Tillerson non esclude l'ipotesi di armi nucleari agli alleati in Asia

Come deterrente contro la Corea del Nord
AP

Gli Stati Uniti non solo valutano l'opzione militare contro la Corea del Nord, ma non escludono di fornire l'atomica ai loro alleati in Asia orientale. A dirlo è stato il segretario di Stato, Rex Tillerson, parlando con Fox News durante la visita alla zona demilitarizzata tra le due Coree.

Tillerson sta affrontando il suo primo tour in Asia: dopo essere stato in Giappone, è arrivato in Corea del Sud, da dove poi raggiungerà la Cina. Dopo aver detto che gli ultimi venti anni di politica statunitense per risolvere la questione nucleare nordcoreana sono stati "un fallimento" e dopo aver dichiarato che l'amministrazione Trump non esclude l'opzione militare, Tillerson si è rifiutato di escludere l'ipotesi di fornire armi nucleari agli alleati statunitensi nell'area, come deterrente. Alla domanda specifica su questa ipotesi, Tillerson ha risposto che "nulla è escluso dal tavolo". "Lasciatemi essere chiaro: la politica della pazienza strategica è finita" ha detto alla conferenza stampa con l'omologo sudcoreano, Yun Byung-se.

Il passaggio da Obama a Donald Trump, per quanto riguarda l'Asia orientale, registra quindi una svolta che sarà certamente foriera di conseguenze, soprattutto nelle relazioni con la Cina, principale alleato della Corea del Nord e considerata dagli Stati Uniti come la chiave di volta per imporre alla Corea del Nord uno stop alle sue ambizioni nucleari e missilistiche.

Questo nuovo approccio sarà certamente al centro dei colloqui che Tillerson avrà in Cina, il principale alleato della Corea del Nord. Per quanto Pechino non apprezzi l'atteggiamento del riottoso vicino e condanni i test nucleari e missilistici di Kim Jong Un, tuttavia rimane anche fredda all'ipotesi di un inasprimento ulteriore delle sanzioni nei confronti di Pyongyang.

L'eventuale caduta della dinastia dei Kim - della quale Kim Jong Un è il terzo esponente, dopo il fondatore Kim Il Sung e il padre dell'attuale leader Kim Jong Il - potrebbe avere conseguenze devastanti nella Penisola coreana che ricadrebbero anche in parte sulla Cina, interessata piuttosto a consolidare la stabilità alle sue porte di casa. Per questo motivo, Pechino continua a insistere sulla possibilità di ritornare al tavolo delle trattative con la Corea del Nord.

I negoziati a sei (le due Coree, Cina, Russia, Giappone e Stati Uniti), di cui la Cina era stata sponsor, si sono arenati nel 2009 e, da allora, non c'è stata volontà delle parti di tornare a parlarsi. La visita di Tillerson in Cina, in effetti, ha una certa importanza anche perché vuole preparare il terreno per un summit tra Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping, che dovrebbe tenersi il mese prossimo a Mar-a-Lago, l'esclusivo club della Florida che è anche residenza privata del presidente statunitenseamericano. I diplomatici impegnati a spianare la strada al summit, tuttavia, stanno avendo ancora difficoltà nell'affrontare alcuni temi, tra i quali quello più scabroso è, appunto, il dossier nordcoreano.

Altri Servizi

Gli Usa celebrano il Giorno del ringraziamento, mangiando tacchino

Ecco perché ogni presidente di turno, da Lincoln a Trump, ha graziato un esemplare dell'animale.
Official White House Photo / Andrea Hanks

Nel giorno del ringraziamento gli americani (animalisti esclusi) mangiano il tacchino.

La Fed segnala una stretta a dicembre ma l'inflazione preoccupa

C'è chi teme anche la creazione di "squilibri" finanziari dovuti al rally dei prezzi delle varie asset class. Un loro cambio di rotta repentino lederebbe l'economia. Taglio delle tasse visto come più probabile

L'ex medico della nazionale Usa di ginnastica si è dichiarato colpevole di abusi sessuali

Larry Nassar ha ammesso per la prima volta gli abusi su sette ragazzine; ad accusarlo, però, sono più di 130 ex pazienti, tra cui tre campionesse olimpiche

L'assassinio di JFK 54 anni fa. Ecco come reagì Wall Street

Tutto iniziò con un rumor. Poi il selloff. Il New York Stock Exchange chiuse in anticipo. Seduta da panico. Dow Jones -2,9%

Wall Street digerisce i verbali del Fomc

Prevista una stretta a dicembre. Investitori alla finestra alla vigilia del Giorno del ringraziamento
AP

Hacker contro Uber: rubati dati di 57 milioni di utenti

Per Bloomberg il gruppo avrebbe pagato riscatto da 100.000 dollari per far cancellare i dati ai pirati

Disney: la mente creativa di Pixar si prende sei mesi, commessi "passi falsi"

John Lasseter chiede scusa. Donne costrette a voltare la faccia e a ricorrere a stratagemmi per evitare baci e palpeggiamenti
AP

HP perde quota dopo i conti ma le vendite di PC vanno bene

Deludono gli utili annuali, calati a 2,5 miliardi di dollari. Il gruppo ha alzato le stime per l'esercizio 2018

HP Enterprise: Meg Whitman non sarà più Ceo, verso le presidenziali 2020?

Nel 2016 sostenne la candidatura di Clinton nonostante sia storicamente una repubblicana. Per ora, esclude categoricamente una discesa in campo

Oscar di Montigny all'America di Trump: sappia dare risposte

L'autore de "Il tempo dei nuovi eroi" vuole fare rete, anche a New York, per ottenere un nuovo possibile mondo, "più buono, più sano, più genuino"
Oscar di Montigny