Tutti gli occhi su Libra: chi dovrà regolarla?

La Sec sta studiando la criptovaluta di Facebook per capire se debba essere trattata come un Etf. Intanto Trump chiede regole per evitare che le valute virtuali facilitino attività illegali

La Securities and Exchange Commission (Sec), l'ente statunitense che equivale all'italiana Consob, sta valutando la possibilità che Libra, la criptovaluta che Facebook vorrebbe lanciare, debba ricadere sotto la sua supervisione, una possibilità che renderebbe più complicato il progetto di Mark Zuckerberg, già criticato dal presidente Donald Trump e da molti deputati.

Secondo il Wall Street Journal, lo staff della Sec sta cercando di valutare se la struttura di Libra la renda un Exchange Traded Fund (Etf), ovvero una particolare tipologia di fondo d'investimento. Se così fosse, Facebook avrebbe bisogno dell'approvazione della Sec per lanciare Libra.

Facebook ha incontrato lo staff della Sec e di altri enti regolatori, come la Fed, per rispondere alle domande sulla sua criptovaluta. Altre domande saranno poste alla società martedì prossimo, quando l'executive David Marcus testimonierà in Senato sulla criptovaluta. "Sembra che non abbiano pensato al meccanismo e alle implicazioni normative" ha detto Jonah Crane, ex funzionario del dipartimento del Tesoro ora consigliere di aziende fintech sugli aspetti normativi.


Cosa pensano Trump e Powell

Per ora, gli enti regolatori credono che Facebook non abbia fornito abbastanza dettagli sugli aspetti tecnici di Libra. Giorni fa, si è espresso anche il presidente Trump, che su Twitter ha scritto di non essere "un fan di bitcoin e di altre criptovalute, che non sono denaro, e il cui valore è altamente volatile e basato su niente". Trump ha aggiunto che "in modo simile, la 'valuta virtuale' Libra di Facebook non reggerà". E ha continuato: "Se Facebook e altre aziende vogliono diventare una banca (...) devono diventare soggetti a tutte le regolamentazioni bancarie, come le altre banche, sia nazionali sia internazionali". Il presidente ha invocato delle norme per regolare i cripto-asset perché altrimenti "possono facilitare comportamenti illeciti, incluso il traffico di droga e altre attività illegali".

Prima di lui, si era espresso anche il governatore della Federal Reserve, Jerome Powell, parlando di "preoccupazioni serie" legate a Libra in merito a "privacy, riciclaggio di denaro, protezione dei consumatori e stabilità finanziaria". Sia la Fed sia il Financial Stability Oversight Council del dipartimento del Tesoro stanno studiando la criptovaluta, ha riferito Powell.


Cos'è Libra

A giugno, Zuckerberg ha presentato la criptovaluta di Facebook affermando che "con Libra, usare denaro sarà facile come condividere foto"; nelle intenzioni del fondatore del social network, la criptovaluta sarà disponibile dalla prima metà del 2020. "La missione di Libra è creare una semplice infrastruttura finanziaria globale per miliardi di persone in tutto il mondo. Aspiriamo a rendere facile per tutti inviare e ricevere denaro proprio come si usano le nostre app per condividere istantaneamente messaggi e foto" ha scritto Zuckerberg, in un post sul suo profilo Facebook. "Essere in grado di utilizzare il denaro virtuale può avere un importante impatto positivo sulla vita delle persone perché non si deve sempre portare denaro contante, che può essere insicuro, o pagare commissioni per i trasferimenti. Questo è particolarmente importante per le persone che non hanno accesso alle banche tradizionali o ai servizi finanziari. Al momento, circa un miliardo di persone non ha un conto in banca, ma possiede un telefono cellulare".

Gli utenti, potenzialmente almeno 2 miliardi di persone, avranno sul proprio smartphone un portafoglio digitale, chiamato 'Calibra', per fare acquisti, inviare o ricevere denaro. Al progetto Libra hanno aderito 30 aziende, tra cui Visa, Mastercard, Paypal, Uber, Spotify, Iliad e Vodafone, e altre 70 società sono pronte ad aderire al progetto in futuro.

La gestione di Libra è stata affidata a un'entità indipendente, con sede a Ginevra (Svizzera). Libra, come le altre valute virtuali, si basa sulla tecnologia "blockchain". Per quanto riguarda la privacy, le informazioni finanziarie memorizzate in Calibra saranno separate dai dati personali detenuti da Facebook e non saranno utilizzate per indirizzare la pubblicità. La moneta virtuale sarà ancorata a un paniere di valute emesse dai governi per evitare le forti oscillazioni subite da altre criptovalute, a partire dal bitcoin.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap