Trump contro le nozze tra AT&T e Time Warner, vuole cessione di Cnn

La fusione da 85,4 miliardi di dollari, già rimandata a fine anno, subisce un contraccolpo. Il dipartimento di Giustizia vuole disinvestimento del canale che secondo il presidente diffonde "fake news"

Si complicano ulteriormente i piani di AT&T per chiudere l'acquisizione di Time Warner da 85,4 miliardi di dollari. L'amministrazione Trump non è disposta a dare il via libera alle nozze a meno che il canale Cnn resti fuori dalla fusione. 

E' quanto avrebbe chiesto, scrive il Financial Times, la Giustizia Usa. In gioco c'è l'emittente controllata dal colosso media insieme al canale Hbo e allo studio cinematogragico Warner Bros. AT&T non ha alcuna intenzione di rinunciare a un simile asset, preso di mira spesso dal presidente americano Donald Trump, convinto che dissemini "fake news". E infatti, riferisce il quotidiano finanziario, è disposto a portare il caso in tribunale. "Durante questo processo, non ho mai offerto la cessione di Cnn e non ho intenzione di farlo", ha tuonato il Ceo di AT&T Randall Stephenson, costretto a commentare.

L'indiscrezione è arrivata qualche ora dopo indicazioni caute rilasciate dal direttore finanziario di AT&T, John Stephens: durante una conferenza a New York, aveva detto che la tempistica delle nozze era diventata "incerta". A ottobre AT&T aveva comunicato di avere esteso "per un periodo breve di tempo" la scadenza del merger, teoricamente prevista entro fine 2017. 

La battaglia sembra destinata a farsi feroce. Anche perché il Ceo di AT&T vuole sfruttare Cnn così come Hbo, Tnt e Tbs per creare nuove fonti di ricavi. Il gruppo delle tlc ne ha bisogno dopo una trimestrale in cui ha pesato l'effetto negativo dato dagli uragani che hanno colpito Usa e Messico nel terzo trimestre del 2017; e ne ha bisogno in un settore media in forte cambiamento e che potrebbe essere rivoluzionato dalla cessione di asset di 21st Century Fox.

Lo scorso dicembre il Ceo di AT&T e quello di Time Warner, Jeffrey Bewkes, si erano presentati a una sottocommissione del Senato Usa con l'intento di convincere i legislatori della bontà della fusione tra i due gruppi. I due top manager avevano spiegato che l'accordo aumenterà l'offerta di contenuti, abbasserà i prezzi e accelererà l'innovazione a beneficio dei consumatori. Prima di quella testimonianza, nell'ottobre 2016 Donald Trump, che ancora non aveva vinto le elezioni presidenziali Usa, aveva detto che le nozze concentrerebbero "troppo potere in troppe poche mani" ma da allora pareva che la sua posizione si fosse ammorbidita. Ma per uno che cambia idea spesso, le cose sono cambiate.

Altri Servizi

Wall Street, pesano ancora le tensioni commerciali

Il Dow Jones chiude l'ottava seduta in perdita
iStock

Wall Street teme le tensioni commerciali con la Cina

Oggi un solo dato in programma, quello sull'avvio di nuovi cantieri
iStock

Facebook ha un team di esperti per fare 'saltare' il social network

L'obiettivo è scoprire le falle della piattaforma prima che a scovarle siano soggetti con cattive intenzioni
AP

Scoprire le vulnerabilità di Facebook prima che a farlo siano soggetti mal intenzionati. E' questo l'obiettivo di una nuova task force arruolata da Facebook. Essa è composta da ex funzionari dell'intelligence, ricercatori e media buyer. A darne notizia è BuzzFeed News, secondo cui il social network si riferisce a questa squadra di esperti con l'espressione "Investigative Operations Team".

New Jersey, sparatoria dopo una lite: 1 morto e 20 feriti

L'episodio è avvenuto al Festival di Trenton. La polizia ha ucciso uno dei due assalitori mentre l’altro è stato arrestato
©AP

Ennesima sparatoria negli Stati Uniti. Questa volta è accaduto a Trenton, in New Jersey, durante l’Art all Night festival, una manifestazione culturale locale, iniziata ieri e in procinto di finire oggi, in cui ci sono mostre d’arte e concerti.

Wall Street prova a mettere da parte le tensioni Usa-Cina

Tra i dati in programma oggi, le vendite di case esistenti
iStock

Russiagate, il WP rivela incontro tra Roger Stone e un russo

Il consigliere di lungo corso di Trump ha incontrato Henry Greenberg che gli aveva promesso materiale scottante su Hillary Clinton
©AP

Nuove rivelazioni sul Russiagate. Roger Stone, consigliere informale di Donald Trump e suo confidente di lunga data, ha infatti rilasciato un’intervista al Washington Post nella quale ha ammesso di aver incontrato nel maggio 2016 un emigrato russo che gli avrebbe promesso informazioni "compromettenti" sull’allora candidata democratica Hillary Clinton.

Pompeo avverte l'Iran sul nucleare: "Speriamo che la forza militare non sia mai necessaria"

Gli Stati Uniti, che hanno abbandonato l'accordo sul nucleare firmato da Obama, continuano a minacciare Teheran: "A prescindere dal destino dell'intesa, non sarebbe nel loro interesse sviluppare armi nucleari"
Ap

Usa-Russia, vertice sull'energia a Washington

L'amministrazione Trump ha chiesto (e ottenuto) un aumento della produzione di petrolio degli altri Paesi, visto il rialzo del prezzo della benzina
AP

La 'tolleranza zero' di Trump è già alla fine

La strategia dell'attuale amministrazione si sta scontrando con problemi logistici, legali e sociali. L'ordine esecutivo firmato dal presidente provocherà il ritorno alla politica del 'rilascio immediato'
iStock

Netflix, il capo della comunicazione dice "negro": costretto alle dimissioni

Il Ce Hastings: "Inaccettabile, non in linea con i valori della nostra società". Friedland ricopriva il ruolo da 6 anni
AP