Trump ai repubblicani: "Aspettiamo le elezioni per approvare la legge sull'immigrazione"

Il presidente ha attaccato ancora i democratici. Nancy Pelosi ha detto che la proposta di legge dei repubblicani "è un compromesso con il diavolo"
iStock

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha ripreso questa mattina gli attacchi su Twitter contro i democratici sull'immigrazione, dopo il rinvio alla prossima settimana della votazione su una proposta di legge repubblicana, per cui al momento mancano i voti necessari all'approvazione.

"Anche se prendessimo il 100% dei voti repubblicani in Senato, avremmo bisogno di 10 voti democratici per la legge sull'immigrazione di cui abbiamo così bisogno, ma i democratici fanno ostruzionismo per motivi politici e perché a loro non importa del crimine che arriva dal confine! Per questo abbiamo bisogno di eleggere più repubblicani!". In un secondo tweet, Trump ha scritto: "Eleggete più repubblicani a novembre e passeremo la migliore, più giusta e onnicomprensiva legge sull'immigrazione del mondo. Ora abbiamo la peggiore e la più stupida. I democratici non fanno nulla, se non ostacolarci. Ricordate il loro motto, 'RESISTERE!'. Il nostro è 'PRODURRE'!".

"I repubblicani dovrebbero smettere di perdere il loro tempo sull'immigrazione finché non eleggeremo più senatori e deputati a novembre. I democratici stanno solo giocando, non hanno intenzione di fare nulla per risolvere questo decennale problema. Potremo approvare una grande legge dopo l'Onda Rossa (rosso è il colore dei repubblicani, ndr)!".

Ieri, la Camera ha bocciato una delle due proposte sull'immigrazione, quella più conservatrice; il voto sull'altra, appoggiata dai leader del partito, è stato rinviato alla prossima settimana. La proposta finanzierebbe il muro al confine, ridurrebbe l'immigrazione legale, permetterebbe ai migranti bambini senza documenti di restare con i genitori in detenzione e garantirebbe un percorso verso la cittadinanza per i Dreamers, gli immigrati entrati irregolarmente quando erano bambini, protetti finora dal programma Daca voluto dall'allora presidente Barack Obama e cancellato da Trump (ma la sua decisione è bloccata in tribunale). Anche con l'approvazione alla Camera, il futuro della legge sarebbe incerto in Senato.

Ieri, la leader della minoranza democratica, Nancy Pelosi, ha accusato gli avversari politici di promuovere la crudeltà nei confronti dei bambini al confine e ha dichiarato che la proposta di legge 'moderata' del partito repubblicano alla Camera è un accordo "con il diavolo". Pelosi ha sottolineato in Aula che la proposta, frutto di un compromesso interno al partito repubblicano, non è stata discussa insieme ai democratici: "Non sono mai stati interessati a una proposta bipartisan. Parlano di compromesso, ma non è un compromesso. Forse è un compromesso con il diavolo, ma non con i democratici. Le loro proposte sono contro le famiglie, perpetuano la detenzione dei bambini e indeboliscono le protezioni esistenti".

Mercoledì, Trump ha firmato un ordine esecutivo per permettere alle famiglie di immigrati irregolari entrati negli Stati Uniti di restare unite, anche durante la detenzione, a tempo indeterminato; l'azione esecutiva, però, non fa nulla per gli oltre 2.300 bambini già separati dai genitori per effetto della 'tolleranza zero' dell'amministrazione e potrebbe inoltre essere sfidata in tribunale, visto che una sentenza del 1997, che ha poi influenzato la normativa statunitense, prevede che i bambini non possano essere detenuti per più di 20 giorni.

Altri Servizi

L’euforia del mercato azionario statunitense è razionale?

L'analisi di Didier Saint-Georges, managing director e membro del comitato investimenti di Carmignac
Carmignac

di Didier Saint-Georges*

A Wall Street piace la marijuana: performance 'stupefacente' di Tilray

Il titolo del produttore canadese arrivato a guadagnare fino al 94%. Dall'Ipo di luglio +1.100% circa. Il gruppo punta sul beverage e sul pharma

Tilray, produttore canadese di cannabis, ha appena archiviato una seduta sull'ottovolante a Wall Street, confermando una performance 'stupefacente' da quando il gruppo si è quotato sul Nasdaq il 19 luglio scorso. Da allora, quando debuttò il borsa a 17 dollari, l'azione che oggi ha raggiunto un record intraday a 300 dollari ha guadagnato oltre il 1.100%.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Facebook verificherà l'autenticità di video e foto

Attenzione non solo ad articoli e link. Ricorrerà a segnalazioni di utenti e tecnologia per individuare "nuovi formati visuali di disinformazione"

Continuano gli sforzi di Facebook volti a individuare i contenuti falsi che circolano sulla sua piattaforma. Con l'aiuto di persone e strumenti tecnologici, il social network verificherà l'autenticità di immagini e video testati.

Bitcoin: verso standard globali contro il riciclaggio, boom di mining illecito

La Financial Action Task Force punta a un quadro normativo uniforme. La Cyber Threat Alliance lancia l'allarme sulla generazione illegale di valite digitali

Sono sempre più vicini gli standard globali contro il riciclaggio di denaro realizzato attraverso criptovalute. La Financial Action Task Force (FATF) creata a questo proposito si riunirà a ottobre e c'è ottimismo affinché venga trovata un'intesa su una serie di standard. "E' essenziale che vengano fissati degli standard globali da usare in modo uniforme", ha dichiarato Marshall Billingslea, il presidente della FATF mentre la Cyber Threat Alliance pubblicava un rapporto secondo cui gli hacker stanno generando illegalmente Bitcoin, Monero e altre valute digitali attraverso uno strumento (Eternal Blue) sviluppato presumibilmente dalla National Security Agency per sfruttare falle di un software Microsoft.

Nafta: Usa e Canada tornano a trattare

Sembra difficile che un accordo possa essere raggiunto entro la scadenza del 30 settembre
AP

A Washington sono ripresi i negoziati tra Usa e Canada per riscrivere il North American Free Trade Agreement (Nafta), l'accordo di libero scambio siglato nel 1994 e che include anche il Messico. E' stato il presidente americano, Donald Trump, a spingere affinché il Nafta - giudicato "l'accordo peggiore di sempre" - fosse rivisto.

Wall Street non teme i nuovi dazi Usa contro la Cina

I mercati sembrano reagire bene alla nuova mossa del presidente Trump
iStock

Jack Ma 'tradisce' Trump: Alibaba non creerà più 1 mln di posti di lavoro in Usa

La promessa si fondava su "partnership amichevole tra Usa e Cina e relazioni commerciali razionali"
ap

La Cina ammette: in "difficoltà" ma no a svalutazione yuan, unilateralismo inutile

Il premier cinese Li Keqiang parla all'indomani dell'annuncio di nuovi dazi con cui Usa e Pechino si sono colpiti a vicenda

Wall Street, nessun contraccolpo dal nuovo capitolo dello scontro Usa-Cina

I due Paesi continuano a sfidarsi a colpi di dazi
iStock