Trump autorizzò l'uccisione di Soleimani 7 mesi fa

Il presidente contro Dem e media: "Fatto quello che andava fatto da 20 anni. Ma vogliono farlo passare per un ragazzo magnifico"
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, avrebbe autorizzato l'assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani sette mesi fa. Lo riporta la Nbc, citando attuali ed ex funzionari dell'amministrazione. A giugno, Trump avrebbe firmato una direttiva presidenziale, fornendo l'autorizzazione per l'operazione in caso di azioni aggressive iraniane, che prevedeva comunque l'assenso finale del presidente prima di qualsiasi operazione specifica per uccidere Soleimani

Questo spiegherebbe perché l'assassinio di Soleimani fosse tra le opzioni che i militari hanno presentato a Trump due settimane fa per rispondere all'attacco, in Iraq, di milizie sostenute dall'Iran, che ha provocato un morto e quattro feriti tra gli statunitensi. In questo caso, però, perderebbe forza la giustificazione per cui Soleimani sarebbe stato ucciso per una "minaccia imminente" contro gli Stati Uniti, come più volte affermato da Trump e dalle altre più alte cariche del governo. A giugno, secondo le fonti della Nbc, l'allora consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, invitò Trump ad autorizzare l'operazione per uccidere Soleimani dopo che un drone statunitense era stato abbattuto dall'Iran. Anche il segretario di Stato, Mike Pompeo, era d'accordo.


L'attacco del presidente

Nel corso della giornata,  Trump, ha attaccato i democratici e i media per i dubbi e le critiche espresse sul raid con cui è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani. "I democratici e le Fake News - ha scritto su Twitter - stanno cercando di trasformare Soleimani in un ragazzo magnifico, solo perché io ho fatto quello che si doveva fare da 20 anni. Qualsiasi cosa faccia, che riguardi l'economia, le forze armate o altro, sarà disprezzato dalla sinistra radicale, dai democratici che non fanno nulla!". "I media Fake News e i loro alleati democratici stanno lavorando duramente per valutare se l'attacco del terrorista Soleimani fosse 'imminente' o no, e se la mia squadra fosse d'accordo. La risposta a entrambe è un deciso sì, ma non ha nemmeno importanza visto il suo orribile passato!" ha scritto in un altro tweet.


Pompeo non testimonierà

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, non testimonierà all'udienza sull'Iran in programma domani alla commissione Esteri della Camera. Lo ha annunciato il presidente della commissione, il democratico Eliot Engel, che si è detto "deluso" e "frustrato". I democratici continuano a nutrire dubbi sui motivi che hanno portato a compiere il raid in cui è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani e sulla natura delle notizie d'intelligence che avrebbero spinto l'amministrazione ad agire in base a una "minaccia imminente". Engel, in un comunicato diffuso, ha scritto che Pompeo dovrebbe "accogliere favorevolmente" l'opportunità di testimoniare e chiarire la posizione dell'amministrazione. Secondo il programma pubblico di Pompeo, il segretario di Stato sarà impegnato in California fino a mercoledì. All'audizione alla Camera testimonieranno esperti come il presidente del Council on Foreign Relations, Richard Haass, Avril Haines del Brookings Institution e l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Stephen Hadley.

Altri Servizi

Coronavirus, Fauci: "Negli Usa temiamo milioni di casi, potremmo avere tra i 100mila e i 200mila morti"

Il celebre immunologo americano ha parlato alla Cnn dove ha spiegato che la capacità degli Usa di fare test è piuttosto debole
Flickr

Gli Stati Uniti potrebbero, con molta probabilità arrivare ad avere "milioni di casi di coronavirus" mentre il bilancio delle vittime potrebbe addirittura oscillare tra i "100mila e i 200mila morti". A dirlo è Anthony Fauci, l’immunologo americano direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (Niaid) del National Institutes of Health (Nih) nonché uno degli uomini chiave della task force della Casa Bianca contro il coronavirus.

Coronavirus, Pelosi attacca Trump: "Il suo negazionismo è costato vite umane"

Attacco della speaker democratica al tycoon durante un’intervista alla Cnn
Ap

Coronavirus, in California raddoppia in un giorno il numero di pazienti in terapia intensiva

Sono passati da 200 a 410 in meno di 24 ore, lo ha annunciato il governatore Gavin Newsom
Wikipedia

Coronavirus, oltre 2mila morti negli Stati Uniti. Trump rinuncia alla quarantena per New York

Il presidente americano impone delle limitazioni per provare a contenere i contagi dopo che negli Usa sono più di 120mila i casi
White House /Shealah Craighead

Coronavirus, Cuomo: "Prepararsi alla guerra". Trump pensa a una quarantena per New York

Il governatore dello Stato più colpito ribadisce l'urgenza di posti letto e respiratori e fornisce gli ultimi dati: 7.328 malati in ospedale, 1.755 in terapia intensiva, 728 morti (209 nelle ultime 24 ore). "Quarantena? Non ne so nulla" ha risposto
iStock

Trump e il coronavirus: tra salute pubblica ed economia si gioca il futuro da presidente

'The Donald' preme per far ripartire gli Stati Uniti al più presto, per paura che il crollo dell'economia possa costargli la rielezione. Potrebbe però far aggravare la crisi sanitaria, che non gli sarebbe perdonata dagli americani
General Electric

È legge lo storico piano di aiuti da 2.000 miliardi, in Usa oltre 100.000 casi di coronavirus

Venerdì, l'approvazione alla Camera e la firma del presidente Trump. Il numero di malati raddoppiato in 3 giorni
Ap

Coronavirus, Trump contro Gm e Ford: "Cominciate a produrre ventilatori, ora!"

Duro attacco del presidente Usa su Twitter, mentre l'emergenza negli Usa si allarga
Ap

Wall Street verso un ribasso dopo la migliore tre giorni dal 1931

Gli Usa attendono che la Camera approvi il piano di stimoli economici da 2.000 miliardi di dollari
AP

Powell: "Lavoriamo per sostenere gli americani, Usa forse già in recessione"

Il governatore della Fed intervistato dalla Nbc. Sull'ipotesi del presidente Trump di far ripartire il Paese entro Pasqua, non si sbilancia: "Seguiamo gli esperti"
AP