Tesla chiude primo trimestre con una delle sue peggiori perdite

Il ritorno all'utile slitta al terzo trimestre. Problemi nelle consegne della Model 3

Tesla ha annunciato una delle sue peggiori perdite trimestrali deludendo gli analisti. Il Ceo Elon Musk ha tentato di rassicurare la comunità finanziaria e in una call ha detto che in un mese spera di offrire un prodotto assicurativo che "sarà molto più convincente di qualsiasi altra cosa esistente".

Dopo due trimestri di fila in utile, il produttore di auto elettriche ha registrato una perita di 702 milioni di dollari, cifra che include 188 milioni di oneri una tantum. La perdita per azione è passata a 4,10 dollari da 4,19 dollari dei primi tre mesi del 2018. Al netto di voci straordinarie, la perdita è stata di 2,9 dollari contro quella da 3,35 dollari di un anno prima. Gli analisti si aspettavano un buco di solo 1,15 dollari per azione.

Tesla, che aveva messo in guarda sui risultati del periodo gennaio-marzo, non si aspetta più un secondo trimestre in utile ma in perdita. Nella call con gli analisti, il direttore finanziario Zachary Kirkhorn ha spiegato che il ritorno alla redditività è previsto nel terzo trimestre. L'azienda, che a inizio 2019 aveva tagliato il prezzo delle sue vetture mettendo sotto pressione i margini, "sta lavorando sodo e sta facendo progressi incredibili per migliorare l'efficienza sui costi delle attività senza sacrificare la crescita".

Tesla ha inoltre comunicato di avere chiuso il primo trimestre dell'anno con 2,2 miliardi di dollari in cash, 1,5 miliardi in meno rispetto alla fine del 2018 per via del pagamento di 920 milioni di dollari di bond covertibili e di un aumento del numero di vetture in transito verso i consumatori alla fine del trimestre di riferimento. Il gruppo ha anche spiegato che la gran parte delle vetture che dovevano essere consegnate tra gennaio e marzo lo sarà tra aprile e giugno.

Tesla - alle prese con le prime consegne della berlina pensata per il mercato di massa, la Model 3, in Europa e Cina e con un inatteso calo delle consegne dei vecchi modelli Model S e Model X - ha confermato le sue guidance per consegne per 360-400mila vetture nel 2019, un incremento del 45-65% sul 2018. Tesla ha voluto sottolineare che i veicoli prodotti saranno numericamente superiori a quelli consegnati "dal momento che ci vogliono varie settimane per trasportare vetture dalla California a clienti lontani, specialmente in altri paesi dove devono anche passare attraverso le dogane". Nel primo trimestre la produzione è stata di circa 63mila Model 3, il 3% in più del trimestre precedente.

Tesla ha anche detto che la Gigafactory a Shanghai sarà finanziata interamente attraverso debito emesso localmente. Al 31 marzo scorso la società si era garantita circa 522 milioni di dollari di linee di credito da banche cinesi. "Se la nostra Gigafactory a Shanghai (Cina, ndr) raggiungerà volumi produttivi all'inizio del quarto trimestre di quest'anno", si legge in una nota, "potremmo essere in grado di produrre fino a 500 mila vetture nel mondo nel 2019. E' una tempistica aggressiva ma è quello a cui puntiamo. Tuttavia, sulla base di quello che sappiamo oggi, essere in grado di produrre oltre 500mila vetture nel mondo nei 12 mesi che finiranno il 30 giugno 2020 sembra una cosa molto probabile".

Altri Servizi

Usa: venti gruppi farmaceutici accusati di avere gonfiato i prezzi

Sell-off a Wall Street per Teva e Mylan. Si temono multe e pagamento di danni

Un cartello per gonfiare artificialmente i prezzi di oltre un centinaio di farmaci, con punte del mille per cento. E' questa l'accusa lanciata da 44 stati americani capitanati dal Connecticut contro 20 produttori di farmaci generici che includono la svizzera Novartis e la sua controllata tedesca Sandoz, le statunitensi Pfizer e Mylan e l'israeliana Teva.

Operazioni sospette di Trump e Kushner, Deutsche Bank ignorò l'allerta antiriciclaggio

Il New York Times: i vertici della banca ignorarono le segnalazioni dei dipendenti nel 2016-2017
AP

Venezuela, Usa al lavoro per tenere fuori Russia e Cuba

Ue e Gruppo di Lima, intanto, lavorano a un negoziato tra Maduro e l'opposizione
AP

Trump vuole graziare dei militari condannati o accusati di crimini di guerra

Lo sostiene il New York Times, secondo cui il presidente vorrebbe i documenti pronti per il Memorial Day (27 maggio)
US Departement of Defence

Trump pro vita, ma contro le leggi in Alabama e Missouri

Il presidente su Twitter: "Sono fortemente pro vita, con tre eccezioni: stupro, incesto e per proteggere la vita della madre. La stessa posizione di Ronald Reagan". L'offensiva dei repubblicani punta alla Corte Suprema e a cancellare il diritto all'aborto
ap

Biden lancia ufficialmente la sua campagna con un duro attacco a Trump: "Vomita odio"

L’ex vicepresidente americano, a Philadelphia per il primo grande comizio verso Usa 2020, ha lanciato l'appello all'unità
Ap

Boeing, completato l'aggiornamento del software: i 737 max sono pronti a volare

La ho annunciato la società in una nota in cui ha dichiarato di aver effettuato test su 207 voli, per oltre 360 ore
Ap

Usa2020, Obama lancia un fondo per finanziare la nomination democratica

L’ex presidente sosterrà i candidati del partito dell’asinello attraverso il "Democratic Unity Fund"

Marco Glaviano: il fotografo delle top model con la passione per il jazz

Fino al 15 giugno 2019, le sue opere esposte alla Space Gallery St Barth/Soho a New York. Il suo lavoro più bello? Ritratti di jazzisti in un libro ancora da pubblicare
Space Gallery St Barth/Soho

Stormy Daniels rinuncia all'ultima causa contro l'ex legale di Trump

La pornostar aveva accusato Micheal Cohen di collusione con il legale che la rappresentava all’epoca dell’accordo da 130mila dollari per il silenzio sui rapporti con il tycooon
Ap