Trump autorizzò l'uccisione di Soleimani 7 mesi fa

Il presidente contro Dem e media: "Fatto quello che andava fatto da 20 anni. Ma vogliono farlo passare per un ragazzo magnifico"
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, avrebbe autorizzato l'assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani sette mesi fa. Lo riporta la Nbc, citando attuali ed ex funzionari dell'amministrazione. A giugno, Trump avrebbe firmato una direttiva presidenziale, fornendo l'autorizzazione per l'operazione in caso di azioni aggressive iraniane, che prevedeva comunque l'assenso finale del presidente prima di qualsiasi operazione specifica per uccidere Soleimani

Questo spiegherebbe perché l'assassinio di Soleimani fosse tra le opzioni che i militari hanno presentato a Trump due settimane fa per rispondere all'attacco, in Iraq, di milizie sostenute dall'Iran, che ha provocato un morto e quattro feriti tra gli statunitensi. In questo caso, però, perderebbe forza la giustificazione per cui Soleimani sarebbe stato ucciso per una "minaccia imminente" contro gli Stati Uniti, come più volte affermato da Trump e dalle altre più alte cariche del governo. A giugno, secondo le fonti della Nbc, l'allora consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton, invitò Trump ad autorizzare l'operazione per uccidere Soleimani dopo che un drone statunitense era stato abbattuto dall'Iran. Anche il segretario di Stato, Mike Pompeo, era d'accordo.


L'attacco del presidente

Nel corso della giornata,  Trump, ha attaccato i democratici e i media per i dubbi e le critiche espresse sul raid con cui è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani. "I democratici e le Fake News - ha scritto su Twitter - stanno cercando di trasformare Soleimani in un ragazzo magnifico, solo perché io ho fatto quello che si doveva fare da 20 anni. Qualsiasi cosa faccia, che riguardi l'economia, le forze armate o altro, sarà disprezzato dalla sinistra radicale, dai democratici che non fanno nulla!". "I media Fake News e i loro alleati democratici stanno lavorando duramente per valutare se l'attacco del terrorista Soleimani fosse 'imminente' o no, e se la mia squadra fosse d'accordo. La risposta a entrambe è un deciso sì, ma non ha nemmeno importanza visto il suo orribile passato!" ha scritto in un altro tweet.


Pompeo non testimonierà

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, non testimonierà all'udienza sull'Iran in programma domani alla commissione Esteri della Camera. Lo ha annunciato il presidente della commissione, il democratico Eliot Engel, che si è detto "deluso" e "frustrato". I democratici continuano a nutrire dubbi sui motivi che hanno portato a compiere il raid in cui è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani e sulla natura delle notizie d'intelligence che avrebbero spinto l'amministrazione ad agire in base a una "minaccia imminente". Engel, in un comunicato diffuso, ha scritto che Pompeo dovrebbe "accogliere favorevolmente" l'opportunità di testimoniare e chiarire la posizione dell'amministrazione. Secondo il programma pubblico di Pompeo, il segretario di Stato sarà impegnato in California fino a mercoledì. All'audizione alla Camera testimonieranno esperti come il presidente del Council on Foreign Relations, Richard Haass, Avril Haines del Brookings Institution e l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Stephen Hadley.

Altri Servizi

Sanders stacca tutti in Iowa

Il senatore del Vermont ha il 25% delle preferenze secondo l’ultimo sondaggio
Ap

Inizia la difesa di Trump nel processo di impeachment al Senato

Difesa avra' 3 giorni a disposizione per presentare i propri argomenti
AP

Trump: "I palestinesi reagiranno male, ma l'accordo di pace è positivo per loro"

Il presidente Usa svelerà nei prossimi giorni il suo piano
Ap

Wall Street, l'Oms rassicura sul coronavirus

Lo considera un'emergenza sanitaria in Cina, non nel. mondo
AP

New York vuole obbligare i negozi ad accettare i contanti

Il proponente della legge: "Diritto di scelta per i consumatori"

Ambiente, Trump cancella norma di Obama a difesa dei fiumi

 Accontentati agricoltori e costruttori

Wall Street, preoccupa il coronavirus

Si teme l'emergenza sanitaria mondiale
AP

Telefono Bezos hackerato, l'Onu chiede un'inchiesta sul principe ereditario saudita

 "Voleva influenzare la copertura mediatica dell'Arabia Saudita da parte del Washington Post"
AP

Wall Street avanza dopo la trimestrale Ibm

Da Davos, Trump minaccia dazi sulle auto Ue senza accordo commerciale con Bruxelles
AP

Mnuchin avverte l'Italia: dazi Usa se applicherete la digital tax

Il segretario al Tesoro Usa intervistato dal Wall Street Journal: "Cercheremo una soluzione, come con la Francia"