Usa 2020, tensioni tra i Dem. E domani si vota in New Hampshire

Nei sondaggi, avanti Sanders e Buttigieg. Crollo di Biden
Ap

La corsa per l'elezione del candidato democratico che sfiderà Donald Trump è appena cominciata, ma tutti i buoni propositi sull'unità del partito contro l'unico vero rivale, il presidente statunitense, sono già andati in frantumi, complice il caos dei caucus in Iowa. La guerra aperta che si sta ormai consumando, da giorni, tra i principali candidati democratici non farà altro che mettere a rischio le loro possibilità contro Trump, che continua a rafforzare il suo controllo sul partito ed è appena uscito vittorioso dal processo subito in Senato. E domani, 11 febbraio, sono in programma le primarie in New Hampshire.

I risultati dell'Iowa, con l'ex sindaco Pete Buttigieg uscito vincitore - dopo quasi una settimana, a causa di problemi al sistema di trasmissione dei risultati dei singoli caucus - con 14 delegati nazionali, contro i 12 per Bernie Sanders, saranno probabilmente contestati dal senatore del Vermont, che ha dichiarato vittoria in quanto candidato più votato. Il 'riconteggio', tra l'altro, era già stato chiesto dal presidente del Comitato nazionale democratico, Tom Perez, per non minare la credibilità del processo elettorale. Intanto, Trump non ha mancato di far sentire la sua voce in merito e ha scritto su Twitter che i democratici non sono in grado nemmeno di organizzare dei caucus.

Altro motivo di tensione sono i cambiamenti alle regole per i prossimi dibattiti televisivi, che potrebbero consentire al miliardario Mike Bloomberg di salire per la prima volta sul palco prima del Super Tuesday del 3 marzo, quando saranno assegnati circa un terzo dei delegati per la Convention nazionale e appuntamento sul quale l'ex sindaco di New York ha puntato tutto. Cos", i sostenitori di Sanders hanno ricominciato ad attaccare il Comitato nazionale democratico, duramente contestato nel 2016 per aver favorito, secondo loro, Hillary Clinton (opinione poi suffragata da una serie di e-mail interne al partito pubblicate da WikiLeaks).

Alla vigilia delle primarie in New Hampshire, un terzo degli elettori è ancora indeciso: questo potrebbe favorire Buttigieg, il candidato che appare più lanciato dopo i caucus dell'Iowa, che potrebbe inoltre soffiare una parte dei voti moderati indirizzati a Biden, indebolito dal risultato inaugurale e dalle prestazioni sottotono ai dibattiti. Secondo la media dei sondaggi di RealClearPolitics, Sanders è in testa con il 28,5%, davanti a Buttigieg con il 22%; secondo gli ultimi due sondaggi, il vantaggio del senatore sarebbe di 7 e 8 punti percentuali (30%-23%, 27%-19%). La senatrice Warren avrebbe il 12,3%, Biden - in caduta libera - l'11,5 per cento.

Il New Hampshire assegna 24 delegati "impegnati" e 9 superdelegati. Il sistema è proporzionale e i candidati devono obbligatoriamente superare la soglia del 15% per ottenere dei delegati. Nel 2016, Sanders ottenne il 60,14% dei voti e 15 delegati, Hillary Clinton il 37,68% e 9 delegati. Per ottenere la nomination democratica, serve conquistare 1.990 sui 3.979 delegati "impegnati" che voteranno alla Convention nazionale; i 771 superdelegati entreranno in gioco solo durante l'eventuale seconda votazione.

Altri Servizi

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP

Coronavirus, Trump: picco a Pasqua, il numero di morti calerà molto entro giugno

Il presidente Usa intervistato da Fox News: "Se non avessi fatto nulla, avremmo rischiato 2,2 milioni di morti; avremo fatto un buon lavoro se saranno al massimo 200.000"
Ap