Tribunale federale ferma esecuzione sei sentenze capitali in Arkansas

Sarebbero le prime dal 2005. Erano previste nell'arco di dieci giorni. Disappunto della procura generale dello Stato: tentativi di ostacolare la giustizia.

Lo Stato dell'Arkansas non potrà portare avanti le sei esecuzioni capitali in dieci giorni, previste a partire dal 17 aprile. Un giudice federale ha infatti imposto la sospensione di quello che sarebbe stato un numero senza precedenti per un arco di tempo così breve nella storia moderna degli Stati Uniti.

L'Arkansas prevedeva di iniziare appunto il 17 aprile, meno di due settimane prima della scadenza delle scorte di mosazolam, il sedativo usato per rendere incosciente il detenuto prima dell'iniezione letale. E' probabile che lo Stato faccia ricorso contro la decisione del giudice distrettuale Kristine Baker in modo da potere procedere con la prima esecuzione capitale dal 2005.

"Il tribunale ha stabilito che può essere emessa un'ingiunzione preliminare, basata sui metodi usati per eseguire le sentenze capitali nell'ambito dell'Ottavo Emendamento", si legge nella sentenza del giudice, dando ragione ai nove detenuti che avevano portato il caso all'attenzione del tribunale.

Baker ha dunque confermato l'ordine restrittivo temporaneo che era stato emesso da un altro tribunale locale. La decisione non è piaciuta alla procura generale dello Stato: "E' inopportuno e deprecabile che il giudice federale abbia scelto di stare dalla parte di detenuti in uno dei loro tentativi dell'ultimo minuto di ritardare l'applicazione della giustizia", ha detto Judd Deere, portavoce del procuratore generale dell'Arkansas.

Altri Servizi

Goldman Sachs batte le stime nonostante rallentamento del trading

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%.

Nei tre mesi a giugno Goldman Sachs ha riportato profitti netti sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre l'utile per azione è aumentato del 6%. Il dato è stato superiore alle previsioni, nonostante le difficoltà nelle attività di trading. Goldman si inserisce dunque nel solco delle rivali, come JPMorgan Chase e Citigroup, che hanno visto rallentre il trading. 

Apple: voci di ritardi, niente iPhone 8 fino a novembre?

Secondo indiscrezioni di stampa, ci sono problemi con i sensori 3D per il riconoscimento del volto

Il tanto atteso iPhone 8 potrebbe non arrivare nei negozi fino almeno a novembre a causa di ritardi nella produzione. È quanto sostiene il quotidiano cinese Economic Daily News, ripreso dal sito taiwanese DigiTimes. Se le indiscrezioni, che ricalcano le preoccupazioni degli analisti a Wall Street, fossero confermate, il nuovo modello dello smartphone realizzato da Apple non verrebbe lanciato a settembre, come successo per tutti i modelli precedenti.

Rally del titolo Netflix: boom degli utenti

Il sito di video in streaming ha registrato ricavi e guidance superiori alle stime
iStock

Il titolo Netflix nel dopo mercato a Wall Street ha viaggiato a livelli record grazie alla pubblicazione di una trimestrale caratterizzata da un boom di nuovi utenti e ricavi superiori alle stime. Anche le guidance sono risultate migliori del previsto.

Amazon vuole trasformarci in chef. Blue Apron a picco a Wall Street

Depositato uno slogan di otto parole che fa capire come il colosso voglia vendere kit per preparare un pasto, come quelli distribuiti dalla piccola azienda

Dai supermercati ai kit per preparare un pasto completo. Dopo aver annunciato di voler acquistare il gruppo Whole Foods, operazione su cui il governo Usa ha acceso un faro, Amazon si avventura in un mercato nuovo: in pratica, il colosso americano del commercio elettronico punta a trasformare i suoi consumatori in chef.

Sconfitta per Trump su Obamacare, Senato non ha voti per abrogare e sostituire la riforma

I repubblicani, che hanno ammesso la sconfitta, pensano ora alla possibilità di mettere a punto un testo che cancelli solamente l'Affordable Care Act, senza sostituirlo.

Per il momento l'Obamacare resta, in quella che ha tutto il sapore della sconfitta per il presidente Donald Trump. I leader repubblicani al Senato hanno gettato la spugna e abbandonato gli sforzi per abrogare e contemporaneamente sostituire ampie parti dell'Affordable Care Act, la riforma della sanità voluta da Barack Obama.

Riforma sanitaria, McCain convalescente inguaia i repubblicani

Operato all'occhio, avrà bisogno di almeno una settimana di riposo. Ma il suo voto è necessario in Senato per far andare avanti l'iter per il Trumpcare

L'operazione all'occhio a cui è stato sottoposto il senatore statunitense, John McCain, è stata più delicata del previsto e la sua convalescenza durerà almeno una settimana. Una notizia per niente positiva per il Grand Old Party, che ha bisogno della presenza di McCain in Senato per votare la riforma sanitaria presentata la scorsa settimana, già a rischio di bocciatura. I leader del partito, inoltre, temono che il rinvio della votazione procedurale per portare la discussione in Aula permetta al fronte contrario al testo di rafforzarsi. Più sarà ritardata, più aumenteranno le possibilità di un nuovo fallimento.

KKR indica i successori dei suoi fondatori

Mossa storica per il settore di riferimento. A Scott Nuttall e Joseph Bae la gestione quotidiana del gruppo. Henry Kravis e George Roberts restano co-Ceo

Per la prima volta nella sua storia, la società di private equity KKR ha indicato i successori ai suoi fondatori. La mossa rappresenta una novità per il settore di riferimento, dove prevale la segretezza sui piani di successione.

Bnp Paribas: multa Fed da 246 milioni di dollari per pratiche sui cambi

Secondo la banca centrale Usa, il gruppo ha fallito nella supervisione. L'istituto di credito francese si pente. Pagherà con accantonamenti esistenti

Una multa di 246 milioni di dollari. E questo l'ammontare della pena pecuniaria decisa dalla Federal Reserve contro BNP Paribas e alcune sue controllate americane. Secondo la banca centrale Usa, l'istituto di credito francese è reo di "pratiche non sicure e non solide nei mercati dei cambi".

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali

Questa settimana sono attesi i conti di 70 aziende quotate a Wall Street
AP