In Usa la polemica corre sull’Alta Velocità

L'amministrazione Obama ha speso 11 miliardi di dollari dal 2009 ma senza un miglioramento del servizio
iStock

L’opinione pubblica americana boccia l’amministrazione Obama sull’Alta Velocità: sono stati spesi quasi 11 miliardi di dollari dal 2009 per sviluppare treni veloci ma la maggior parte dei progetti non è stata attuata. Il principale errore del presidente, sostengono in molti, è di aver mal gestito i fondi governativi: invece di utilizzarli per sostenere progetti ad alta velocità in punti strategici del Paese li avrebbe parcellizzati per migliorare il servizio della rete ferroviaria su tutto il territorio nazionale senza così garantire, almeno sui tratti cruciali, treni veloci.

Nel mirino delle polemiche in particolare è l'Amtrak, la rete ferroviaria governativa che collega le principali città del Paese, accusata di essere troppo lenta. Per di più l’Acela, il treno ad alta velocità della Amtrak in funzione dal 2000, è ora penalizzato da una rete ferroviaria bisognosa di manutenzione.

Amtrak si avvale di treni che solo per brevi tratti raggiungono i 150 chilometri orari ma che per la maggioranza dei tracciati - compresi quelli più trafficati come la tratta New York-Washington Dc - arrivano a toccare gli 80 chilometri orari. Troppo poco per gli utenti che quotidianamente percorrono queste distanze e che accusano Obama di non aver saputo gestire correttamente i fondi pubblici destinati al miglioramento della rete.

A puntare il dito contro il presidente americano è in particolare Kenneth Orski, direttore di un’importante rivista di trasporti e consulente dell’amministrazione Nixon e Ford, secondo cui Obama avrebbe illuso i cittadini con la promessa di garantire loro l’accesso all’alta velocità entro 25 anni quando si tratta di un risultato impossibile da raggiungere. Secondo gli esperti servirebbero infatti oltre 150 miliardi di dollari e 26 anni di lavoro per garantire all’America una rete ferroviaria veloce come quelle europee o asiatiche, con treni in grado di raggiungere i 220 chilometri orari.

Nonostante le accuse, il segretario dei Trasporti di Obama, Ray LaHood, si dice speranzoso per la messa a punto del sistema di percorrenza ad alta velocità.

Altri Servizi

liveblog4testing

subtitle

Usa: -701.000 posti di lavoro a marzo, la disoccupazione sale al 4,4%

Primi effetti del coronavirus, ma i dati si riferiscono solo fino al 12 marzo, all'inizio dell'applicazione delle misure restrittive per contenere la diffusione della pandemia

Wall Street, attesa per il rapporto sull'occupazione

Petrolio in rialzo dopo il diffuso ottimismo sul taglio della produzione
AP

Usa, effetto coronavirus: 10 milioni di disoccupati in due settimane

La scorsa settimana, 6,6 milioni di nuove richieste di sussidi di disoccupazione, il doppio della settimana precedente
Ap

Wall Street, attenzione alle richieste di disoccupazione

In programma anche il deficit della bilancia commerciale
AP

Coronavirus, Pence: "Situazione Usa comparabile a quella dell'Italia"

Il vicepresidente Usa: "Il futuro è nelle nostre mani". I casi negli Stati Uniti sono 189.633, i morti 4.081

Wall Street riparte dopo il primo trimestre peggiore della sua storia

Oggi atteso il dato sull'occupazione nel settore privato
AP

Trump allenta gli standard ambientali per le auto

Le nuove norme, che cancellano le misure volute da Obama, saranno subito portate in tribunale da Stati e gruppi ambientalisti

Cuomo: "Coronavirus sottovalutato". Nello Stato di New York, 75.795 casi e 1.550 morti

I positivi aumentati del 14% in un giorno, i morti del 27,2%
iStock

Wall Street, resta l'agitazione per coronavirus e petrolio

Dati in programma: indice dei prezzi e fiducia dei consumatori
AP