rivolte a Rice sui commenti rilasciati dopo l'attentato a Bengasi.