Trump apre a soluzione diplomatica con la Corea del Nord. "Ho buon rapporto con Kim"

In una intervista con il Wall Street Journal, dallo studio ovale. Il presidente americano accusa Bannon di tradimento e promette un piano per le infrastrutture da 200 miliardi di dollari

Dopo mesi di attacchi diretti e minacce, adesso sembra che Donald Trump sia pronto a una soluzione diplomatica con la Corea del Nord, con cui il presidente americano avrebbe sviluppato buoni rapporti, nonostante le apparenze. Lo si legge in una intervista rilasciata da Trump al Wall Street Journal, in cui sostiene di avere "probabilmente un ottimo rapporto con Kim Jong Un", il leader della Corea del Nord.

Trump tuttavia non ha voluto dire se ha mai avuto un colloquio con Kim: "Non voglio fare commenti su questo. Non sto dicendo che lo ho avuto o non lo ho avuto (il colloquio). E' solo che non voglio commentare".

Le parole di Trump arrivano in un momento di massima tensione con la Corea del Nord, che continua a non ascoltare gli appelli della comunità internazionale che chiede a Pyongyang di porre fine ai test nucleari. La Corea del Nord inoltre non ha alcun rapporto diplomatico formale con gli Stati Uniti, anche se non è da escludere che ci siano stati incontri segreti tra le delegazioni dei due Paesi.

Ma Trump non ha solo parlato di Corea del Nord, nel corso di una intervista di 45 minuti nell'Ufficio Ovale della Casa Bianca. Il presidente americano ha infatti discusso del Messico, che "pagherà il muro" che Trump vuole costruire lungo il confine. Sul Nafta invece ha ancora un volta minacciato di voler porre fine all'accordo di libero scambio se Messico e Canada non riusciranno ad arrivare "a un'intesa conveniente per gli Stati Uniti. Un accordo di Trump", ha detto.

Il presidente ha attaccato il suo ex stratega, Steve Bannon, accusandolo di tradimento, ma lasciando aperta una porta. "Non conosco il significato della parola 'per sempre'".

Infine Trump ha discusso dei progetti del suo governo per i prossimi mesi, dopo l'approvazione della riforma fiscale. Il presidente ha parlato del pacchetto per rilanciare le infrastrutture americane, sostenendo che si trova al primo posto della sua agenda dei prossimi mesi. Trump aveva promesso un piano per le infrastrutture entro la scorsa estate. Adesso il presidente sostiene di voler trovare 200 miliardi di dollari federali per le strade e i ponti degli Stati Uniti.

Altri Servizi

Bruce Springsteen e Taylor Swift arrivano su Netflix

I concerti di The Boss al teatro Walter Kerr di New York e il tour Usa "Reputation" disponibili sul sito di video in streaming
iStock

Il mercato immobiliare a New York scricchiola ma tiene (per ora)

Effetto Trump e l'arrivo di Amazon con il secondo quartier generale. Intervista ad Andrea Pedicini, 36enne di Pordenone e agente immobiliare in Usa dal 2010

La riforma fiscale di Trump: le opportunità entro il 2018

Strategie di pianificazione per massimizzare il risparmio con il Tax Cuts and Jobs Act
AP

La leadership rosa di Deloitte in Usa verso la fine

Cathy Engelbert è stata la prima donna alla guida di una delle Big Four della revisione contabile in America. Il cda del gruppo ha nominato il numero uno delle attività contabili come prossimo Ceo.

L'esodo dalla Casa Bianca di Trump

Dopo un numero di addii record nel primo anno di presidenza, l'ultimo ad andarsene è Ryan Zinke, ministro degli Interni

Wall Street torna sui livelli di aprile, si teme frenata dell'economia mondiale

Tutti e tre gli indici principali in correzione. Dati deludenti dalla Cina e dall'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP

Lamborghini: nel 2019 raddoppierà le vendite in Usa grazie al super Suv Urus

Il 2018 sarà l'ottavo anno da record. Il Ceo Domenicali: nuove possibilità per il marchio e i clienti. Il responsabile delle Americhe: il 70% dei clienti è nuovo per il gruppo
Lamborghini

Cohen, ecco perché il silenzio comprato è una donazione illegale a Trump

L' ex avvocato del presidente ha violato una legge federale sui finanziamenti elettorali. E lo ha fatto per proteggere la candidatura del suo capo
AP

Wall Street messa a tappeto da timori sulla crescita economica mondiale

I dati cinesi sotto le attese preoccupano gli investitori. Male anche quelli dell'Europa. Sale l'attesa per la riunione della Fed
AP
Starbucks