Trump cancella i colloqui con i talebani, pace in Afghanistan più lontana

Il presidente Usa avrebbe dovuto incontrare in gran segreto i leader ribelli e, separatamente, il presidente afgano. Ma l'attentato a Kabul in cui è morto un soldato Usa ha fatto saltare tutto
AP

Salta la trattativa tra Stati Uniti e talebani per la pace in Afghanistan. Il presidente statunitense, Donald Trump, ha annunciato su Twitter di aver cancellato i colloqui di pace, dopo che un soldato americano e altre 11 persone, tra cui un altro militare (romeno) della missione della Nato, sono morte in un attacco terroristico compiuto a Kabul. Trump ha scritto che era previsto un incontro segreto con i "maggiori leader" talebani a Camp David, in Maryland, una delle residenze presidenziali; inoltre, Trump ha scritto che avrebbe dovuto incontrare anche l'omologo afgano, Ashraf Ghani. Il presidente statunitense ha però scritto di aver cancellato gli incontri non appena i talebani hanno rivendicato l'attentato, avvenuto vicino a un checkpoint.

"All'insaputa di quasi tutti - ha scritto Donald Trump - i principali leader talebani e, separatamente, il presidente dell'Afghanistan avrebbero dovuto incontrarmi in segreto domenica, a Camp David. Stasera sarebbero venuti negli Stati Uniti". "Purtroppo, per costruirsi una falsa posizione di forza, hanno ammesso un attacco a Kabul che ha ucciso uno dei nostri soldati e altre 11 persone. Ho immediatamente annullato l'incontro e ho annullato i negoziati di pace. Ma quali uomini ucciderebbero così tante persone per rafforzare apparentemente il loro potere contrattuale? Non l'hanno fatto, hanno solo peggiorato le cose! Se non riescono ad accordarsi per un cessate il fuoco durante questi importantissimi colloqui di pace, uccidendo persino 12 persone innocenti, allora probabilmente non hanno il potere di negoziare un accordo significativo". "Quanti altri decenni sono disposti a combattere?" ha concluso Trump.

L'accordo in corso, che avrebbe dovuto imporre ai talebani di trattare un più ampio trattato di pace direttamente con il governo afgano, avrebbe potuto ridurre il numero delle truppe statunitensi dalle attuali 14.000 a circa 8.600 unità, in cambio della garanzia che l'Afghanistan non sia usato come base per attacchi terroristici contro gli Stati Uniti e i loro alleati. Per un accordo di pace definitivo che metta fine alla guerra in corso da 18 anni serviranno dei colloqui di pace tra il governo afgano e i talebani, che hanno respinto la richiesta di un cessate il fuoco. I talebani controllano una porzione di territorio più ampia di quanto abbiano mai controllato dal 2001 e continuano a condurre attacchi nel nord del Paese e a Kabul, dove negli ultimi giorni hanno compiuto due attacchi suicidi; in una delle esplosioni, è morto il sergente Elis Barreto Ortiz, 34enne di Puerto Rico, il sedicesimo soldato statunitense morto quest'anno in Afghanistan.

L'obiettivo di Trump di mettere fine alle "guerre infinite" appare quindi ancora lontano. Nel primo anno di presidenza, i suoi consiglieri gli proposero di aumentare il numero di soldati in Afghanistan, affermando la necessità di impegnarsi per evitare che i talebani prendessero il controllo totale del Paese; inoltre, lo avvertirono del rischio che l'Afghanistan potesse diventare la base per nuovi attacchi terroristici negli Stati Uniti. Cos", pur andando contro il suo istinto, Trump decise di seguire il consiglio del suo staff. "Il mio istinto originale era di ritirare le truppe e solitamente mi piace seguire il mio istinto" disse durante un discorso pronunciato sull'Afghanistan nell'agosto 2017. "Ma per tutta la vita ho sentito dire che le decisioni sono molto differenti quando siedi dietro alla scrivania, nello Studio Ovale". Visti i pochi progressi in oltre due anni di presidenza, Trump ha espresso la propria frustrazione ai suoi consiglieri, decidendo di prendere la via verso il ritiro.

Altri Servizi

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, che domani comunicherà le sue decisioni sul taglio dei tassi
AP
iStock

Le tensioni commerciali tra Usa e Cina, la perdita di Amazon come cliente e costi in aumento per le spedizioni su strada hanno pesato sui conti di FedEx, che ha deluso gli analisi e ha tagliato l'outlook per l'intero esercizio fiscale. Il titolo FedEx è arrivato a perdere il 13% a 160,21 dollari nell'after-hours ieri a Wall Street dopo una seduta finita in ribasso dello 0,16% a 173,3 dollari.

Per il secondo giorno di fila la Federal Reserve intende iniettare 75 miliardi di dollari in un angolo cruciale del sistema finanziario, quello cosiddetto "money market". Lo farà oggi, dalle 14.15 alle 14.30 italiane, all'indomani del primo intervento di tale portata dal 2008.

Disney e Apple rivali sullo streaming, Iger lascia il board di Cupertino

A novembre, le due società lanceranno i rispettivi cataloghi, creando un possibile conflitto d'interesse per il Ceo dell'azienda di intrattenimento
Ap

L'amministratore delegato di Walt Disney Co., Robert Iger, si è dimesso dal Board of Directors di Apple. Lo ha reso noto la società di Cupertino, recidendo il legame tra le due aziende, che si preparano a lanciare i propri servizi di video-streming. Iger, che guida Disney dal 2005 e faceva parte del board di Apple dal 2012, aveva un rapporto stretto con il fondatore di Apple, Steve Jobs, nato nel 2006 con la vendita di Pixar Animation Studios, di cui Jobs era presidente, alla Disney.

Sciopero Gm, interviene Trump (che sta con i lavoratori)

Lo scrive Politico. Il presidente vuole un accordo che comprenda la riapertura della fabbrica di Lordstown
AP

La Casa Bianca interviene nello scontro tra General Motors e sindacato. Secondo due fonti di Politico, l'amministrazione statunitense sta cercando di portare le due parti a un accordo che comprenda la riapertura della fabbrica di Lordstown, in Ohio, che Gm ha chiuso a marzo e che il sindacato e il presidente Donald Trump vogliono sia riaperta.

Nuove accuse contro il giudice Kavanaugh, i Dem: "Impeachment"

I candidati alla presidenza contro il giudice della Corte Suprema, la cui nomina è stata confermata lo scorso anno nonostante le accuse di tentato stupro e molestie sessuali
Ap

I candidati democratici alla presidenza statunitense chiedono l'impeachment o indagini approfondite su Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema, dopo le nuove accuse di molestie sessuali contro di lui emerse nei giorni scorsi grazie al New York Times.

Wall Street, pesano le tensioni in Medio Oriente

L'aumento del prezzo del petrolio, dopo gli attacchi contro gli impianti sauditi, fa temere il rallentamento dell'economia mondiale
AP

Wall Street cauta dopo il taglio dei tassi deciso della Fed

Dati in programma: sussidi di disoccupazione, vendite di case esistenti, superindice economico
AP

La Fed taglia i tassi ma è divisa, Powell tenta di tranquillizzare

Rotta costo del denaro "non è predefinita". Esclude recessione. Pronto a intervenire di nuovo nel mercato monetario dopo due iniezioni di liquidità. Ventilato un QE4? Trump lo attacca: "Non ha fegato"
AP

La rotta dei tassi "non è predefinita". Una recessione è da escludere ma se l'economia Usa dovesse frenare, la Federal Reserve sarebbe pronta ad accelerare il passo con cui ha ripreso a tagliare il costo del denaro. Anche durante una crisi, però, la banca centrale Usa non arriverebbe a portare i tassi in territorio negativo. Se proprio tornerà a comprare bond come fece durante la crisi del 2008. Sono questi i messaggi con cui Jerome Powell ha cercato di rassicurare i mercati, anche sulle iniezioni di liquidità realizzate negli ultimi due giorni per ridare fiato al mercato monetario statunitense.

Nessun accordo sul contratto collettivo, sciopero alla General Motors

La protesta coinvolgerà circa 50.000 lavoratori. Presto le trattative del sindacato Uaw anche con Ford e Fca
AP

Primo sciopero alla General Motors dal 2007. I membri del sindacato United Auto Workers (Uaw) hanno annunciato l'astensione dal lavoro a partire da lunedì 16, visto che non è stato raggiunto un accordo su un nuovo contratto collettivo, scaduto sabato. Lo ha reso noto il vicepresidente del sindacato, Terry Dittes. La protesta coinvolgerà circa 50.000 lavoratori.