Ultimatum di Trump alla Cina: Xi al G20 o nuovi dazi. E attacca la Fed

Il presidente americano, Donald Trump, ha dato una sorta di ultimatum alla controparte cinese, Xi Jinping. Se non parteciperà al G20 previsto a Osaka, Giappone, i prossimi 28 e 29 giugno, nuovi dazi contro le importazioni cinesi in arrivo su suolo americano entreranno in vigore con effetto immediato.

In una intervista telefonica con Cnbc, il leader statunitense ha detto che sarebbe sorpreso se Xi non partecipasse al summit, dove lui conta di incontrarlo. Trump ha ribadito di avere una "bella relazione" con Xi, definito un "uomo incredibile". La settimana scorsa Trump aveva detto che avrebbe deciso se imporre dazi del 25% su 300 miliardi di dollari di importazioni cinesi dopo il G20. Il 10 maggio scorso optò per un rialzo al 25% dei dazi del 10% adottati nel settembre 2018 contro 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi.

Trump ha espresso ottimismo sul fatto che alla fine un accordo commerciale verrà siglato, ignorando le crescenti tensioni che hanno fatto saltare le trattative all'inizio del mese scorso (quando Washington ha accusato Pechino di fare marcia indietro su impegni già presi). "Ci sarà un accordo. Sapete perché? Per via dei dazi...la Cina è totalmente decimata dal fatto che le aziende stanno lasciando la nazione, trasferendosi in altri paesi, incluso il nostro, perché non vogliono pagare dazi".

Trump ha poi ribadito che il colosso cinese delle tlc Huawei rappresenta una minaccia per la sicurezza nazionale Usa ma allo stesso tempo ha detto nuovamente che il gruppo da lui messo al bando potrebbe fare parte di un accordo con la Cina. E nell'ennesimo attacco contro la Federal Reserve, 'colpevole' di non avere tagliato i tassi, Trump ha aggiunto: "Non dimenticatevi che il capo della Fed cinese è il presidente Xi...può fare quello che vuole". Come a dire che la Cina ha un vantaggio competitivo che la sua America non ha per colpa della banca centrale, "che non abbassa i tassi. Abbiamo il diritto di avere condizioni di gioco alla pari, ma anche senza di esse - per via del fatto che la Fed è molto, molto distruttiva - stiamo vincendo". Secondo lui, grazie ai dazi ("una cosa bella") temuti da inversitoti e consumatori.

Altri Servizi

BlackRock diventerà socio di maggioranza nel proprietario di Sport Illustrated

Si tratta di Authentic Brands, che controlla anche i diritti legati a Marilyn Monroe e Muhammad Ali

Il più grane asset manager al mondo scommette sul private equity. BlackRock sta per prendere la quota di controllo di Authentic Brands, gruppo con sede a New York che ha le licenze di 50 marchi tra l'intrattenimento e il lifestyle che generano ogni anno 9,3 miliardi di dollari. 

Tsai (Alibaba) compra Brooklyn Nets e Barclays Arena per 3,5 mld $

Finisce l'era del russo Mikhail Prokhorov, artefice dello spostamento dal New Jersey a New York
Ap

I Brooklyn Nets hanno un nuovo proprietario. Il vicepresidente esecutivo di Alibaba Group, Joe Tsai, ha esercitato l'opzione di acquisto per le quote della società non ancora in suo possesso (il 51%), mettendo fine all'era di Mikhail Prokhorov, il magnate russo che aveva spostato la franchigia Nba - il massimo campionato professionistico di pallacanestro di Stati Uniti e Canada - dal New Jersey a New York.

Wall Street, pesano le tensioni internazionali

Dalla guerra commerciale tra Usa e Cina alle proteste a Hong Kong
AP

Usa verso proroga di 3 mesi per permettere a Huawei di acquistare da fornitori Usa

La Casa Bianca ha subito le pressioni delle società tecnologiche Usa, preoccupate dalla possibilità di perdere diversi miliardi di dollari
AP

Afghanistan, Trump stringe i tempi per un accordo con i talebani

Il presidente, contrario alla presenza di soldati Usa nel Paese, vuole trovare una soluzione prima delle presidenziali del prossimo anno
AP

GE rimbalza: Ceo compra 2 mln $ di azioni dopo accusa di frode in stile Enron

Ieri il tonfo maggiore da 11 anni dopo la diffusione di un rapporto redatto da colui che aveva avvertito sullo schema Ponzi creato da Bernie Madoff

La Fda rilancia la lotta per mettere immagini choc sui pacchetti di sigarette

L'agenzia federale perse la battaglia legale contro le multinazionali nel 2012

Wall Street, focus sul commercio e sui segnali di recessione

Dati in programma: avvio di nuovi cantieri e fiducia dei consumatori
AP

Huawei ha aiutato i governi di Uganda e Zambia a spiare oppositori politici (Wsj)

Il colosso cinese, che domina i mercati africani, ha respinto ogni accusa
AP