Trump e Kim a Singapore per il summit, cautela dagli Usa

Il presidente americano cerca di contenere le aspettative dell'incontro che potrebbe essere più simbolico che altro

Prima Kim Jong Un. Poi Donald Trump. Nel giro di qualche ora, il presidente nordcoreano e quello americano sono arrivati a Singapore per un summit potenzialmente storico. Sarà il primo incontro tra un leader nordcoreano e un presidente americano in carica, il primo tra  due leader di due nazioni che sono nemiche da quasi settanta anni.

Kim è atterrato a Singapore dopo avere viaggiato a bordo di un aereo della compagnia Air China; Trump è arrivato sull'Air Force One dal Canada, dove con un colpo di scena finale non ha firmato il comunicato congiunto del G7, ha minacciato dazi sulle auto e ha attaccato il premier canadese Justin Trudeau definendolo "debole".

Il faccia a faccia tra Trump e Kim ci sarà martedì 12 giugno quando in Italia saranno le 3 di notte. Stando alle indiscrezioni del Wall Street Journal, il leader nordcoreano partirà per tornare a casa solo cinque ore dopo l'orario previsto per l'inizio dell'incontro. Il presidente Usa dovrebbe invece ripartire mercoledì nella mattinana di Singapore.

In vista dell'appuntamento su cui punta da mesi, Trump ha cercato di contenere le aspettative. Parlando alla stampa riunita a Charlevoix per il G7, lui aveva affermato: "Ci vorrà tempo" prima di raggiungere un accordo. "Almeno, credo, ci saremo visti", aveva detto il presidente americano parlando alla stampa. "Si spera che ci saremo piaciuti a vicenda e che inizieremo un processo".

Trump aveva aggiunto che secondo lui, Kim "vuole qualcosa di bello per il suo popolo e ha l'opportunità di farlo. Non l'avrà di nuovo". L'inquilino della Casa Bianca ha messo le mani avanti: "C'è una buona possibilità che [l'incontro con Kim] non vada bene. C'è probabilmente una chance ancora maggiore che ci vorrà tempo" per raggiungere un accordo. E con la sua solita spavalderia, Trump ha detto che lui saprà "nel giro del primo minuto" di faccia a faccia con Kim se quest'ultimo è "serio".

Anche i funzionari dell'amministrazione Trump sono cauti: difficilmente al primo incontro si arriverà alla fine formale della Guerra di Corea combattuta tra il 1950 e il 1953 e successivamente alla quale è stato firmato solo un armistizio. "A un trattato di pace ci si arriva molto più avanti nel tempo", ha detto una fonte al Wsj.

Di certo, l'autore de "The Art of the Deal" cercherà di convincere Kim di mettere fine al suo programma nucleare in cambio di aiuti economici e di una riapertura ufficiale dei rapporti diplomatici tra Usa e Corea del Nord. Resta da vedere chi tra i due risulterà più categorico: un Kim che sembra disposto alla denuclearizzazione ma solo in modo graduale e in cambio di concessioni da parte degli Usa o un Trump che vuole una nazione senza più armi nucleari. 

In attesa di capire se il summit sarà più simbolico che altro, il primo passo in un lungo periodo di negoziati, Kim in un certo senso ha già vinto. Forte delle armi nucleari e dei missili su cui Pyongyang ha lavorato per anni, si ritroverà a fianco del leader della prima potenza economica al mondo. E lo sarà diventando protagonista sul palcoscenico internazionale. C'è il rischio che la Corea del Nord voglia essere riconosciuta come uno Stato con capacità nucleari come lo sono, per esempio, India e Pakistan.

Altri Servizi

Sanzioni Usa all'Iran, l'Iraq rischia la paralisi

Baghdad chiede all'amministrazione Trump di essere esentata dal rispetto dei provvedimenti che scatteranno contro Teheran il 5 novembre, perché dipende ormai troppo dal Paese vicino (a causa degli Stati Uniti)
iStock

I politici iracheni, ancora incapaci di formare un nuovo governo dopo le elezioni di maggio, hanno davanti un problema ancora più pressante: persuadere il presidente statunitense, Donald Trump, a concedere l'esenzione dal rispetto delle sanzioni contro l'Iran, perché in caso contrario Baghdad dovrebbe rinunciare - per non essere sanzionata da Washington - al 40% della sua energia elettrica, già insufficiente a soddisfare la domanda, perché dipendente dal gas iraniano.

Comcast batte Fox all'asta: Sky è sua per 17,28 sterline ad azione (valutazione di 29,7 miliardi)

Dopo 21 mesi, si è conclusa la battaglia per il controllo della pay-tv britannica
Ap

Caso Kavanaugh, Christine Blasey Ford ha accettato di testimoniare la prossima settimana

La donna che ha accusato di tentato stupro il giudice nominato da Trump per la Corte Suprema parlerà davanti alla commissione Giustizia del Senato
Ap

Cresce la fiducia nell'economia in Usa, forte pessimismo in Italia. In Europa, prevale la nostalgia per il passato

Sono i dati dell'ultimo studio del Pew Research Center, a dieci anni da quella che Bernanke ha definito "la peggiore crisi della Storia"
Ap

Dazi, la Cina cancella la ripresa dei negoziati commerciali con gli Usa

Washington e Pechino continuano a fronteggiarsi a colpi di imposte, ma la Cina "ha finito i proiettili". Colpire le aziende statunitensi nel Paese sarebbe un rischio troppo grande per la Repubblica popolare, che tiene aperta la porta a futuri colloqui
Ap

Ciberspazio, la strategia all'attacco di Trump promossa (con riserva) dagli esperti

In attesa dei dettagli, il documento sembra prendere ampiamente spunto dalle raccomandazioni dell'amministrazione Obama. Non a caso, due alti responsabili della cibersicurezza con il precedente presidente hanno dato la loro approvazione
Ap

Trump mette in dubbio le accuse di Ford, difende Kavanaugh e attacca la sinistra

Il presidente statunitense, piuttosto moderato nei commenti degli ultimi giorni, è 'esploso' venerdì mattina per difendere il giudice che ha nominato alla Corte Suprema
Ap

Wall Street: nel giorno delle "quattro streghe" solo il Dow da record

Scaduti future e opzioni. Per gli indici S&P, la maggiore riclassificazione dal 1999. Fed verso il terzo rialzo dei tassi del 2018. Nafta in bilico
AP

Airbnb sogna di premiare padroni di casa migliori con titoli del gruppo

Chiede all'autorità di borsa Usa un cambiamento delle regole sullo stock-sharing

Wall Street, i dazi non fanno paura

Record di S&P e Dow nonostante le tensioni tra Usa e Cina
iStock