Trump contro la Corte penale internazionale: visti negati a chi indaga su cittadini Usa

Corte penale internazionale vuole indagare sui crimini in Afghanistan: "Tribunale illegittimo"
AP

Il segretario di Stato, Mike Pompeo, ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno deciso di revocare e negare i visti al personale della Corte penale internazionale (Cpi) "direttamente responsabile" di un'indagine su cittadini statunitensi per crimini di guerra in Afghanistan. Pompeo ha spiegato ai giornalisti presenti al dipartimento di Stato che le nuove misure sono già entrate in vigore e che gli Stati Uniti "sono pronti a fare mosse addizionali, anche l'adozione di sanzioni economiche".

Il segretario di Stato ha poi detto che gli stessi provvedimenti saranno presi sui tentativi di indagine contro alleati come Israele. Nel novembre 2017, la procuratrice della Cpi, Fatou Bensouda, ha chiesto ai giudici il permesso di aprire un'indagine sulle atrocità commesse in Afghanistan da talebani, soldati afgani e militari statunitensi; una decisione non è stata ancora presa.

L'amministrazione statunitense, da tempo, definisce la Corte penale internazionale "illegittima", come detto da Trump, durante l'ultimo intervento all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, e dal consigliere per la sicurezza nazionale, l'ex ambasciatore John Bolton, che aveva parlato della Corte dell'Aia come di un tribunale "antitetico ai valori della nostra nazione". Bolton aveva poi minacciato sanzioni. "Gli Stati Uniti useranno qualsiasi mezzo necessario per proteggere i loro cittadini e quelli degli alleati da un ingiusto procedimento da parte di questo tribunale illegittimo" aveva detto Bolton. "Non coopereremo con la Cpi, non forniremo assistenza alla Cpi, non ci uniremo alla Cpi, lasceremo che la Cpi muoia da sola. Dopotutto, per noi è già morta". Il tribunale è "inefficace, non rende conto a nessuno ed è pericoloso".

Secondo Bolton, il tribunale pone una minaccia alla sovranità statunitense e troppo spesso colpisce gli alleati americani, come Israele. Gli Stati Uniti non hanno ratificato lo statuto di Roma, entrato in vigore nel 2002, che ha creato la Corte penale internazionale, per l'opposizione dell'allora presidente George W. Bush, in piena 'guerra al terrore'. I Paesi che aderiscono allo statuto di Roma sono 123, mentre altri 32 hanno firmato, ma non ratificato il trattato, tra cui anche Israele. Il tribunale ha il potere di perseguire le persone per crimini di guerra, genocidio e crimini contro l'umanità.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap