Usa: con Trump, boom degli arresti di migranti senza permesso di soggiorno

Nel primo anno della sua presidenza, sono invece calati quelli lungo il confine con il Messico. Giù anche le espulsioni. Il dipartimento di sicurezza ha un nuovo capo

Il numero di persone colte a superare il confine messicano mettendo piede illegalmente negli Stati Uniti è sceso ai minimi storici da quando Donald Trump è entrato alla Casa Bianca il 20 gennaio 2017 ma dal maggio successivo è tornato a crescere. C'è stato piuttosto un boom degli arresti di persone residenti in Usa senza permesso di soggiorno nel primo anno di presidenza Trump.

Il dipartimento per la Sicurezza nazionale ha subito cantato vittoria: "Abbiamo chiaramente visto i risultati di successo dell'impegno del presidente a sostenere agenti e funzionari mentre fanno rispettare la legge e proteggono i confini", ha detto in conferenza Elaine Duke, il segretario del dipartimento ad interim che sta per essere sostituito da Kirstjen M. Nielsen, la cui nomina è stata confermata al Senato. Nielsen, 45 anni, è una stretta confidente del capo di gabinetto alla Casa Bianca, John F. Kelly; quest'ultimo era stato a capo del dipartimento da gennaio a luglio scorsi.

Stando ai dati forniti dal Customs and Border Protection (CBP), una delle due agenzie federali parte del dipartimento americano per la Sicurezza nazionale, nell'anno fiscale concluso il 30 settembre scorso sono stati compiuti 310.531 arresti al confine tra Usa e Messico, il 24% in meno rispetto all'anno precedente e pari ai minimi del 1971.

Sono balzati invece gli arresti di persone che risiedono in Usa senza permesso di soggiorno anche se le espulsioni sono scese: tra l'inizio della presidenza Trump e la fine di settembre, gli agenti dell'Immigration and Customs Enforcement (ICE) - agenzia a sua volta parte del dipartimento per la Sicurezza nazionale - gli arresti sono stati 110.568, il 42% in più sullo stesso periodo del 2016. Le espulsioni hanno raggiunto quota 226.119, il 6% in meno sull'anno fiscale 2016.

Tom Homan, direttore ad interim di ICE, ha respinto le accuse di gruppi a difesa dei migranti secondo cui l'amministrazione Trump ha fatto di tutto per incastrare persone e rispendirle nel loro Paese di origine sfruttando infrazioni insignificanti o andandone a caccia in luoghi che teoricamente dovrebbero essere sicuri.

"Siamo spesso accusati di compiere discriminazioni attraverso raid o arresti in chiese e ospedali", ha detto Homan durante una conferenza. "Ma noi compiamo operazioni mirate, sappiamo esattamente dove e chi arrestare". Lo stesso funzionario ha criticato le cosiddette città "santuario" che proteggono persone che ci vivono da tempo pur non avendo il permesso di risiedere negli Stati Uniti: per lui sono "responsabili di mettere a rischio vite innocenti proteggendo criminali illegali".

Il calo degli arresti al confine con il Messico getta ulteriori dubbi sulla necessità - difesa da Trump- di costruire un muro. Tanto più che il 58% degli arrestati era originario di Paesi diversi dal Messico. "Nella società usiamo mura e recinzioni per proteggere cose. La cosa non dovrebbe essere diversa al confine", ha detto Ronald Vitiello, vice commissario ad interim di CBP. "Il muro è parte di un sistema di sicurezza" che include sensori, luci, radar e torri fisse o mobili. Confermando che la sua agenzia sta studiando prototipi di muro, Vitiello ha aggiunto che allo studio c'è anche il ricorso a droni per monitorare il confine.

Immigration and Customs Enforcement
Immigration and Customs Enforcement
Altri Servizi

Fed e riforma fiscale spingono Wall Street

Progressi verso l'approvazione di una riforma fiscale; la Federal Reserve ha alzato i tassi, come previsto, di 25 punti base all'1,25-1,5%
AP

Walt Disney: atteso l'annuncio dell'acquisto di asset di Fox

Transazione valutata 60 miliardi di dollari, tutta in azioni
AP

E' iniziato il conto alla rovescia. Come si dice da giorni, è atteso per oggi - probabilmente prima dell'apertura dei mercati a Wall Street - l'annuncio dell'accordo sull'acquisto da parte di Walt Disney di asset cinematografici e televisivi di 21st Century Fox, il colosso parte della galassia Murdoch. Si tratta di un'operazione da 60 miliardi di dollari tutta in azioni.

Ufficiale il matrimonio (da 52,4 miliardi) tra Walt Disney e 21st Century Fox

Subito prima dell'acquisizione Fox scorporerà alcuni asset (Fox Broadcasting e le emittenti Fox News, Fox Business, FS1, FS2 e Big Ten Network). L'amministratore delegato e presidente di Disney Bob Iger resterà in carica fino al 2021.
AP

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi è arrivata l'ufficialità. Walt Disney ha raggiunto un accordo per rilevare 21st Century Fox, una volta che questa avrà scorporato alcuni asset (Fox Broadcasting e le emittenti Fox News, Fox Business, FS1, FS2 e Big Ten Network). Come si legge in una nota, Disney pagherà 52,4 miliardi di dollari in azioni, ovvero 0,2745 azioni per ogni titolo di Fox.

Accusato di violenza sessuale, si suicida un deputato del parlamento del Kentucky

Dan Johnson, repubblicano, era stato al centro di un'inchiesta giornalistica che aveva raccontato la sua "rete di bugie"; il caso di violenza sessuale su una diciassettenne riaperto dopo il reportage

È morto Dan Johnson, 57 anni, deputato repubblicano del parlamento dello Stato del Kentucky, negli Stati Uniti; il politico, secondo i media statunitensi, si sarebbe suicidato, dopo essere stato accusato di vari crimini dal Kentucky Center for Investigative Reporting del Louisville Public Media, tra cui il più grave è quello di violenza sessuale ai danni di una diciassettenne, che avrebbe aggredito nel sotterraneo della chiesa dove serviva come pastore.

Trump firma documento per riportare uomo sulla Luna e promette Marte in futuro

Un nuovo programma di esplorazione spaziale. L'uomo non mette piede sulla Luna dal 1972 con Apollo 17. Ma continuano a esserci dubbi sui fondi

"Questa volta non pianteremo solo la nostra bandiera e lasceremo le nostre impronte [sulla Luna], ma stabiliremo delle basi da cui fare partire le missioni verso Marte e in futuro verso altri mondi". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, firmando un documento con il quale si impegna a rafforzare il programma spaziale americano e a riportare gli astronauti Usa sulla Luna e poi su Marte. Sarebbe la prima volta dal 1972, quando la missione Apollo 17 portò per l'ultima volta degli esseri umani sulla Luna. Oggi è il giorno dell'anniversario di Apollo 17, la cui navicella è atterrata sulla Luna l'11 dicembre di 45 anni fa.

La Nba vuole una squadra della sua lega minore a Città del Messico

La lega professionistica vuole continuare a espandersi e guarda al maggior mercato dell'America Latina. La nuova squadra della G League potrebbe giocare già dalla prossima stagione
Ap

La Nba vuole una squadra della sua G League a Città del Messico, forse già dalla prossima stagione. Lo ha affermato il Commissioner della lega di basket professionistico del Nordamerica, Adam Silver.

Wall Street attende la Fed

La Federal Reserve alle 14 (le 20 in Italia) diffonde un comunicato con le sue scelte di politica monetaria. Atteso un rialzo dei tassi di 25 punti base all'1,25-1,5%
AP

Corea del Nord: Tillerson apre a trattative. Trump: nulla è cambiato

Gli Usa premono sulla Cina affinché interrompa i rifornimenti di petrolio a Pyongyang
AP

Ancora una volta Rex Tillerson e Donald Trump sembrano muoversi su binari paralleli. Il segretario americano di Stato ha aperto la porta a trattative dirette con la Corea del Nord "senza precondizioni" ma la Casa Bianca ha subito chiarito che la sua linea non è affatto cambiata.

Trump rilancia: stop a lotteria di Carte Verdi e visti sponsorizzati da parenti

Il presidente Usa rilancia la sua proposta dopo il tentato attacco terroristico di New York
AP

Così come aveva fatto dopo il 31 ottobre scorso, quando un uomo di origini uzbeche causò a New York il primo attacco terroristico dall'11 settembre 2001, Donald Trump è tornato a criticare l'impianto regolatorio in vigore in tema di immigrazione ribadendo di volere mettere fine a una lotteria a cui ogni anno partecipano milioni di persone da tutto il mondo e che consente a stranieri di vincere una Green Card e dunque di diventare residenti permanenti degli Usa ed eventualmente cittadini americani.

Usa Today attacca Trump: "Inadatto a pulire i bagni" di Obama

Ma anche a lucidare le scarpe di George W Bush. Per il quotidiano, il presidente ha un carattere "straordinariamente terribile" che ha fatto insinuazioni sessiste fuori luogo

Donald Trump si è sentito più volte dire che era inadatto alla presidenza degli Stati Uniti. Durante la campagna elettorale dello scorso anno, sia il presidente americano Barack Obama sia la candidata democratica alle elezioni Hillary Clinton lo avevano ripetuto in tutte le salse. Oltre un anno dopo la vittoria shock del miliardario di New York, è un quotidiano ampiamente diffuso in Usa a rispolverare quel concetto ma in termini decisamente pesanti.