Tulip Fever: il film che non è fiorito tra bolle finanziarie e amore

Weinstein Company

Nei cinema americani è arrivato "Tulip Fever", il film che nel 2015 avrebbe dovuto essere un perfetto candidato agli Oscar e che invece ha finito per languire per più di due anni in post-produzione. Dove forse doveva rimanere.

La pellicola, distribuita da Weinstein Company, fu girata da Justin Chadwick (The Other Boleyn Girl) nel 2014 con un budget di 25 milioni di dollari, un cast di attori premi Oscar (Judi Dench, Alicia Vikander e Christoph Waltz) e una sceneggiatura scritta dal drammaturgo inglese Tom Stoppard e da Deborah Moggach, autrice del libro da cui il film è tratto.

Racconta una storia d'amore ambientata nel diciassettesimo secolo, quando in Olanda scoppiò la cosiddetta "tulipmania", la mania dei tulipani diventata poi simbolo di bolle speculative. Racconta la storia del ricco mercante olandese Cornelis Sandvoort (impersonato da Waltz) e della sua bellissima moglie annoiata Sophia (Vikander), che si innamora del pittore Jan (Dane DeHaan) a cui è stato commissionato un ritratto della coppia. L'artista e la moglie del mercante finiscono per dare il via a una storia romantica ma anche a una di tipo finanziario. A un certo punto Jan spiega a Sophia che il blu dei migliori quadri del Rinascimento era chiamato "ultramarino" perché doveva essere importato in modo tutt'altro che facile da Oltreoceano, come a dire che il valore di una materia prima non è dato solo dal suo uso ma anche dalla difficoltà nell'ottenerla. Anche lo scambio fisico dei bulbi di tulipani offre spunti finanziari: sebbene passassero di mano in taverne piene di ubriaconi e prostiture, i bulbi venivano tenuti al sicuro in abbazie. Anche il piano dei due innamorati per fuggire ha il sapore della speculazione: prevede una gravidanza finta, una finta morte e una fortuna fatta dal giorno alla notte attraverso i tulipani. "Tutto quello che dobbiamo fare è mettere tutte le nostre uova in un paniere", dice Jan a Sophia insinuando che devono investite nel mercato dei tulipani per fare fortuna. "Se solo avessi più liquidità", aggiunge l'artista. Peccato che il piano ha il sapore di una catastrofe prevedibile: così come chi ha scommesso che il prezzo dei tulipani potesse solo salire, così la coppia di innamorati ha sognato che la loro strategia potesse funzionare.

Il film - che finisce per enfatizzare come l'amore e le bolle si assomiglino - doveva uscire a novembre 2015, aprofittando della luce di cui iniziava a godere in quel momento Vikander (proprio quell'autunno usc" The Danish Girl, per cui lei vinse poi l'Oscar l'anno successivo). Poi fu spostato al luglio del 2016. Successivamente al febbraio 2017. Niente, è stato sempre rimandato. Fino al primo settembre, quando è uscito nei cinema americani, annunciato come "il thriller più sexy dell'anno" ma definito dal New York Times come una pellicola "dall'odore tutt'altro che floreale" e dal Guardian come un "raccolto di stupidità" nella seconda parte. Più che un film da Oscar (che non è più) o il thriller più sexy della stagione, Tulip Fever sembra semplicemente un film che alla fine non è fiorito.

Altri Servizi

"Hawaii sotto attacco missilistico. Cercate riparo". Il falso allarme scatena il caos nelle isole

Le "Hawaii sono sotto attacco missilistico. Cercate riparo immediato. Questa non è un'esercitazione". Questo messaggio è comparso sui cellulari degli americani, facendo immediatamente scattare l'allarme. Era un falso allarme

Banca centrale indonesiana contro bitcoin: rischio per la stabilità del sistema

L'istituto centrale già in passato non aveva riconosciuto le valute digitali come strumento legale di scambio, impedendo di fatto che potessero essere usate come forma di pagamento nel Paese asiatico.

Wsj accusa: 130.000 dollari a pornostar per silenzio su rapporti sessuali con Trump

Uno dei legali del presidente avrebbe predisposto il pagamento a Stephanie Clifford, il cui nome d'arte è Stormy Daniels. Si sarebbero conosciuti nel 2006, quando Trump era già sposato con Melania. La Casa Bianca smentisce.
AP

Trump gode di una salute eccellente (ma fa poco sport)

Lo ha fatto sapere la Casa Bianca, commentando il check up annuale a cui il presidente americano si è sottoposto all'ospedale militare Walter Reed.
AP

Troppi estremisti sui social: Facebook e Google al Senato Usa per spiegare cosa faranno

Nonostante le promesse e gli sforzi degli ultimi anni, sembra infatti che i colossi non riescano a eliminare queste posizioni radicali e radicalizzate dai loro siti.
iStock

Italia, Dbrs avverte: stabilità prossimo governo a rischio, non escluse nuove elezioni

L'agenzia canadese conferma il rating BBB (High) e l'outlook stabile. La ripresa continua. Debito pubblico e Npl ancora alti. Dalla chiamata alle urne del 4 marzo non si aspetta un vincitore. Ipotizza coalizione guidata da M5S

Usa: inflazione rafforzata a fine 2017, Fed verso rialzo tassi a marzo

Il rendimento del Treausry a due anni sopra il 2%, prima volta dal 2008. La banca centrale americana sarà più "falco" che "colomba"?

Trump lascia intatto (per ora) l'accordo sul nucleare, ultimatum ai partner Ue

Il presidente ha mantenuto il congelamento di sanzioni legate alla storica intesa raggiunta nel 2015 da Teheran e le principali potenze mondiali. Bruxelles ha 120 giorni per modificarla. Sanzionato capo magistratura iraniana

Bezos dona 33 milioni di dollari per studenti Dreamers: mio padre (adottivo) arrivò in Usa da minore e solo

Il Ceo di Amazon ricorda il caso personale: il secondo marito della madre atterrò in America da Cuba come parte del più grande esodo di minori non accompagnati dell'emisfero occidentale

Facebook annuncia cambiamenti al News Feed. Titolo giù del 5%

Più storie di amici e meno aziende e notizie. E si teme per la macchina pubblicitaria del colosso