Usa 2020: importante sindacato del Nevada non appoggia nessuno

"Sosterremo i nostri obiettivi, non un candidato" per i caucus democratici

Un importante sindacato del Nevada ha deciso di non appoggiare apertamente nessun candidato ai caucus democratici per le presidenziali, prossimo appuntamento elettorale in programma il 22 febbraio; ha però criticato il senatore Bernie Sanders, con cui ha avuto degli attriti anche in passato, per la sua proposta per il Medicare for All, ovvero l'assistenza sanitaria universale.

"Sosterremo i nostri obiettivi, non un candidato" ha affermato Geoconda Argüello-Kline, la tesoriera del sindacato. Decidendo di non comunicare un 'endorsement', ma chiedendo una "scelta" (tra pubblico e privato) per il sistema sanitario, il Culinary Workers Union ha di fatto aperto a Pete Buttigieg e Amy Klobuchar, due moderati usciti rafforzati dal voto in Iowa e New Hampshire e a caccia di sostenitori in Nevada, dove i sondaggi di gennaio li davano sotto il 10 per cento. Altra brutta notizia per l'ex vicepresidente Joe Biden, che punta su Nevada e South Carolina e sui loro elettori latinoamericani e afroamericani per ridare slancio alla sua candidatura.

Il sindacato e i suoi affiliati rappresentano circa 60.000 lavoratori dell'industria dei servizi e della ristorazione a Las Vegas e Reno, che hanno un grosso peso sui risultati dei caucus statali. Il Culinary Workers Union è anche la più grande organizzazione di immigrati nello Stato, con la maggior parte degli iscritti di origine latinoamericana. Tra gli Stati al voto nelle prime settimane, il Nevada è quello con la più ampia popolazione latinoamericana, pari al 29% della popolazione totale. Anche nel 2016, il sindacato scelse di non esprimersi.

Biden sembrava essere la scelta più ovvia per il Culinary, che lo ha definito "un amico", vista la sua rete di relazioni in Nevada e l'endorsement ricevuto dalla senatrice statale Yvanna Cancela, ex direttrice politica del Culinary. Le sue sconfitte in Iowa e New Hampshire hanno però spinto il sindacato a non esporsi in suo favore, secondo tre fonti ascoltate da Politico.

Altri Servizi

Usa 2020, Biden al bivio. E ora anche la South Carolina è a rischio

L'ex vicepresidente ha dato per scontata la sua vittoria nello Stato, ma gli afroamericani sembrano meno convinti di sostenerlo. Soprattutto dopo il voto in Iowa e New Hampshire

La South Carolina è considerata il vero punto di partenza della campagna elettorale di Joe Biden, il suo muro invalicabile per gli avversari. Un muro, però, che mostra profonde crepe, a due settimane dal voto che potrebbe, al contrario, mettere fine alla corsa presidenziale del candidato che, fino a poche settimane fa, era considerato l'indiscusso favorito per la nomination democratica.

A Wall Street, fa paura il coronavirus

Oggi, atteso il dato sui sussidi di disoccupazione
AP

Pelosi con Trump: "Non vi avvicinate a Huawei"

La speaker della Camera Usa avverte gli alleati: "Non mettete le vostre comunicazioni in mano a un governo autocratico che non condivide i nostri valori"
Ap

"Questa è la più insidiosa forma di aggressione, avere le comunicazioni, la 5G, dominate da un governo autocratico che non condivide i nostri valori". L'attacco è contro Huawei, il colosso cinese delle telecomunicazioni accusato dagli Stati Uniti di essere al servizio del governo di Pechino per spiare l'Occidente, ma l'autore non è, come potrebbe sembrare, il presidente Donald Trump, bensì la democratica Nancy Pelosi, la speaker della Camera, che per una volta, almeno, è della stessa opinione della Casa Bianca.

Oltre mille procuratori americani hanno chiesto le dimissioni di William Barr

Il procuratore generale accusato insieme a Trump di "interferenze nell’amministrazione della Giustizia"
Wikipedia

Più di 1.100 ex procuratori e funzionari del Dipartimento di giustizia, tanto democratici quanto repubblicani, hanno chiesto al procuratore generale William Barr di dimettersi per come ha gestito il caso Stone. La richiesta è arrivata in una lettera aperta in cui sono state condannate "in modo energico le interferenze del presidente Trump e del procuratore generale Barr nell'amministrazione della Giustizia" americana.

Negli Stati Uniti è il Presidents' Day. Le priorità di Trump: "Dio, famiglia e Paese"

Il presidente Usa è stato ieri alla Daytona 500 del campionato Nascar: c'è da difendere la Florida, a novembre
Ap

Usa 2020, Buttigieg risponde a Rush Limbaugh: "Amo mio marito e non prendo lezioni sulla famiglia"

Il candidato dem alla Casa Bianca replica alle affermazioni omofobe del commentatore radiofonico di destra
Wikipedia

Gli Usa valutano lo stop all'export in Cina di motori GE

In ballo c'è la concessione della licenza che permette alla CFM International, una joint venture tra GE e la francese Safran, di incrementare la fornitura alla Cina dei motori a reazione Leap 1C
General Electric

Ci sono 607 miliardari negli Usa: solo 5 sono afroamericani

Business Insider analizza la lista di Forbes dei Paperoni d’America
AP

Iraq, razzi vicino ad ambasciata americana di Baghdad

Non ci sono vittime. Si tratta del 19 attacco che coinvolge gli Usa in quattro mesi