Trecento aziende italiane 'invadono' il Fancy Food a New York

Sono la principale presenza internazionale alla più importante fiera del food del Nord America

E’ l’Italia la grande protagonista del Summer Fancy Food Show del 2018, che aprirà il prossimo 30 giugno al 2 luglio al Javits Center di New York City alla presenza del presidente del Senato della Repubblica, Maria Teresa Alberti Casellati.

Alla fiera dedicata alle specialità alimentari e alle bevande, la più grande e importante del Nord America, il Padiglione Italiano si confermerà ancora una volta il più ampio dopo quello Usa: ospiterà oltre 300 aziende (equivalenti al 12% del totale degli espositori) che presenteranno l’intera gamma del Made in Italy agroalimentare sotto l'ombrello del claim "The Extraordinary Italian Taste".

Dopo il restyling dello scorso anno che ha visto rinnovato il layout degli stand, il Padiglione Italia si presenta con un design pensato per dare maggiore comfort a espositori e visitatori che troveranno gli spazi ancora più orientati al business.

E' prevista la seconda edizione dell’Italian Food Awards USA, premio dedicato alle eccellenze italiane che operano negli Usa e che fino al 2016 si era svolto in Europa; il premio è stato istituito dalla rivista Italianfood.net, in collaborazione con Universal Marketing e il sostegno di Specialty Food Association (Sfa) e l'agenzia ICE.

In questa edizione è prevista una nuova area della fiera: nel ‘River Pavilion’, cos" chiamato per la sua splendida vista sull’Hudson River, saranno allestite nove cucine a vista animate a rotazione da 36 aziende italiane, oltre a un Wine bar. Questo spazio, denominato “Experience the Extraordinary Italian Taste” sarà a ingresso limitato a una tipologia di visitatore altamente qualificato.

Phil Kafarakis, presidente della Specialty Food Association, ha dichiarato di non vedere l'ora "di ospitare più di 2.600 aziende che espongono oltre 200.000 specialità nel nostro Summer Fancy Food Show", che rappresenta 54 Paesi.

Maurizio Forte, direttore Agenzia Ice New York e coordinamento Usa, ha spiegato che "il Made in Italy agroalimentare, supportato dagli investimenti pubblici per la promozione, conferma la sua leadership negli Usa, primo mercato di destinazione extraeuropeo per il paniere italiano". Secondo i dati del dipartimento americano del Commercio, le esportazioni italiane del comparto nel 2017 hanno superato 4,8 miliardi di dollari con una variazione del 5,4% rispetto all’anno precedente. "Anche nei primi quattro mesi del 2018, con un incremento del 18,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, l’Italia si conferma primo paese nell’export di vino, olio d’oliva, pasta, formaggi, aceto balsamico e acque minerali", ha confermato Forte.

"Siamo davvero orgogliosi del lavoro svolto, per queste 300 aziende" italiane, ha dichiarato Donato Cinelli, agente unico per l’Italia della Specialty Food Association e produttore dell’Italian Pavilion. "Oggi, gli Stati Uniti rappresentano veramente il luogo ideale per mettere in evidenza il valore e il lavoro delle aziende italiane; il nostro Made in Italy è parte integrante della cultura del bello, qualità da sempre apprezzata e ricercata dal pubblico americano".

L'Agenzia ICE partecipa in collaborazione con Federalimentare, Cibus, Tuttofood e Vinitaly, proseguendo la partnership con Specialty Food Association e Universal Marketing.

Altri Servizi

Cooperare o morire. Facebook smentisce minaccia fatta agli editori

A darne notizia è The Australian, parte della galassia di Rupert Murdoch. Il social network non più interessato a inviare traffico ai gruppi media

Facebook ha smentito quando riportato da un sito australiano, secondo cui al Ceo Mark Zuckerberg "non importa" nulla degli editori e che il social network li lascerebbe morire se non cooperano con il gigante tecnologico. Stando alle indiscrezioni del The Australian, parte della galassia di Rupert Murdoch - il manager responsabile delle partnership nel campo dell'informazione (Campbell Brown) avrebbe messo in guardia i gruppi editoriali che non vogliono lavorare con l'azienda californiana. Lo avrebbe fatto la settimana scorsa durante un incontro a Sidney: "Vi terrò per mano mentre il vostro business muore, come si fa in un hospice". Facebook ha reagito dicendo che i commenti "sono stati decontestualizzati".

Fox "resta impegnato" a comprare Sky: chiuso un anno con utili +49%

I conti dell'ultimo trimestre hanno superato le stime.
iStock

Nei tre mesi chiusi il 30 giugno scorso, 21st Century Fox ha registrato profitti e ricavi superiori alle previsioni degli analisti. Il colosso dell'intrattenimento parte della galassia Murdoch ha così archiviato l'intero anno fiscale con utili attribuibili ai soci di 4,48 miliardi, in rialzo del 49%, e ricavi per 30,4 miliardi (+7%).

AP

Dopo essere stato pesantemente criticato per la serie di tweet controversi (e privi di dettagli) con cui il 7 agosto scorso aveva annunciato di volere delistare Tesla e renderla un gruppo in mani private, il Ceo Elon Musk ha pubblicato un blog post nel tentativo di fornire chiarimenti. Tuttavia gli investitori sono rimasti scettici sul suo piano di buyout.

Trump vuole una Space Force, Pence: "Sarà la sesta forza armata Usa"

Il vicepresidente, parlando dal Pentagono: "Non vogliamo essere solo presenti nello spazio, ma dominare"

Anche lo spazio è un campo di battaglia e per questo è il momento di istituire un esercito spaziale statunitense. Lo ha annunciato il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, con un discorso tenuto al Pentagono per presentare il piano fortemente voluto dal presidente Donald Trump.

I gruppi di private equity si danno ai prestiti

A fine 2017 avevano concesso oltre 500 milioni di dollari ad aziende di medie dimensioni, contro i 300 milioni del 2012

Noti per essere proprietari di aziende, i gruppi di private equity stanno sempre più diventando anche i loro principali creditori. Sono disposti a concedere prestiti laddove le banche non lo farebbero un po' per via di regolazioni più stringenti e un po' per evitare i passi falsi passati.

L'ambasciatrice Mariangela Zappia debutta all'Onu, vede Guterres

La nuova Rappresentante Permanente dell’Italia presso il palazzo di vetro ha presentato le sue credenziali. I temi prioritari per il nostro Paese: pace e sicurezza, diritti umani, sviluppo sostenibile, migrazioni

La Fed avverte Trump: i dazi faranno calare le esportazioni americane

Con essi il presidente Usa vuole ridurre il deficit commerciale della nazione, che però non migliorerà
iStock

Diritti umani, l'alto commissario Onu: parole di Trump "vicine all'incitamento alla violenza"

Zeid Ra'ad al-Hussein: "La sua retorica mi ricorda i tempi bui" del ventesimo secolo

Wall Street, il focus resta sulla Turchia

Giornata economica priva di altri spunti di nota
iStock

La stampa Usa unita per dire a Trump che non è "nemica del popolo"

Su iniziativa del Boston Globe, almeno 100 organizzazioni il 16 agosto pubblicheranno editoriali per criticare la retorica del presidente Usa. Il 43% degli elettori Gop darebbe a Trump il potere di chiudere giornali "cattivi"
Ap