Trump firma la legge per i fondi alla Nasa: l'obiettivo è andare su Marte

Pacchetto da 19,5 miliardi di dollari; per la prima volta, citato l'obiettivo della colonizzazione del Pianeta Rosso. Per il budget del prossimo anno, il presidente prevede 19,1 miliardi

Circondato da alcuni parlamentari repubblicani e democratici, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato la legge per finanziare i progetti della Nasa. Tra i maggiori obiettivi a lungo termine dell'agenzia spaziale, per la prima volta, è stata menzionata la colonizzazione di Marte.

Il pacchetto da 19,5 miliardi di dollari, il Nasa Transition Authorization Act, garantisce continuità alla Nasa almeno per l'anno in corso, nonostante la volontà del presidente Donald Trump di cambiare profondamente il budget a disposizione dell'agenzia e le sue priorità. Trump ha definito gli astronauti "eroici" e "straordinari", compresi quelli che "hanno perso la vita" nel corso dei decenni, e ha garantito "l'impegno nazionale nell'esplorazione dello spazio". Nella proposta per il budget del prossimo anno, sbilanciato a favore della difesa e della sicurezza interna, Trump ha leggermente ridotto i fondi alla Nasa a 19,1 miliardi di dollari. Secondo i sostenitori del provvedimento, la stabilità nel breve periodo permetterà alla Casa Bianca e al nuovo amministratore della Nasa, che deve essere ancora nominato, di avere tempo per dare un nuovo corso all'agenzia nei prossimi anni.

L'intento della proposta di legge, inizialmente preparata prima delle elezioni di novembre, era di impedire alla nuova amministrazione di stravolgere gli attuali progetti di esplorazione, compreso l'obiettivo della National Aeronautics and Space Administration di mandare degli astronauti sul Pianeta Rosso entro la metà degli anni '30. In questi mesi, i leader di Camera e Senato si sono poi trovati d'accordo con vari gruppi d'interesse per salvaguardare i maggiori programmi della Nasa; la proposta finale non ha nemmeno tagliato in modo significativo i programmi che mirano allo studio del cambiamento climatico.

Secondo il senatore repubblicano Ted Cruz, che ha guidato la sottocommissione che ha lavorato al compromesso con la Camera, la legge non solo fornisce "continuità e stabilità", ma apre la strada potenzialmente a "investimenti persino maggiori nell'esplorazione spaziale". La legge chiede inoltre alla Nasa di studiare formalmente la possibilità di mantenere in orbita la Stazione spaziale internazionale (Iss) fino al 2028, ovvero quattro anni dopo l'attuale scadenza.

Le novità più importanti riguardano Marte. I membri delle due Camere hanno chiesto alla Nasa di fornire un piano più dettagliato per l'esplorazione dello spazio profondo con missioni umane. Inoltre, hanno identificato nella volontà di portare degli astronauti su Marte la missione più importante dei prossimi due decenni. Dopo il passaggio alla Camera, il repubblicano Lamar Smith, a capo della commissione di Scienza, Spazio e Tecnologia, ha dichiarato che la legge "indica alla Nasa di creare una road map per l'esplorazione umana e indirizza il futuro percorso di esplorazione per i decenni a venire". Alla cerimonia era presente anche il senatore democratico Bill Nelson, ex astronauta, che ha dichiarato: "Andremo su Marte".

Altri Servizi

Trump: "Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non cattiva"

Al via il vertice con Putin a Helsinki. Il presidente russo: "È ora di affrontare i punti dolenti"
Ap

"Andare d'accordo con la Russia è una buona cosa, non una cosa cattiva". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il saluto ufficiale con l'omologo russo, Vladimir Putin, all'interno del palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Il presidente statunitense, che so è congratulato con Putin "per il Mondiale davvero grandioso", ha detto che con il leader russo affronterà la questione nucleare. "Siamo le due più grandi potenze nucleari. Abbiamo il 90% del nucleare e questa è una cosa negativa, non positiva. Spero che potremo fare qualcosa al riguardo" ha aggiunto Trump.

Trump: "Russiagate ridicolo, nessuna interferenza russa". Con Putin "è solo l'inizio"

Incontro tra i due presidenti a Helsinki: "Ci incontreremo spesso, in futuro. I nostri rapporti non erano mai stati peggiori, ma le cose ora sono cambiate"
AP

"Io e Putin ci incontreremo spesso, in futuro. Sono state ore molto costruttive". Lo ha detto il presidente statunitense, Donald Trump, durante la conferenza stampa congiunta con l'omologo russo, Vladimir Putin, organizzata dopo il loro bilaterale al palazzo presidenziale di Helsinki, in Finlandia. Secondo Trump, il summit odierno "è solo l'inizio".

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito l'Unione europea un "nemico" degli Stati Uniti in un'intervista a seguito di un incontro controverso la scorsa settimana con gli alleati della NATO.

La settimana americana (ovvero, Trump incontra Putin)

Lunedì sarà il giorno dei giorni. Il presidente americano incontra quello russo. Poi è tutto in discesa, con tantissime trimestrali a Wall Street, la Fed e Facebook al Congresso
AP

Lunedì sarà il giorno più atteso degli ultimi mesi per la politica internazionale. Donald Trump incontra Vladimir Putin a Helsinki, in Finlandia. La Casa Bianca ha detto che i due presidenti discuteranno di Medio Oriente, Ucraina e di interferenze russe nelle elezioni americane del 2016. Uno dei punti fondamentali è l'annessione russa della Crimea, che gli Stati Uniti non hanno riconosciuto e su cui Trump ha lasciato una apertura: "Vedremo". Tra l'arto, il presidente Usa insiste nel voler affrontare parte del colloquio da solo con Putin, cosa che sta preoccupando molto l'amministrazione Usa, visto che Putin è un ex agende del Kgb, con decenni di formazione alle spalle. 

L'ultimo Blockbuster d'America

Si trova a 120 chilometri da Portland, in Oregon. Tra poco - quando chiuderanno i due negozi dell'Alaska - rimarrà solo.

Il negozio Blockbuster a Bend, in Oregon, ha una strategia chiara: vuole resistere e fare da argine all'espansione dei servizi di streaming digitale come Netflix e HBO, che permettono ai clienti di non alzarsi dal divano per vedere un film. Ma è rimasto solo.

Vertice Nato, Trump: sull’energia la Germania è “prigioniera” della Russia. Poi assicura: "Rapporto eccezionale" con Berlino

Bilaterale tra il presidente Usa e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per provare a dissipare le tensioni
AP

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha assicurato di avere "dei rapporti molto buoni" con la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante il summit della Nato, a Bruxelles. Trump aveva attaccato la Germania, questa mattina, affermando che Berlino "è prigioniera" della Russia e non contribuisce sufficientemente agli sforzi militari della Nato. Merkel aveva risposto che la Germania prende le sue decisioni in modo "indipendente".

Wall Street, attenzione alle trimestrali e al vertice Trump-Putin

Attesi i dati di Bank of America e BlackRock prima dell'apertura dei mercati. Trimestrale di Netflix dopo la chiusura
iStock

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali delle banche

Seguita anche la visita del presidente Trump in Europa
iStock

Russiagate, Mueller incrimina 12 agenti dell'intelligence russa

Le accuse sono state mosse a tre giorni dall'incontro tra il presidente statunitense, Donald Trump, e l'omologo russo, Vladimir Putin
AP

Il gran giurì convocato dal procuratore speciale Robert Mueller, che indaga sulle ingerenze russe nelle elezioni presidenziali del novembre 2016, ha accusato formalmente 12 agenti dell'intelligence russa per i furti informatici ai danni del partito democratico, nel corso di quella campagna elettorale.

AP

Il progetto della premier britannica Theresa May di mantenere una stretta relazione economica con l'Unione Europea dopo la Brexit "ucciderà probabilmente" la possibilità di chiudere un accordo di libero scambio con gli Stati Uniti. Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in un'intervista al tabloid britannico Sun che sta facendo discutere da ore. Poi, il passo indietro non appena arrivato a Chequers, la residenza di campagna del primo ministro del Regno Unito, che si trova a Ellesborough.