Trono di spade, il modello matematico che predice chi vive e chi muore

Attraverso l’analisi delle interazioni tra i personaggi un ricercatore ha effettuato uno studio probabilistico sulla serie tv

Il successo planetario del Trono di Spade, la nota serie tv americana ideata da David Benioff D.B. Weiss e prodotta da Hbo arrivata alla sua settima stagione, è ormai certificato. Ovunque si possono scovare riferimenti al mondo immaginario dove la terra è divisa nei due continenti di Westeros ed Essos dove le varie casate sono in lotta per l'agognato trono di spade.

Ebbene il successo planetario di Game of Thrones ha portato la serie tv addirittura ad essere studiata dal punto di vista matematico per predire quale tra i 94 personaggi della saga vivrà e quale invece morirà. Come riporta Marketwatch, Milan Janosov, un dottorando di Budapest, ha creato una gigantesca banca dati che descrive e studia le interazioni tra i vari personaggi della serie televisiva durante le prime sei stagioni.

Janosov ha poi applicato il sistema del Machine Learning (o apprendimento automatico) per trovare la miglior correlazione tra tali interazioni e le morti avvenute nelle suddette stagioni ottenendo un affidabilità del 72%. Una percentuale non vicinissima alla perfezione, certo, ma va detto che questo tipo di studio è stato applicato ad una serie tv dove c’è un fattore d’imprevedibilità molto alto dato dalla capacità e dalla volontà di stupire degli sceneggiatori. D’altronde anche gli operatori di mercato sanno che modelli di analisi del genere hanno abilità limitate quanto subentrano fattori irrazionali.

In ogni caso le previsioni effettuate da Janosov e dal suo sistema non lasciano ben sperare i fan del Trono di Spade visto che due dei personaggi più amati hanno percentuali altissime di morire prima del gran finale. Danaerys Targaryen, la la regina dei draghi interpretata da Emilia Clarke, ha il 91% di probabilità di morire mentre quelle della giovane Arya Stark, interpretata a sua volta da Maisie Williams, sono dell’84%.

Tra i Lannister invece la perfida Cercei (Lena Headey) ha il 65% di possibilità di vivere, cosa che, se accadesse, segnerebbe una delle più grandi sorprese della storia delle serie Tv. Va detto però che uno dei motivi per cui il Trono di Spade ha così tanto successo è proprio la capacità di stupire con gli stravolgimenti repentini della propria trama nonché per il modo freddo di far morire personaggi popolari. Proprio per questo la morte di Khaleesi e Arya sarebbero in linea con il resto della storia.  

Altri Servizi

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito l'Unione europea un "nemico" degli Stati Uniti in un'intervista a seguito di un incontro controverso la scorsa settimana con gli alleati della NATO.

Trump: incontro con Putin un successo, anche secondo l'intelligence

Ieri, la marcia indietro: "Non ho motivi per non credere all'intelligence" sulla colpevolezza della Russia per le ingerenze nelle elezioni

"Così tante persone ai più alti livelli dell'intelligence hanno amato la mia performance alla conferenza stampa di Helsinki. Putin e io abbiamo discusso di molti argomenti importanti durante il nostro incontro. Siamo andati molto d'accordo e questo ha veramente dato fastidio a molti 'haters' che volevano vedere un incontro di pugilato. Grandi risultati arriveranno!". Questo il primo tweet di giornata del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, tornato a commentare il bilaterale con il presidente russo, Vladimir Putin, e la controversa conferenza stampa.

La settimana americana (ovvero, Trump incontra Putin)

Lunedì sarà il giorno dei giorni. Il presidente americano incontra quello russo. Poi è tutto in discesa, con tantissime trimestrali a Wall Street, la Fed e Facebook al Congresso
AP

Lunedì sarà il giorno più atteso degli ultimi mesi per la politica internazionale. Donald Trump incontra Vladimir Putin a Helsinki, in Finlandia. La Casa Bianca ha detto che i due presidenti discuteranno di Medio Oriente, Ucraina e di interferenze russe nelle elezioni americane del 2016. Uno dei punti fondamentali è l'annessione russa della Crimea, che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto e su cui Trump ha lasciato una apertura: "Vedremo". Tra l'arto, il presidente Usa insiste nel voler affrontare parte del colloquio da solo con Putin, cosa che sta preoccupando molto l'amministrazione Usa, visto che Putin è un ex agende del Kgb, con decenni di formazione alle spalle. 

L'ultimo Blockbuster d'America

Si trova a 120 chilometri da Portland, in Oregon. Tra poco - quando chiuderanno i due negozi dell'Alaska - rimarrà solo.

Il negozio Blockbuster a Bend, in Oregon, ha una strategia chiara: vuole resistere e fare da argine all'espansione dei servizi di streaming digitale come Netflix e HBO, che permettono ai clienti di non alzarsi dal divano per vedere un film. Ma è rimasto solo.

Sanzioni all'Iran, gli Usa non concederanno esenzioni alle società europee

Washington respinge la richiesta di Regno Unito, Francia e Germania. "Faremo una pressione finanziaria senza precedenti sul regime iraniano"

Gli Stati Uniti hanno respinto l'appello di Regno Unito, Francia e Germania, che chiedevano ampie esenzioni alle aziende europee per fare affari con l'Iran, e andranno avanti con la loro volontà di imporre sanzioni per esercitare pressioni economiche "senza precedenti" sul regime di Teheran. Lo hanno detto funzionari statunitensi ed europei a Nbc News.

Microsoft chiede la Congresso di regolare il riconoscimento facciale

In un post sul blog del colosso, il presidente Brad Smith chiede un intervento della politica
AP

Microsoft vuole che il governo degli Stati Uniti inizi a pensare a quali limiti dovrebbero essere impostati sull'uso della tecnologia di riconoscimento facciale. In un post sul suo blog,  Microsoft ha anche affermato di essere in contatto con gruppi esterni per definire le proprie politiche su come utilizzerà e venderà questa tecnologia.

Wall Street, attenzione rivolta al dato sull'inflazione

Occhi puntati anche sulle dispute commerciali
iStock

Trump: vertice con Putin "anche meglio" di quello con la Nato

Il presidente Usa non cede di fronte alle critiche e rilancia, come sempre su Twitter
AP

Il vertice con Vladimir Putin è andato "anche meglio" di quello con gli alleati della Nato. Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, rispondendo così alle critiche per il suo bilaterale con il collega russo. "Anche se ho avuto un grande incontro con la Nato, ottenendo una grande quantità di denaro, ho avuto un incontro persino migliore con Vladimir Putin. Purtroppo, non è stato riportato in questa maniera. Le Fake News stanno impazzendo!".

Migranti, l'amministrazione Trump accelera per riunire 2.551 bambini ai genitori

Separati come conseguenza della 'tolleranza zero' al confine nei confronti degli irregolari
Immigration and Customs Enforcement

L'amministrazione Trump ha annunciato che riunirà ai genitori i 2.551 bambini migranti separati nelle passate settimane - dopo aver oltrepassato irregolarmente il confine tra Messico e Stati Uniti -in ottemperanza dell'ordine di un tribunale federale di farlo entro il 26 luglio. Lo riporta Politico.

Messico, la prossima crisi arriverà da Sud

Il presidente eletto Lopez Obrador potrebbe entrare in contrasto con Donald Trump sull'immigrazione. Il rischio è che ne esca perdente
iStock

Dopo la vittoria di Andres Manuel Lopez Obrador alle elezioni presidenziali messicane, i mercati si sono concentrati sulle prospettive economiche di un Paese che rischia la crisi finanziaria. Eppure, il primo e più grande problema della futura amministrazione, in carica dal primo dicembre, potrebbe essere l'immigrazione dall'America Centrale, come scritto da Shannon O'Neil, senior fellow per gli Studi sull'America Latina del Council on Foreign Relations.