Uccide un uomo a caso in diretta su Facebook. Caccia al killer

Steve Stephens di 37 anni è in fuga da Cleveland, Ohio. Si è avvicinato a un uomo di 74 anni pronunciando il nome di una donna e lo ha ucciso con un colpo di pistola. "Lei è la ragione di quello che ti sta succedendo", ha detto all'anziano

Il giorno di Pasqua ha ucciso  a colpi d'arma da fuoco un uomo di 74 anni, Robert Godwin, scelto a caso per strada. Ha filmato l'esecuzione e l'ha trasmessa in diretta su Facebook. La polizia  di Cleveland ha emesso un mandato d'arresto contro l'uomo, Steve Stephens di 37 anni. "L'indagato ha trasmesso l'omicidio su Facebook Live e ha sostenuto di aver commesso altri omicidi multipli che non sono ancora stati verificati", ha scritto la polizia di Cleveland in un comunicato. "L'indagato è armato e pericoloso. Se lo individuate chiamate 9-1-1. Non avvicinatevi". La polizia ha aggiunto che l'uomo potrebbe aver lasciato l'Ohio e ha chiesto agli abitanti di Indiana, Michigan, New York e Pennsylvania di essere pronti.

L'assassinio. Nel video si vede Stephens che scende dall'auto, inizia a seguire il Godwin che sta camminando sul marciapiedi con in mano una borsa di plastica, si avvicina e prima di ucciderlo ripete il nome di una donna, dicendo: "Lei è la ragione di quello che ti sta succedendo". Poi spara e lo uccide sul colpo.

Chi è Steve Stephens. Stevens lavorava per Beech Brook, un'agenzia per la salute comportamentale che offre ai bambini servizi di salute mentale, affido e adozione e programmi per i ragazzi ai rischio. Nel corso del live su Facebook, Stevens ha mostrato il suo badge Beech Brook. La struttura per il momento non ha commentato. 

La polizia e il sindaco: consegnati. In una conferenza stampa nella serata di domenica la polizia ha chiesto all'uomo di consegnarsi. "Tutti stanno cercando Steve. Vogliamo che tutto questo abbia fine nel modo più pacifico possibile e vogliamo che si consegni", ha detto il capo della polizia di Cleveland Calvin Williams. Il sindaco Frank Jackson ha detto che la polizia sta ancora cercando di stabilire una comunicazione con l'uomo. "Vogliamo comunicargli che sappiamo chi è e che alla fine verrà preso. E che gli diciamo che non deve fare altro". Il capo della polizia ha anche detto di aver parlato con l'omicida, ma di non essere riuscito a convincerlo a consegnarsi. Williams ha detto che Stephens non ha alcun motivo specifico per uccidere, ma ha "profondi, profondi, profondi problemi".

La fuga. Stephens è fuggito su una Ford Fusion bianca con targhe provvisorie. Secondo alcuni media si sarebbe vantato su Facebook di aver ucciso più di dieci persone a Pasqua, ma le autorità dicono che non ci sono prove di ciò. Stephens ha la fedina penale pulita, ma in passato è stato fermato più volte per violazioni della legge stradale.

Altri Servizi

Trump accusa Obama: "Sapeva della Russia e non ha fatto nulla"

Il presidente americano risponde all’articolo del Washington Post. Nel frattempo un ex ufficiale dell’amministrazione Obama paragona il Russiagate al 9/11
AP

"Ho appena sentito per la prima volta che Obama sapeva della Russia molto prima delle elezioni e non ha fatto nulla". Ha risposto così il presidente americano Donald Trump alle recenti rivelazioni del Washington Post, secondo cui la Cia già ad agosto aveva informazioni dirette su come Vladimir Putin avesse dato l'ordine agli hacker di danneggiare Hillary Clinton e quindi favorire Trump.

Elezioni Congresso Usa: Trump festeggia, democratici demoralizzati

Risultati al di sopra delle aspettative per la minoranza, che non è però riuscita a conquistare nemmeno uno dei quattro seggi alla Camera in mano al Gop e in gioco in queste elezioni speciali
Ap

I democratici hanno ottenuto un risultato molto migliore nelle elezioni speciali per il Congresso in questa primavera di quello ipotizzabile dai più ottimisti solo pochi mesi fa. Alla fine, però, hanno perso in tutti e quattro i distretti che erano in mano ai repubblicani e in cui si è votato, compreso l'atteso sesto distretto della Georgia, in un'elezione fortemente in bilico e che sarà ricordata per essere stata la più cara nella storia della Camera statunitense (oltre 50 milioni di dollari), con molti fondi arrivati da altri Stati del Paese.

John "Sonny" Franzese, il boss italoamericano esce di prigione a 100 anni

È stato rilasciato venerdì dal Federal Medical Center del Massachusetts

John Sonny Franzese, sicario della famiglia Colombo nonché uno dei più feroci boss mafiosi della storia americana, è stato rilasciato venerd" sera dal Federal Medical Center del Massachusetts all’età di 100 anni. Un record negli Stati Uniti che rendono la storia di Sonny Franzese ancor più unica di quanto già fosse.

Oracle da record a Wall Street: torna a valere 200 miliardi di dollari

Utili e ricavi sopra le stime per il colosso del software, che raggiunge una capitalizzazione che non toccava dalla bolla tech. E' il primo gruppo di questo genere ad arrivare a un simile traguardo
iStock

Utili e ricavi trimestrali oltre le stime, grazie alle attività cloud. Questo spiega il rally nel dopo mercato a Wall Street del titolo Oracle, arrivato a guadagnare oltre il 10% e spingendosi sopra quota 51 dollari per la prima volta. La capitalizzazione del gruppo fondato da Larry Ellison (nella foto) è così balzata sopra i 200 miliardi di dollari per la prima volta dalla bolla tech di fine anni '90. E' la prima azienda che vende quasi esclusivamente a grandi gruppi e alla pubblica amministrazione ad avere raggiunto un tale valore. E' la dimostrazione di come il mercato inizi a credere nella transizione di Oracle verso il cloud computing.

Uber, le tappe chiave che hanno portato alle dimissioni di Travis Kalanick

Gestione sessista, molestie, toni infantili e scandali nei quattro mesi che hanno portato al crollo dell'amministratore delegato del gruppo che vale 68 miliardi di dollari. E la quotazione a Wall Street si allontana
AP

Dopo settimane di tensioni e voci sempre più insistenti, ma soprattutto dopo mesi di scandali Travis Kalanick si è dimesso dalla posizione di amministratore delegato di Uber. La conferma è arrivata questa mattina dal gruppo californiano, valutato 68 miliardi di dollari, una cifra che lo rende l'azienda non quotata più ricca della Silicon Valley.

Come aprire una Corporation: un'introduzione

Focus sul metodo di tassazione e sulle forme societarie statunitensi
Unsplash

Come abbiamo visto nella nostra guida ad aprire una filiale italiana, l’impresa straniera che vuole investire produttivamente negli Stati Uniti e beneficiare al massimo delle opportunità che offre il mercato americano deve muovere una serie di passi ben definiti e avere ben chiare determinate nozioni.

Stephen Colbert annuncia dalla Russia: "Mi candido per Usa 2020"

Ospite di Evening Urgant, un late show russo, il presentatore e comico americano ha colto tutti di sorpresa con l’inaspettata dichiarazione

Sono passati poco più di sette mesi dalle elezioni che hanno consegnato a Donald Trump la presidenza degli Stati Uniti e c’è già chi sta pensando alla corsa alla Casa Bianca del 2020. Non stiamo parlando di Hillary Clinton o di qualche noto politico americano bensì di Stephen Colbert, comico e presentatore del Late Show, il famoso programma in onda in seconda serata su Cbs.

Wall Street in cerca di direzione

Rally dei titoli della sanità. Il petrolio rimbalza
AP

Trump contro Mueller e Comey: la loro amicizia "irritante". Sull'indagine: "Tutto ridicolo"

Il presidente ipotizza che Mueller debba lasciare le indagini. Poi è ironico su Pelosi: "Spero resti, vinciamo sempre contro di lei"
AP

L'amicizia tra l'ex direttore dell'Fbi, James Comey, e il procuratore speciale Robert Mueller, che sta indagando sul cosiddetto Russiagate, "è irritante". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, intervistato da "Fox and Friends". Mueller, a sua volta ex direttore dell'Fbi, è stato nominato per indagare sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi e sui presunti legami tra lo staff di Trump e il Cremlino, su cui stava indagando Comey, licenziato da Trump. Alla domanda se Mueller debba lasciare l'incarico per la sua amicizia con Comey, che ha accusato il presidente di aver diffamato lui e l'Fbi, Trump ha risposto: "Dovremo vedere" se sia il caso.

New York si tinge di rosé, grazie ai vini della Puglia

Road show Usa dell'Associazione Puglia in Rosé, per promuovere la Regione e il Made in Italy

I vini rosati della Puglia si fanno conoscere a New York grazie agli sforzi dell'Associazione Puglia in Rosé, realtà dedicata a questa tipologia di vini.