Trump chiede in prestito un Van Gogh. Il Guggenheim gli offre il wc d'oro di Cattelan

Solomon R. Guggenheim Museum /Kris McKay

Come spesso accade a un presidente americano di turno, anche Donald Trump avrebbe voluto abbellire la Casa Bianca con un quadro speciale. Lui avrebbe voluto quello di Vincent Van Gogh intitolato "Landscape with Snow" del 1888. Per questo il suo staff lo ha chiesto in prestito al museo Guggenheim di New York. La curatrice Nancy Spector, però, una sua critica, ha risposto al presidente americano di non potere soddisfare la sua richiesta ma gli ha offerto un'alternativa, al quanto ironica: un water perfettamente funzionante, con tanto di tavoletta e tubi di scarico rivestiti d'oro luccicante. E' l'opera dell'italiano Maurizio Cattelan che nel 2016 fu installata in uno dei bagni del museo al quarto piano per essere usata dai visitatori proprio per fare pip" o pupù.

E' il Washington Post a darne notizia, avendo ottenuto una copia della email scritta dalla curatrice di uno dei musei più famosi della metropoli Usa. Il water in oro 18 carati è a disposizione "se il presidente e la first lady fossero interessati a installarlo alla Casa Bianca". La stessa Spector ha aggiunto che all'artista "piacerebbe offrirlo alla Casa Bianca come un prestito di lungo termine (...) è chiaramente prezioso e in qualche modo fragile ma noi forniremmo tutte le istruzioni per installarlo e mantenerlo" intatto.

Con quell'opera - intitolata “America” - l'artista padovano nato nel 1960 ruppe il silenzio artistico autoimpostosi iniziato dopo la retrospettiva del 2011 interamente dedicata a lui (Maurizio Cattelan: All) proprio al Solomon R. Guggenheim di New York. (Segue)

Con quel water, Cattelan offrì ai visitatori del museo un prodotto di lusso, ironicamente pensato per l'1% della società più abbiente, permettendo un modo diretto di vivere un'opera d'arte in totale solitudine. Ma in “America” c'era anche un po' di Donal Trump. In un'intervista che all'epoca fu pubblicata sul blog del museo, si spiegò che l'estetica del 'trono' richiamava gli eccessi immobiliari dell'allora candidato repubblicano alle elezioni presidenziali. Cattelan ammise: quando concep" l'idea dell'opera non immaginava l'ascesa di Trump ma "probabilmente era nell'aria". L'elemento Trump "è un'altro ma non dovrebbe essere l'unico" legato al water d'orato.

Un portavoce del Guggenheim, Sarah Eaton, ha confermato che Spector ha fatto la proposta ironica (non a caso) in una email datata 15 settembre e diretta a Donna Hayashi Smith, curatrice alla Casa Bianca. Contattato dal Post, Cattelan ha sogghignato: "E' una questione molto delicata". Alla richiesta di spiegare il senso dell'opera e il motivo della sua offerta a Trump, lui ha risposto: "Qual è il punto nella vita? Tutto sembra assurdo fino a quando si muore e poi tutto ha senso". L'artista non ha voluto svelare il costo dell'oro usato nella sua opera ma secondo alcune stime è superiore al milione di dollari.

Altri Servizi

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Nel mondo, la gente ricomincia ad avere la fiducia che aveva nell'economia nazionale prima della grande recessione di dieci anni fa; notevoli, soprattutto, i miglioramenti registrati in Germania, Giappone, Russia e Stati Uniti, secondo l'ultimo studio del Pew Research Center. Nel complesso, però, non si può non sottolineare che continua a regnare un forte pessimismo per il futuro e che è molto diffusa la nostalgia per il passato, soprattutto in Europa.

Trump alle Nazioni Unite: focus su Iran, commercio e sovranità

Il presidente Usa alla sua seconda apparizione al Palazzo di Vetro di New York, per la 73esima Assemblea generale. Lo scorso anno, minacciò di "distruggere totalmente" la Corea del Nord; ora si vanta dei nuovi rapporti con Pyongyang (con pochi risultati)
Ap

"Sarà la seduta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più vista di tutti i tempi". Parola dell'ambasciatrice statunitense al Palazzo di Vetro, Nikki Haley, parlando di chi, di audience, certamente capisce: il presidente statunitense Donald Trump, che mercoledì presiederà la riunione del Consiglio, a rotazione tra i 15 membri e destinata, in concomitanza con la 73esima Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, proprio agli Stati Uniti. La riunione sarà dedicata alla non proliferazione e sarà l'occasione per attaccare l'Iran, denunciando il suo tentativo di destabilizzare il Medio Oriente.

Trump difende Kavanaugh ("difficile immaginare che sia successo qualcosa") e si augura che l'accusatrice parli

Il giudice nominato dal presidente alla Corte Suprema accusato di tentato stupro
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha detto che dovrà "prendere una decisione" sul futuro della nomina del giudice Brett Kavanaugh alla Corte Suprema, se la sua accusatrice, Christine Blasey Ford, darà "una testimonianza credibile". Sarebbe "meraviglioso" se si presentasse davanti alla commissione Giustizia del Senato, "spiacevole" se non lo facesse, ha aggiunto il presidente.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Dopo una battaglia di 21 mesi, Sky ha battuto 21st Century Fox nello scontro per l'acquisizione di Sky. Il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti ha prevalso nell'asta in tre round imposta dalle autorità britanniche per concludere l'affare riguardante la pay-tv.

La guerra di Trump contro gli immigrati poveri

L'amministrazione non vuole concedere visti provvisori e Green Card agli stranieri che ricevano, o potrebbero ricevere, aiuti statali: no al "carico pubblico". E ha già abbassato ai minimi storici il numero massimo di rifugiati da accogliere

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare giovedì

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap