Tutte le regole della Big3, la lega tre-contro-tre dove si sfidano le ex star Nba

Lo sport è diventato disciplina olimpica e i grandi del basket si scontrano sui campi statunitensi.

 Dai playground di New York alle Olimpiadi di Tokyo, il basket tre contro tre sta vivendo una nuova era di splendore. Dopo il riconoscimento come disciplina olimpica i primi giorni di giugno, negli Stati Uniti ha preso il via la nuova lega Big3, il tre-contro-tre delle ex star Nba. La prima tappa è stata a Brooklyn, New York, il 25 giugno 2017, seguita dal secondo round il 2 luglio allo Spectrum Center di Charlotte, nel North Carolina, in un susseguirsi di partite fino alla finale del 26 agosto a Las Vegas.

In campo 24 atleti dell'Nba, tra i quali Allen Iverson e Kenyon Martin, oltre a giocatori visti anche in Italia come Mahmoud Abdul Rauf. Per le selezioni erano accorsi in 70, ma meno della metà è stata selezionata per accedere alle otto squadre in competizione. Lo spettacolo promesso dalla lega tre-contro-tre è quello dell'All-Star Weekend Nba: decine di campioni in campo e partite all’ultimo tiro. Dall’Italia il campionato si potrà seguire su Fox Sports.

 

Le regole

Ideata dal rapper Ice Cube e dal manager artistico Jeff Kwatinetz, la Big3 prevede che i giocatori siano scelti tra le star del passato dell’Nba, ma non si esclude che in futuro si possa aprire alle ex atlete donne della Wnba. Le regole della Big3 sono diverse dalla lega basket: tra le novità più importanti le partite fino a 60 punti e i tiri da 4, oltre ai classici tiri da 1, 2 e 3. Questi ultimi si segnano quando un giocatore tocca qualsiasi parte del "cerchio da 4", che circonda quello dei tiri da 3. Il tempo intermedio scatta quando una delle due squadre raggiunge i 30 punti, e non esiste la cosiddetta "regola dei 3 secondi". Un'altra novità è il calendario: invece di avere un team che gira per disputare le partite, come nei tabelloni di gioco tradizionali, tutte le otto squadre giocano lo stesso giorno, per ogni tappa.

 

Le squadre

Le otto squadre in gara sono: 3S Company, 3 Headed Monsters, Ghost Ballers, Ball Hogs, Tri State, Power, Killer 3s e i Trilogy. Ecco la composizione: 3S Company (coach e capitano Allen Iverson): DerMarr Johnson, Andre Owens, Mike Sweetney, Ruben Patterson. 3 Headed Monsters (coach Gary Payon): Rashard Lewis (capitano), Jason Williams, Kwame Brown, Eddie Basden, Mahmoud Abdul Rauf. Ghost Ballers (coach George Gervin): Mike Bibby (capitano), Ricky Davis, Mo Evans, Marcus Banks, Ivan Johnson. Ball Hogs (coach Rick Barry): Brian Scalabrine (capitano), Josh Childress, Derrick Byars, Rasual Butler, Dominic McGuire. Tri State (coach Julius Erving): Jermaine O'Neal (capitano), Bonzi Wells, Xavier Silas, Lee Nailon, Mike James. Power (coach Clyde Drexler): Corey Maggette (capitano), Cuttino Mobley, Jerome Williams, Deshawn Stevenson, Moochie Norris Killer. 3s (coach Charles Oakley): Chauncey Billups (capitano), Sephen Jackson, Reggie Evans, Larry Hughes, Brian Cook. Trilogy (coach Rick Mahorn): Kenyon Martin (capitano), Al Harrington, Rashad McCants, James White, Dion Glover.

 

La prima tappa

Quasi sedicimila fan sono accorsi per la prima tappa sabato 25 giugno a Brooklyn, quasi un migliaio in più delle aspettative. I primi due match, Ghost Ballers vs. 3 Headed Monsters e Tri-State vs. Power, sono arrivati ai tiri liberi. Le prime tre partite del tabellone si sono chiuse infatti 62-60, 62-58, 61-51. Allen Iverson, ex stella dei Philadelphia 76ers, ha giocato il terzo match ma è stato in campo solo nove minuti. A 42 anni, è contemporaneamente coach, giocatore e capitano del suo team. Un solo biglietto, a partire da 20 dollari, era valido per tutte le partite della giornata di sabato scorso, e cos" sarà anche per le tappe successive. 

Il calendario delle gare si trova sul sito della Big3.

Altri Servizi

Wall Street, pesano i nuovi dazi minacciati da Trump

Il presidente Usa è tornato poi ad attaccare l'Unione europea e a criticare la Fed
iStock

Donald Trump contro l'Europa: è un nemico

In una intervista a Cbs il presidente americano contro l'Unione europea a pochi giorni dalla sua visita ufficiale
©AP

Il presidente americano, Donald Trump, ha definito l'Unione europea un "nemico" degli Stati Uniti in un'intervista a seguito di un incontro controverso la scorsa settimana con gli alleati della NATO.

Tregua tra Nfl e giocatori sull'inno, sospeso l'obbligo di stare in piedi

A maggio, l'annuncio della nuova regola, una 'vittoria' per Trump; ora, la lega e l'associazione che rappresenta gli atleti cercano un accordo. Il presidente insorge: "Ancora si discute, non posso crederci!"
AP

La Nfl e l'associazione dei giocatori del campionato di football americano hanno deciso di sospendere le nuove norme sull'inno nazionale per le prossime settimane, nel tentativo di negoziare e trovare una soluzione, evitando lo scontro in tribunale.

Trump: pronto a dazi su tutto l'import cinese, pari a 505 miliardi

Il presidente Usa minaccia Pechino in un'intervista alla Cnbc

Il presidente Donald Trump ha dichiarato di essere pronto a imporre dazi su tutti i prodotti cinesi importati negli Stati Uniti, pari a 505,5 miliardi di dollari nel 2017. "Sono pronto ad arrivare a 500" ha detto, durante un'intervista in onda questa mattina sulla Cnbc, riferendosi appunto al valore di tutte le importazioni dalla Cina dello scorso anno, secondo i dati del Census Bureau; le esportazioni statunitensi in Cina, invece, sono state pari a 129,9 miliardi di dollari. Finora, i dazi statunitensi sono stati imposti solo su prodotti cinesi del valore di 34 miliardi, a cui la Cina ha risposto con dazi su prodotti statunitensi.

Wall Street, attenzione alle trimestrali

Ancora una giornata significativa per la pubblicazione di dati societari
iStock

Trump registrato dal suo ex avvocato sul pagamento a un'ex modella di Playboy

I due discussero della situazione prima delle elezioni; ora la registrazione è in mano agli investigatori
AP

Il capo dell'intelligence Usa bacchetta Trump sull'incontro con Putin

Coats: "Non doveva incontrarlo da solo, mi aspettavo dichiarazioni diverse"

Usa 2016, Nyt: Trump sapeva delle ingerenze di Putin sin dall'inizio

Il presidente ha visto le prove due settimane prima del suo insediamento

Trump: incontro con Putin un successo, anche secondo l'intelligence

Ieri, la marcia indietro: "Non ho motivi per non credere all'intelligence" sulla colpevolezza della Russia per le ingerenze nelle elezioni

Wall Street, attenzione al Beige Book

La Federal Reserve lo pubblicherà alle 14 (le 20 in Italia)
iStock