Twitter dichiara guerra agli abusi online e alle fake news

Il social segue la scia di Facebook e Google e prende provvedimenti pensando all'Europa

Twitter ha annunciato nuove misure di sicurezza più severe per fornire un servizio migliore ai suoi utenti, tenendoli al riparo da notizie false, account fasulli e messaggi d'odio. La nuova iniziativa arriva mentre altri social media stanno adottando soluzioni per fermare gli abusi online, quelli praticati soprattutto con account anonimi. "Rendere Twitter un luogo più sicuro è il nostro principale obiettivo", ha detto Ed Ho, vicepresidente per l'ingegneria del gruppo, che "difende la libertà di espressione e la capacità per le persone di vedere tutte le facce di una storia".

Sono tre i cambiamenti adottati. Il social ha dato il via a un processo di identificazione di quegli utenti che sono stati "sospesi in modo permanente e a cui sarà impedito creare nuovi account". Il motore di ricerca interno alla piattaforma Tittwer sarà inoltre reso più efficace, in modo da eliminare i risultati meno attendibili; in pratica la cosiddetta "ricerca sicura" rimuove i cinguettii che hanno contenuti particolarmente sensibili e quelli da account che sono stati bloccati: "Sarà possibile trovare questo tipo di contenuti ma non compariranno nei risultati della ricerca", spiega Ho. Tweet di bassa qualità o potenzialmente abusivi vengono poi fatti "collassare". Di fatto il sito di microblogging dà maggiore evidenza a conversazioni rilevanti.

Questa è solo la coda di un lungo processo di cambiamento che sta avendo luogo da un po': nei mesi passati infatti Twitter, Facebook e Google hanno ricevuto molte critiche per aver contribuito involontariamente a diffondere notizie - poi rivelatesi false - durante la campagna elettorale americana, spostando in qualche modo i voti a favore di Donald Trump. E sia Facebook sia Google si sono impegnati a cambiare strategia in vista delle prossime elezioni in Europa, adottando nuovi strumenti in grado di filtrare e garantire l'autenticità delle notizie. Molti osservatori sono infatti preoccupati che vengano diffuse notizie manipolate anche in Europa dove, come negli Stati Uniti, i movimenti populisti stanno aumentando i loro consensi.

Altri Servizi

Wall Street, Dow e S&P verso un secondo giorno di rialzi

Ieri chiusura mista, per il Nasdaq terza chiusura in rosso consecutiva
AP

Ford vuole conquistare la Cina con auto totalmente elettriche

Il gruppo Usa tratta per la creazione di una joint venture con la cinese Anhui Zotye Automobile

Ford Motor vuole lanciare auto totalmente elettriche in Cina. Per centrare l'obiettivo il produttore di auto di Detroit (Michigan) ha siglato un Memorandum of Understanding con Anhui Zotye Automobile, il principale produttore cinese di veicoli elettrici a zero emissioni.

Lo stratega Bannon fuori dalla Casa Bianca

L'annuncio è stato dato dalla portavoce del presidente Trump, dopo le voci sul licenziamento; secondo altre fonti, sarebbe stato lo stratega a dimettersi
AP

Steve Bannon lascia l'amministrazione Trump. Lo stratega del presidente, fondamentale in campagna elettorale, trascorrerà oggi il suo ultimo giorno di lavoro alla Casa Bianca. A comunicarlo, con una breve dichiarazione, è stata la portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders: "Il capo di gabinetto, John Kelly, e Steve Bannon hanno deciso di comune accordo che oggi sarà l'ultimo giorno di Steve. Siamo grati per il suo servizio e gli auguriamo il meglio".

Passi avanti sulla riforma fiscale

La squadra di governo di Trump e i leader al Congresso hanno trovato un accordo su come finanziare i tagli alle aliquote. La partita è però ancora aperta
Ap

L'amministrazione Trump sta facendo passi avanti per mettere a punto una riforma fiscale il cui iter, stando a quanto detto ieri dal segretario al Tesoro Steven Mnuchin, dovrebbe iniziare il mese prossimo.

Google lancia Oreo, ultima versione del sistema operativo Android

Come da tradizione, il nome si ispira a un dolce. La vera sfida del gruppo è aumentare il numero di utenti che la utilizza visto che ancora dominano quelle vecchie
Google

Google ha lanciato la versione 8.0 di Android, il suo sistema operativo per dispositivi mobili. E come da tradizione, il suo nome si ispira a un dolce. Dopo Nougat (torrone), è la volta di Oreo che altro non è che un marchio di biscotti tra i più amati dagli americani (parte del colosso alimentare Mondelez International). Prima ancora c'erano state la versioni Marshmallow, Lollipop (lecca lecca) e - nel 2013 - KitKat. Come in passato, la sfida per la controllata di Alphabet sta nel fare in modo che chiunque sia dotato di un dispositivo Android scarichi l'ultimissima versione.

Il Plaza Hotel a New York è in vendita (anche Trump ne fu proprietario)

Il proprietario indiano ha arruolato un agente per cercare acquirenti di un immobile che ha ospitato Marilyn Monroe e i Beatles
bigstockphoto

La saga legata all'acquisto di uno dei più celebri alberghi di New York City sta forse per finire. Il proprietario indiano del Plaza Hotel ha arruolato un agente per vendere l'immobile, che si trova all'angolo tra la Fifth Avenue e la 59esima strada e che si affaccia su Central Park. Potrebbe essere una delle cessioni più costose di sempre con un valore stimato di oltre 500 milioni di dollari. Secondo il Wall Street Journal la conglomerata indiana Sahara Group, che vanta il controllo della maggioranza del hotel, ha reclutato JLL Hotels and Hospitality Group per trovare un compratore. Il gruppo comprò nel 2012 un quota di maggioranza nell'immobile valutandolo 575 milioni.

Il Village Voice sarà solo online

Lo storico settimanale newyorchese distribuito gratuitamente dal 1996 abbandona la versione cartacea

The Village Voice, lo settimanale alternativo newyorchese, ha deciso di dire addio al formato cartaceo. E' la fine di un'era: nei piccoli distributori in giro per la città non si troverà più il magazine fondato nel 1955 e distribuito gratuitamente dal 1996, quando si ritrovò a fare i conti con la competizione di riviste rivali come Time Out New York. La leggendaria voce del Greenwich Village che ha lanciato la carriera di molti giornalisti e scrittori d'ora in poi sarà solo online.

Il Los Angeles Times ha un nuovo Ceo

Gli investitori apprezzano la decisione della controllante Tronc, che possiede anche il Chicago Tribune e che punta su un esperto di media digitali
AP

Il "Los Angeles Times" ha un nuovo Ceo. Il gruppo editoriale Tronc, che controlla il quotidiano, ha reclutato un manager con una lunga esperienza nel settore dei media e di internet per ricoprire quel ruolo. Il mercato sembra apprezzare visto che il titolo tronc corre a Wall Strett.

George e Amal Clooney donano 1 milione di dollari per lotta all'odio

La risposta della celebre coppia alle violenze di Charlottesville. Mossa simile a quella di James Murdoch e JPM

Si allunga l'elenco di persone o aziende che hanno deciso di fare donazioni a favore di gruppi che lottano contro l'odio e l'intolleranza negli Stati Uniti.

Uber, il prossimo Ceo potrebbe essere Immelt (General Electric)

Il nuovo amministratore delegato dovrà risollevare la società, dopo gli scandali degli ultimi mesi e la fuga di diversi top manager

Il presidente ed ex amministratore delegato di General Electric, Jeff Immelt, sarebbe diventato il principale candidato alla carica di amministratore delegato di Uber, secondo numerose fonti a conoscenza della questione. A scriverlo è il sito Recode.