Usa 2018: democratici, più donne e giovani; repubblicani sempre più simili a Trump

I democratici alla Camera, però, rischiano la spaccatura tra vecchia e nuova guardia, già sulla scelta dello speaker: sarà Nancy Pelosi?
Ap

A circa 36 ore dalla chiusura dei seggi, i risultati e il dato sull'affluenza delle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti non sono ancora definitivi; alla Camera, dove i democratici torneranno in maggioranza dopo otto anni, ci sono ancora dieci seggi da assegnare, a causa del ridotto distacco tra i candidati. Secondo il Cook Political Report, i democratici guadagneranno tra i 35 e i 38 seggi; al momento, il guadagno ufficiale è di 28 seggi, cinque in più di quelli necessari per diventare maggioranza. Non sono mancate le notizie negative per il partito, come le sconfitte sulla costa della South Carolina, a Oklahoma City e a Staten Island.

La vittoria dei democratici è stata, soprattutto, guidata dalla rivolta dei sobborghi, a partire da quelli residenziali dove Donald Trump aveva vinto alle presidenziali con uno scarto inferiore a 10 punti, come nel 14esimo collegio in Illinois, il terzo in Iowa, l'ottavo e l'undicesimo in Michigan e il secondo e il settimo in Virginia. Però, i democratici non hanno strappato ai repubblicani nemmeno un collegio dove Trump ha ottenuto almeno il 55% dei voti nel 2016, nemmeno quelli considerati a rischio per il Grand Old Party, come il sesto della Florida, il secondo del Kansas o il sesto del Kentucky.

Per la prima volta, più di cento donne sono state elette alla Camera, in gran parte con il partito democratico. In 21 dei 38 seggi conquistati o in cui i democratici sono in vantaggio, il candidato del partito era una donna. Donne, quindi, che hanno avuto un ruolo decisivo nella riconquista democratica della Camera.

Guardando agli eletti e ai bocciati delle elezioni, si può supporre che il partito con maggiori divisioni interne alla Camera sarà quello democratico, spaccato tra la nuova (più a sinistra) e la vecchia guardia, che imporrà come speaker (presidente, ndr) Nancy Pelosi, che potrebbe ottenere persino l'aiuto dei repubblicani, promesso dal presidente Trump. Tra i repubblicani, indebolitosi il cosiddetto "Tuesday Group" dei moderati, ci saranno sempre più 'trumpiani', una delle buone notizie per il presidente in vista del 2020.

In Senato, i repubblicani dovrebbero rafforzare la propria maggioranza: al momento, hanno 51 seggi, contro i 46 dei democratici; tre seggi restano da assegnare: in Florida, dove si va al riconteggio con il repubblicano Rick Scott in vantaggio di 21.986 voti sul democratico Bill Nelson, senatore in carica; in Arizona, dove la repubblicana Martha McSally ha poco più di 17.000 voti di vantaggio sulla democratica Kyrsten Sinema; in Mississippi, dove era in programma un'elezione speciale per eleggere il sostituto del dimissionario Thad Cochran, repubblicano: si andrà al ballottaggio tra la repubblicana Cindy Hyde Smith, in vantaggio di poco più di 7.300 voti, e il democratico Mike Espy (si trattava infatti di una 'jungle primary' a cui hanno partecipato due democratici e due repubblicani, nessuno dei quali ha ottenuto la maggioranza dei voti).

Altri Servizi

Come previsto, la Federal Reserve ha lasciato invariati i tassi al 2,25-2,5%, il livello a cui furono portati lo scorso dicembre quando la banca centrale Usa realizzò la quarta stretta del 2018, la nona da quando nel dicembre 2015 l'allora governatrice Janet Yellen annunciò il primo rialzo del costo del denaro dal giugno del 2006. La decisione è stata annunciata dal Federal Open Market Committee (FOMC), il braccio di politica monetaria della Fed, nel comunicato pubblicato al termine della quarta riunione del 2019, iniziata ieri.

Wall Street, pesano le tensioni in Medio Oriente e i deboli dati cinesi

Dati in programma: vendite al dettaglio, produzione industriale, fiducia dei consumatori
AP

Wall Street, occhi sulla decisione della Fed

Oggi, il Fomc dovrebbe lasciare i tassi invariati, ma è sempre più possibile un taglio a luglio
AP

Omicidio Khashoggi, indagine Onu: Arabia Saudita colpevole, indagare sul principe MbS

"Un'esecuzione deliberata e premeditata". Da capire il ruolo di Mohammed bin Salman nell'uccisione del giornalista dissidente
Ap

Zuckerberg presenta Libra: "Usare denaro sarà facile come condividere foto"

 La criptovaluta disponibile dalla prima metà del 2020

Wall Street attende le decisioni della Fed

Oggi inizia la riunione del Fomc, il braccio monetario della Banca centrale
AP

Attese a Washington oltre 300 aziende per dire no ai dazi di Trump contro la Cina

Parteciperanno ad audizioni sui dazi del 25% proposti da Trump su 300 miliardi di dollari. Ross: presidente pronto ad adottarli

Sotheby's venduta al fondatore di Altice per 3,7 mld di dollari

Il magnate delle tlc Patrick Drahi compra la casa d'aste attraverso la sua BidFair Usa. La transazione risulterà nel delisting del gruppo dopo 31 anni trascorsi come azienda quotata al New York Stock Exchange

Wall Street attende le decisioni della Fed

Gli analisti credono che, per ora, i tassi resteranno invariati
AP