Trump 'apre' sul clima: "L'accordo di Parigi? Qualcosa potrebbe succedere"

Il presidente Usa in conferenza stampa con l'omologo francese, Macron. I due leader hanno discusso anche di terrorismo e commercio

"Qualcosa potrebbe succedere sull'accordo di Parigi, vedremo cosa succederà. Se succederà sarà fantastico. Altrimenti, andrà bene ugualmente". Cos" il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha risposto a una domanda sull'accordo sul clima di Parigi, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo francese, Emmanuel Macron, all'Eliseo, a Parigi, aprendo quindi a nuovi scenari, anche se non è chiaro quali potrebbero essere. Trump ha ribadito l'impegno degli Stati Uniti "a rimanere leader nella tutela dell'ambiente", ferme restando le divergenze con gli altri Paesi sulla strategia da seguire, come dimostrato dall'uscita degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi. Poco prima, Macron aveva detto che lavorerà con Trump sul clima e che capisce le ragioni del presidente degli Stati Uniti, che vuole difendere l'occupazione e l'economia degli Stati Uniti. Parigi, ha detto Macron, resta "impegnata" nell'intesa di Parigi.

Per il resto, dopo aver iniziato il discorso ricordando che Stati Uniti e Francia sono "uniti per sempre dallo spirito della rivoluzione e dalla lotta per la libertà. La Francia è stato il nostro primo alleato", Trump ha parlato di terrorismo: "Affrontiamo nuove minacce da regimi malvagi e dai governi che li finanziano [...] Dobbiamo essere forti per difenderci dalle minacce che arrivano dall'esterno".

Gli Stati Uniti e la Francia "resteranno uniti contro i nemici dell'umanità", facendo fronte alla minaccia terroristica e combattendo regimi come quello in Corea del Nord, Siria e Iran, ha dichiarato Trump, che ha discusso di "misure per rafforzare la lotta contro il terrorismo" con Macron. Trump ha sottolineato che "le nazioni occidentali devono affrontare sfide" e lo faranno stando fianco a fianco, ferme restando le divergenze tra i vari Paesi. "Viviamo in un mondo complesso e dobbiamo tenerne conto" ha detto Trump. A proposito della liberazione di Mosul dall'Isis, ha detto: "Dobbiamo lavorare con l'Iraq per assicurare che la vittoria resti una vittoria, non come l'ultima volta".

Macron ha detto che la "destituzione di Bashar al-Assad non è un prerequisito" per le iniziative diplomatiche francesi a favore di una soluzione politica in Siria, ma ha tenuto a rimarcare che "non vogliamo che siano usate armi chimiche; in caso contrario, ci sarà rappresaglia diretta". Francia e Stati Uniti, ha proseguito, sono decise a perseguire "iniziative diplomatiche" per una "stabilità politica della Siria". "Vogliamo iniziare a creare un gruppo di contatto per intervenire in modo più efficace a sostegno delle Nazioni Unite, per poter costruire una roadmap politica dopo la guerra in Siria, dove sono indispensabili soluzioni politiche inclusive". Il gruppo di contatto comprenderà "i membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell'Onu e altre potenze regionali interessate dal conflitto, e ovviamente ci saranno i rappresentanti di Assad e quelli dell'opposizione".

Su Libia e Sahel c'è una "determinazione comune" a favore della stabilità, ha proseguito Macron, riferendo di una "visione congiunta e di una volontà di agire in modo chiaro per lottare contro le forme di destabilizzazione". In Libia, ha aggiunto Macron, "spero di portare avanti iniziative diplomatiche forti per la stabilità".

Poi, si è parlato di commercio: "Non siamo diventati grandi attraverso la regolamentazione" ha detto Trump, appoggiando la richiesta di Macron di avere "meno burocrazia". "Dobbiamo ottenere accordi commerciali reciproci e giusti" ha detto Trump.

Non poteva poi mancare la domanda sul Russiagate (ammesse solo quattro domande, dopo i discorsi dei due leader). Donald Trump Jr. è "un uomo fantastico", secondo il presidente statunitense. A proposito dell'incontro del figlio con un'avvocata russa, Natalia Veselnitskaya, ha detto che si è trattato di un incontro per ricevere informazioni e che la maggior parte delle persone vi avrebbe partecipato, confermando quindi quanto già detto sull'argomento. Trump ha poi detto che il figlio ha parlato con l'avvocata russa di adozioni e che la stampa ha costruito un caso sul nulla. "È un grande e giovane uomo, è una brava persona [...] Nulla è venuto fuori dall'incontro" ha aggiunto. Trump ha poi accusato l'amministrazione Obama, che ha permesso all'avvocata russa di essere negli Stati Uniti con un permesso speciale, come emerso oggi da un articolo di The Hill.

Infine, una domanda sui rapporti con la Cina. Il presidente cinese, Xi Jinping, è "un grande uomo", secondo Trump, ma Pechino "potrebbe fare di più" sulla Corea del Nord, che rappresenta una minaccia con i suoi propositi nucleari. Per quanto riguarda invece le questioni commerciali, Trump ha spiegato di "essere al lavoro su accordi commerciali con la Cina".

Altri Servizi

Irma rallenta e vira verso Tampa, ma Miami in pericolo. Il governatore Scott: rischio potenzialmente mortale

Complessivamente, secondo gli esperti, Irma potrebbe lasciarsi alle spalle danni per oltre 200 miliardi di dollari, di cui 135 miliardi solo in Florida. Circa 9 milioni di persone potrebbero restare senza energia elettrica. Coprifuoco a Miami.
Ap

Ray Dalio punta sulla Cina: Bridgewater studia creazione maxi fondo

Bridgewater già gestisce miliardi di dollari investiti fuori dal Paese della Muraglia da istituzioni cinesi e dal Governo di Pechino.

La pizzeria diventa scuola di formazione anche in streaming e sui social

In un momento che si conferma favorevole per i prodotti Made in Italy all'estero, non più solo un simbolo dell'italianità, ma sempre più spunto culturale e turistico. L'esempio di Keste Pizza a New York.
Keste Pizza

Sale bilancio vittime terremoto in Messico, prosegue ricerca superstiti

Il presidente Enrique Pena Nieto, che ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale, si è recato nelle zone terremotate dello stato di Oaxaca.
AP

Irma tocca terra a Cuba e marcia verso la Florida

Lo stato della Florida ha ordinato l'evacuazione di 5,6 milioni di persone mentre il potente uragano Irma minaccia la zona sudorientale Paese. Allarme anche in South Carolina e in Georgia.
White House

I resort di Trump sulla rotta dell'uragano Irma

Mar-a-Lago, la "Casa Bianca d'inverno", dovrebbe resistere ai forti venti grazie anche all'uso di pietra italiana nella sua costruzione. Altri tre club a rischio in Florida. Se subirà danni, il presidente potrà accedere a fondi federali

Florida, curatore della casa-museo di Hemingway si rifiuta di lasciare le Key West

Si trova sulle isole a sud di Miami dove l'uragano Irma dovrebbe arrivare entro domenica. la casa fu residenza dello scrittore dal 1931 al 1939

I nazionalisti bianchi d'America amano Bashar al Assad

Ha la stessa visione di società "in salute" e "omogenea" che hanno i nazisti negli Stati Uniti
iStock

Equifax: oltre la metà degli americani colpita dal mega attacco hacker

Sono 143 milioni. Lo Stato di New York avvia un'inchiesta sull'intrusione dei pirati informatici nell'agenzia di controllo dei crediti. Verso audizione in commissione parlamentare. Titolo soffre seduta peggiore da 18 anni
Shutterstock

Uragano Irma, il governatore della Florida: "Il tempo per scappare sta per finire"

Ripetuti appelli delle autorità a lasciare le zone a rischio. La Fema: "In Florida mai vista una tempesta così". Sarà il quinto uragano a colpire la Florida con venti oltre 241 km/h
Ap