Uber vs Google: arriva in tribunale scontro su guida autonoma

La controllata di Alphabet specializzata nello sviluppo di auto a guida autonoma quasi un anno fa denunciò il gruppo per il furto di otto segreti commerciali.

E' arrivato in tribunale il braccio di ferro legale tra Waymo e Uber. La controllata di Alphabet specializzata nello sviluppo di auto a guida autonoma quasi un anno fa denunciò il gruppo che offre un servizio alternativo al taxi tradizionale. L'accusa: prima di dimettersi e passare a Uber, un dipendente di Waymo rubòLa controllata di Alphabet specializzata nello sviluppo di auto a guida autonoma quasi un anno fa denunciò il gruppo che offre un servizio alternativo al taxi tradizionale. L'accusa: prima di dimettersi e passare a Uber, un dipendente di Waymo rubò otto segreti commerciali per permettere a Uber di portare avanti il suo programma di guida autonoma. Tra le tecnologie rubate - secondo Waymo - ci sarebbe il sistema 'Lidar' (light detection and ranging), una delle tecnologie che consente a un veicolo self-driving di capire cosa gli sta succedendo intorno. Per le prossime due-tre settimane, lo scontro tra i due giganti tecnologici andrà in scena in un tribunale federale di San Francisco davanti agli occhi non solo della giuria composta da 10 persone ma anche del pubblico. E di una Silicon Valley desiderosa di capire quale sia il limite tra segreti commerciali e conoscenza diffusa. Il gioco ci sono danni potenziali per centinaia di migliaia di dollari (Waymo ne stima per 1,9 miliardi). Lo scenario peggiore potrebbe includere una ingiunzione a bloccare, o almeno a intralciare, la ricerca di Uber nel campo delle auto a guida autonoma. Tutto ruota attorno alla figura di Anthony Levandowski, ex dipendente di Google (da cui Waymo è stata scorporata) e visto come la mente al centro della ricerca per la guida autonoma. Se ne andò nel gennaio 2016, presumibilmente portando con sé oltre 14.000 documenti top secret. Poi cofondò Otto, startup di camion a guida autonoma acquisita meno di un anno dopo da Uber per 680 milioni di dollari. Si sono venute cos" a creare per Uber le basi per la divisione di guida autonoma con Levandowski al comando. Waymo sostiene che l'ex Ceo di Uber, Travis Kalanick, fosse in contatto con Levandowski ancora prima del suo addio; come a dire che le loro mosse sono state pianificate sin dall'inizio. Uber ha negato, ma non del tutto. Non ha infatti detto che documenti non sono stati sottratti ma insiste nel dire di non averne tratto alcun vantaggio. A Waymo spetta dimostrare che è successo esattamente il contrario. Aprendo per primo la giornata in tribunale, un legale di Waymo ha detto che "Uber sta barando. Ci hanno preso la nostra tecnologia per vincere questa corsa a tutti i costi". Da una eventuale apparizione di Levandowski - che non è un imputato ma compare nell'elenco dei testimoni di Waymo - non è atteso molto. Lui ha fatto ricorso al quinto emendamento della Costituzione Usa, quello che permette di non dire nulla che possa essere usato contro sé stessi. Per questo Uber lo licenziò lo scorso maggio: per l'azienda si rifiutò di cooperare nell'ambito della causa legale. Tra i testimoni ci sarà Kalanick, cacciato dal ruolo di a.d. di Uber lo scorso anno per via della sua leadership sessista. Nell'aula di tribunale ci saranno probabilmente anche i cofondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin. Meno famosi ma certamente più importanti saranno i vari ingegneri di Uber la cui testimonianza servirà per capire se hanno mai visto i documenti top secret e quali direttive hanno ricevuto da Levandowski. A presiedere il tutto sarà il giudice William Alsup, famoso tra i giornalisti per le sue citazioni ma temuto da ambo le parti. Ha imparato a fare un po' di coding per meglio comprendere un altro caso, quello tra Google e Oracle.

Altri Servizi

Immigrazione, scontro tra California e amministrazione Trump

Le autorità locali non collaborano nella lotta contro gli irregolari, Washington lancia un'operazione nell'area di Los Angeles: 212 immigrati arrestati
Immigration and Customs Enforcement

Immobiliare, esperti e costruttori avvisano: "Crisi in arrivo"

Si costruiscono molte case di lusso e pochi alloggi a prezzi accessibili. Le famiglie con un reddito medio-basso spendono proporzionalmente di più per l'affitto

McMaster contro Iran, Siria e Russia alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco

Il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense chiede di "agire contro Teheran". Assad "usa ancora armi chimiche" contro la popolazione, mentre le prove sulle interferenze di Mosca nelle elezioni presidenziali sono "incontrovertibili"
Ap

Google non ha violato le leggi sul lavoro licenziando l'ingegnere sessista

Il National Labor Relations Board ha dato torto a James Damore, che ora punta tutto su una class action contro il colosso tech: "Discrimina gli uomini bianchi e conservatori come me"
iStock

Mueller: la Russia ha condotto una guerra informatica contro gli Usa

Lo scopo: favorire Trump e Sanders con migliaia di troll, pubblicità e interferenze nella campagna elettorale. Facebook e Twitter chiudono in rosso a Wall Street
AP

Strage in Florida, l'Fbi: "Avvertiti sul killer, ma non abbiamo agito"

Il Federal Bureau aveva ricevuto una segnalazione da una persona vicina a Cruz sul suo "desiderio di uccidere"

Il dip.Commercio a Trump: imponiamo dazi e quote su alluminio e acciaio

La Casa Bianca ha tempo fino ad aprile per prendere una decisione

Uber fa concessioni per riottenere la licenza a Londra

La City rappresenta il mercato europeo più grande per il gruppo
BigStock

Black Panther come Star Wars, stime da record per incassi

Uscito oggi negli Stati Uniti (il 14 febbraio in Italia), potrebbe diventare un altro dei grandi successi di Walt Disney. Il titolo del film è stato il più twittato del 2018, ha superato tutte le prevendite sulle piattaforme americane Imax e Amc.
AP