Tom Wolfe, autore de "Il falò della vanità", è morto a 88 anni

A lui si deve l'espressione "radical chic" e il New Journalism

Tom Wolfe, il celebre scrittore de "Il falò delle vanità", è morto all'età di 88 anni in un ospedale di Manhattan, New York. La notizia del decesso, avvenuto il 14 maggio, è stata data dal suo agente Lynn Nesbit, secondo cui l'autore era stato ricoverato per polmonite.

Nato a Richmond, Virginia, viveva a New York City da quando nel 1962 entrò a fare parte del New York Herald Tribune come giornalista. Il romanzo del 1987 ha ispirato l'ominimo film con protagonisti Tom Hanks nei panni di un executive di Wall Street e Melanie Griffith in quelli della sua fidanzata avida. Anni dopo ha scritto "A Man in Full" (1998), un'analisi delle relazioni razziali e degli immobiliaristi nel Sud del Paese. Famoso per molti altri testi tra cui "The Right Stuff", a sua volta adattato in un film nel 1983 con Dennis Quaid e Ed Harris, a lui si attribuisce il cosiddetto New Journalism, un modo di fare giornalismo che immerge i lettori nel mezzo di una situazione.

Famoso per l'uso libero dell'onomatopèa con parole volte a riprodurre suoni come "Hehhehheh...innnnhhhh-hunhhh" (presente ne "Il falò delle vanità"), è lui ad avere introdotto nel lessico l'espressione "radical chic".

Celebre anche per i suoi vestiti bianchi fatti su misura, uno stile definito da lui "neo-pretenzioso", Wolfe per anni aveva vissuto una vita relativamente privata nell'appartamento da 12 stanze nel quartiere nell'Upper East Side con la moglie Sheila Wolfe, una graphic designer ed ex art director de "Harper’s Magazine". Lui la sposò quando aveva 48 anni. Hanno avuto due figli Alexandra e Thomas.

Altri Servizi

Los Angeles: è morto Jonathan Gold, critico gastronomico da Pulitzer

Aveva 57 anni, a ucciderlo è stato un cancro al pancreas
Wikipedia

Trump - Clinton, nuovo botta e risposta sul Russiagate

Per la democratica Mosca tornerà all’attacco durante le elezioni di Midterm, per il tycoon ad essere spiata è stata proprio la sua campagna
Ap

Dazi, l'amministrazione Trump si divide sulle auto Ue

Mercoledì la visita di Juncker alla Casa Bianca
Shutterstock

Trump, avvertimento da Rouhani: "La guerra con l’Iran è la madre di tutte le guerre"

Il presidente iraniano ammonisce il tycoon sul perseguimento di politiche ostili contro Teheran
AP

Mnuchin: Usa pronti a togliere le sanzioni al gigante russo Rusal

Il secondo produttore al mondo di alluminio colpito per 'colpa' di Deripaska, il tycoon vicino a Putin coinvolto nelle indagini sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi

Duck boat, una trappola mortale per turisti

La morte di 13 persone in un incidente nel 1999 portò alla pubblicazione di una serie di raccomandazioni per gli operatori sulla sicurezza. Ma poco è cambiato, fino all'incidente di giovedì notte, in cui sono morte 17 persone
Ap

Gli Usa dicono no al referendum nell'Ucraina orientale e stanziano 200 milioni in aiuti per la difesa di Kiev

Putin aveva chiesto a Trump il sostegno per l'organizzazione di un voto nelle regioni separatiste, ma Washington ha respinto l'ipotesi. Gli Stati Uniti, invece, continuano ad appoggiare il governo centrale

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"