Uber: debutto deludente al Nyse

Debutto deludente in borsa per Uber. Il gruppo ha aperto gli scambi al New York Stock Exchange in calo del 6,7% a 42 dollari dandogli una valutazione di 71 miliardi di dollari. Il gruppo che offre un servizio alternativo al taxi tradizionale aveva fissato il prezzo di collocamento a 45 dollari dando all'azienda un valore di circa 75 miliardi, nella parte bassa della forchetta indicata in precedenza e che spaziava da 44 a 50 dollari. Il gruppo, che l'anno scorso sognava di essere valutato 120 miliardi, ha raccolto 8,1 miliardi di dollari dal'Ipo. La prima seduta è finita in calo del 7,6% a 41,57 dollari.

Lo sbarco al Nyse di Uber contrasta con quello dello scorso 29 marzo della rivale più piccola Lyft, che iniziò gli scambi a 87,24 dollari, in rialzo del 21% circa rispetto al prezzo di collocamento a 72 dollari. Da allora però Lyft non ha fatto altro che perdere quota, scendendo a 52,7 dollari. Proprio questa performance aveva spinto Uber e le banche che ne hanno curato l'Ipo (Morgan Stanley, Goldman Sachs e Bank of America) a essere cauti nel fissare il prezzo con cui debuttare al Nyse.

E qualche ora prima del suono della campanella dal balconcino che si affaccia sul floor, il Ceo Dara Khosrowshahi aveva detto: "Misureremo il successo in tre, cinque, dieci anni, non in un giorno". Forse aveva immaginato che il debutto del titolo sarebbe stato all'insegna del sell-off. Certo. La giornata di vendite generalizzate non ha aiutato. Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno provocato il ritorno all'avversione al rischio, poi tramutato in propensione al rischio grazie alla sola ipotesi di una rimozione futura di dazi contro la Cina.

Nota di colore: a suonare la campanella del debutto al fianco del Ceo reclutato per risollevare Uber da una crisi reputazionale associata al suo predecessore e cofondatore, è stato il primo stagista del gruppo, ora diventato un dirigente (Austin Geidt). Travis Kalanick, l'ex Ceo cacciato nel 2017, avrebbe voluto anche lui salire sul balconcino ma - sostiene l'FT - Khosrowshahi glielo ha negato costringendolo a rimanere sotto a guardare con il naso all'insù un momento della storia del gruppo da lui creato. E che ha rivoluzionato i trasporti in molte città nel mondo. E mentre promette agli investitori di essere l'Amazon dei trasporti (riferimento al fatto che il colosso dell'ecommerce ha fatto aspettare prima di diventare redditizio), il Ceo è convinto che Uber diventerà un servizio di trasporti on demand.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap