Travis Kalanick prossimo a dire addio a Uber?

Il cofondatore del colosso del ride sharing ha liquidato in due mesi quasi il 90% delle sue azioni
AP

Travis Kalanick, cofondatore ed ex amministratore delegato di Uber, ha venduto la stragrande maggioranza della sua partecipazione nel colosso del ride sharing, liquidando negli ultimi due mesi azioni per oltre 2,5 miliardi di dollari. Si tratta del 90% delle quote che gli erano state riconosciute al momento della quotazione in borsa avvenuta lo scorso maggio.

Come scrive il Financial Times, solo nell’ultima settimana Kalanick ha venduto altri 383 milioni di dollari di azioni, riducendo la sua partecipazione in Uber dal 6% dell'Ipo a meno dello 0,5% attuale per un valore di circa 250 milioni di dollari.

La portata e il ritmo costante con cui il top manager sta liquidando le sue azioni ha dato vita ad una serie di speculazioni secondo cui appare probabile che l’ex Ceo sia prossimo a vendere l'intera partecipazione nella società da lui co-fondata prima della fine dell'anno.

Come sottolinea il quotidiano economico, il comportamento di Kalanick potrebbe anche sollevare una serie di domande da parte degli investitori in merito alla sua posizione nel consiglio di amministrazione di Uber i cui membri dovranno affrontare un voto degli azionisti per la rielezione a maggio.

Inoltre, dal punto di vista finanziario, questa serie di vendite lasciano pensare che Kalanick non abbia molta fiducia in una ripresa delle azioni della società nonostante gli sforzi del suo successore, Dara Khosrowshahi, di frenare le perdite e fare pace con i regolatori.

"Quando gli addetti ai lavori, presenti e passati, vendono, normalmente è segno di cattive notizie", ha commentato Meziane Lasfer, professore di finanza presso la Cass Business School di Londra. "È probabile che il mercato lo segua", ha aggiunto Lasfer.

Allo stesso modo, il ricavato di questa (apparente) operazione di sell-out fornisce a Kalanick un enorme liquidità per finanziare la sua nuova impresa, la start-up meglio conosciuta come CloudKitchens. Si tratta di un’azienda con sede a Los Angeles ,che il manager ha acquistato lo scorso anno e di cui adesso è CEO, che permette ai ristoratori di affittare degli spazi-cucina già ottimizzati e rapidamente personalizzabili. Si tratta in sostanza di un "ghost restaurant" pensato solo per la preparazione e la consegna di cibo a domicilio e che si può condividere con altri, ammortizzando cos" le spese.

Kalanick, che già nel 2018 ha venduto in una transazione privata circa 1,4 miliardi di dollari di azioni di Uber a Softbank, quindi prima della quotazione in borsa, ha iniziato a finanziare personalmente l’espansione della sua nuova creatura acquistando immobili in tutto dall’Europa all’Asia passando per il Medio Oriente.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap