Usa avvertono la Cina: banche prese di mira se non punisce la Corea del Nord

Due funzionari del Tesoro americano lanciano il monito a Pechino all'indomani di un nuovo round di sanzioni Onu
AP

L'amministrazione Trump ha messo in guardia la Cina, l'unico vero partner commerciale della Corea del Nord: gli Usa prenderanno di mira, come già fatto, le banche cinesi a meno che Pechino opti per misure più dure volte a mettere economicamente in difficoltà Pyongyang. Come? Riducendo le transazioni commerciali e finanziarie con il regime di Kim Jong Un.

Il messaggio è stato lanciato alle autorità della seconda economia al mondo da due funzionari Usa. Durante una conferenza organizzata da Cnbc, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha spiegato che se la Cina non implementerà le sanzioni Onu "imporremmo sanzioni addizionali e impediremo l'accesso agli Usa e al sistema internazionale in dollari". Separatamente Marshall Billingslea, che lavora a sua volta al Tesoro Usa, in una testimonianza alla sottocommissione Affari esteri della Camera ha spiegato che secondo Washington, Pechino non ha fatto abbastanza "per eliminare attori nordcoreani illeciti" dal suo sistema bancario. E' lui ad avere dichiarato che gli Usa continueranno a lavorare con la Cina per mettere pressione sulla Corea del Nord aggiungendo però che l'amministrazione Trump "non esiterà ad agire in modo unilaterale". 

Queste dichiarazioni sono arrivate all'indomani della decisione unanime del Consiglio di sicurezza dell'Onu di imporre un nuovo round di sanzioni alla nazione più isolata al mondo. La Cina e la Russia - che hanno potere di veto - hanno votato a favore di una tale misura dopo che gli Usa hanno annacquato la loro proposta originaria che voleva la messa al bando totale di tutte le esportazioni di petrolio verso Pyongyang. La testimonianza di Billingslea - che ha offerto la spiegazione più completa della strategia della Casa Bianca basata sulle sanzioni contro Kim - segue inoltre un rapporto pubblicato la settimana scorsa dal Palazzo di vetro in cui venivano identificate una serie di aziende cinesi che stanno presumibilmente facilitando il mancato rispetto delle sanzioni.

"Se la Cina spera di evitare misure future, come quelli imposte contro la Bank of Dandong o altre aziende sanzionate per pratiche commerciali illecite....deve urgentemente fare passi concreti per eliminare l'accesso commerciale e finanziario della Corea del Nord", ha detto Billingslea al Congresso. Il funzionario del Tesoro ha anche insinuato che gli scambi commerciali sull'asse Pyongyang-Mosca siano aumentati quest'anno: "Le aziende russe continuano a fornire sostegno alla Corea del Nord" e rappresentanti di banche nordcoreane "operano in Russia violando palesemente le risoluzioni adottate dalla Russia all'Onu".

Oggi il presidente Donald Trump ha descritto l'azione di ieri delle Nazioni Unite come un "passo molto piccolo" e che le nuove sanzioni "sono una cosa di poco conto". Pur dicendosi contento dell'unanimità del voto "quelle sanzioni non sono nulla rispetto a quanto alla fine dovrà succedere".

Altri Servizi

Fca: per Hsbc, Marchionne prepara il "gran finale"

Gli analisti avviano la copertura del titolo consigliando di comprarlo. Arriverà a 23 euro. Possibile il raggiungimento dei target 2018 e una revisione al rialzo delle stime sugli utili

Fiat Chrysler Automobiles ha corso a Wall Street, dove il titolo del produttore di auto ha registrato un +1,3% a 22,62 dollari ma era arrivato fino a 22,91 dollari. A Piazza Affari l'azione ha guadagnato l'1,66% a 19,35 euro.

Wall Street digerisce bene le minute della Fed

Banca centrale disposta a fare correre per un po' l'inflazione sopra il 2%. Ma le incertezze fiscali e commerciali pesano sulla fiducia delle aziende
iStock

Una donna alla presidenza del Nyse, prima volta in 226 anni

Stacey Cunningham è attualmente direttore operativo. Sostituisce Thomas Farley
ICE

Per la prima volta nei suoi 226 anni di storia, il New York Stock Exchange ha affidato la presidenza a una donna. Si tratta di Stacey Cunningham, attualmente direttore operativo del cosiddetto 'Big Board'.

Trump valuta nuovi dazi sulle auto importate

Potrebbero arrivare fino al 25%. L'amministrazione Usa userebbe 'scuse' legate alla tutela della sicurezza nazionale
AP

Usa ritirano invito fatto alla Cina per partecipare a esercitazione militare

Si chiama Rimpac, coinvolge 27 nazioni ed è prevista nel Pacifico a giugno. Washington contro la militarizzazione delle isole controverse nel Mar Cinese Meridionale
U.S. Department of Defense

McDonald's travolto da accuse di molestie sessuali in Usa

Le hanno lanciate dieci donne. Il gruppo le prende "molto seriamente"
iStock

Congresso Usa smantella riforma finanziaria post-crisi in favore delle banche più piccole

Alzato a 250 miliardi di dollari da 50 miliardi il valore degli asset che un istituto di credito deve avere per essere soggetto alle regole più severe

Trump contro il 'Deep State': "Mi ha spiato, è un grave scandalo"

Serie di tweet del presidente contro l'Fbi; il dipartimento di Giustizia, intanto, indaga

Tiffany: i conti brillano, annuncia piano di buyback da 1 miliardo di dollari

Utili +53% a 142 milioni di dollari. Ricavi +15% a 1 miliardo. Outlook per il 2018 migliorato

Trump vuole taglio del 10% delle esportazioni Ue di acciaio e alluminio

Secondo il Wsj, Washington ha fatto due proposte a Bruxelles. C'è tempo fino al primo giugno