Trump firma la legge per i fondi alla Nasa: l'obiettivo è andare su Marte

Pacchetto da 19,5 miliardi di dollari; per la prima volta, citato l'obiettivo della colonizzazione del Pianeta Rosso. Per il budget del prossimo anno, il presidente prevede 19,1 miliardi

Circondato da alcuni parlamentari repubblicani e democratici, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato la legge per finanziare i progetti della Nasa. Tra i maggiori obiettivi a lungo termine dell'agenzia spaziale, per la prima volta, è stata menzionata la colonizzazione di Marte.

Il pacchetto da 19,5 miliardi di dollari, il Nasa Transition Authorization Act, garantisce continuità alla Nasa almeno per l'anno in corso, nonostante la volontà del presidente Donald Trump di cambiare profondamente il budget a disposizione dell'agenzia e le sue priorità. Trump ha definito gli astronauti "eroici" e "straordinari", compresi quelli che "hanno perso la vita" nel corso dei decenni, e ha garantito "l'impegno nazionale nell'esplorazione dello spazio". Nella proposta per il budget del prossimo anno, sbilanciato a favore della difesa e della sicurezza interna, Trump ha leggermente ridotto i fondi alla Nasa a 19,1 miliardi di dollari. Secondo i sostenitori del provvedimento, la stabilità nel breve periodo permetterà alla Casa Bianca e al nuovo amministratore della Nasa, che deve essere ancora nominato, di avere tempo per dare un nuovo corso all'agenzia nei prossimi anni.

L'intento della proposta di legge, inizialmente preparata prima delle elezioni di novembre, era di impedire alla nuova amministrazione di stravolgere gli attuali progetti di esplorazione, compreso l'obiettivo della National Aeronautics and Space Administration di mandare degli astronauti sul Pianeta Rosso entro la metà degli anni '30. In questi mesi, i leader di Camera e Senato si sono poi trovati d'accordo con vari gruppi d'interesse per salvaguardare i maggiori programmi della Nasa; la proposta finale non ha nemmeno tagliato in modo significativo i programmi che mirano allo studio del cambiamento climatico.

Secondo il senatore repubblicano Ted Cruz, che ha guidato la sottocommissione che ha lavorato al compromesso con la Camera, la legge non solo fornisce "continuità e stabilità", ma apre la strada potenzialmente a "investimenti persino maggiori nell'esplorazione spaziale". La legge chiede inoltre alla Nasa di studiare formalmente la possibilità di mantenere in orbita la Stazione spaziale internazionale (Iss) fino al 2028, ovvero quattro anni dopo l'attuale scadenza.

Le novità più importanti riguardano Marte. I membri delle due Camere hanno chiesto alla Nasa di fornire un piano più dettagliato per l'esplorazione dello spazio profondo con missioni umane. Inoltre, hanno identificato nella volontà di portare degli astronauti su Marte la missione più importante dei prossimi due decenni. Dopo il passaggio alla Camera, il repubblicano Lamar Smith, a capo della commissione di Scienza, Spazio e Tecnologia, ha dichiarato che la legge "indica alla Nasa di creare una road map per l'esplorazione umana e indirizza il futuro percorso di esplorazione per i decenni a venire". Alla cerimonia era presente anche il senatore democratico Bill Nelson, ex astronauta, che ha dichiarato: "Andremo su Marte".

Altri Servizi

Le promesse di Trump si scontrano con la realtà

Il presidente alle prese con le difficoltà di essere alla Casa Bianca. La sconfitta più netta è quella sull'Obamacare

Ogni presidente ha fatto promesse che non poteva rispettare, ma sono pochi quelli che le hanno fatte con la stessa spontaneità (e superficialità) di Donald Trump. Quello che il 45esimo capo di Stato sta velocemente imparando è che guidare la Casa Bianca non è come condurre un'azienda e alcune delle 'sparate' in campagna elettorale non possono reggere alla realtà di Washington. Axios ha controllato a che punto sono alcune di queste promesse.

Alfano dall'Onu: il generale Haftar abbia un ruolo nel futuro della Libia

Confermata la visita a Roma del generale. Il ministro degli Esteri: serve riconoscimento delle istituzioni. Italia non chiuderà occhi su quanto succede nei centri di migranti nella nazione nordafricana. Pressing per ritorno di UNHCR e Oim

Trump tende la mano all'Onu e fa pressing per meno burocrazia

Alfano: "grande passo avanti". Nel 2019 Italia settimo contributore al bilancio del Palazzo di vetro
AP

Si apre l'assemblea generale dell'Onu: ecco i temi più importanti

Corea del Nord, Myanmar, Iran, ma anche clima e ovviamente il debutto di Donald Trump

Gli elettori di Trump: "Dica all'Onu che l'America viene prima"

I sostenitori del presidente vogliono che mantenga le promesse fatte in campagna elettorale e che riduca gli interventi all'estero. "Basta essere i poliziotti del mondo, pensiamo a noi".

Wall Street, si allentano le tensioni sulla Corea del Nord

Oggi al via la settimana dell'apertura dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite
AP

I leader mondiali alle Nazioni Unite per l'apertura dell'assemblea. Occhi puntati su Trump

Ci si chiede come si comporterà il presidente americano. Il discorso di Trump è atteso martedì mattina e dovrebbe essere incentrato sulla Corea del Nord e sulla riforma dell'Onu. E pare che gli Usa riapriranno sull'accordo di Parigi
AP

Mercoledì è il giorno del Fed. Ma non è atteso un rialzo dei tassi

L'attenzione è tutta dedicata all'inflazione e al taglio del budget da 4.500 miliardi di dollari

Gli Stati Uniti potrebbero chiudere la loro ambasciata a Cuba

Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson. L'annuncio dopo i casi di perdita dell'udito da parte di alcuni diplomatici americani all'Avana

La Nba entra nell'era digitale: un chip nelle divise in vendita per connettere i fan alle squadre

Una rivoluzione nella fruizione della pallacanestro, che sposta anche i confini della privacy: la Nike otterrà una mole di informazioni sui clienti senza precedenti