Usa2020, Obama avvisa i Democratici: "Attenti a non spostarci troppo a sinistra"

Messaggio dell’ex presidente americano ai candidati durante il suo intervento alla Democracy Alliance, potente network di finanziatori liberal
Ap

Barack Obama ha voluto dare un consiglio ai candidati per le primarie democratiche in vista delle presidenziali 2020. "Attenti a non spostarci troppo a sinistra", ha dichiarato l’ex presidente americano durante il suo intervento alla Democracy Alliance, potente network di finanziatori liberali.

"La nostra visione anche se coraggiosa deve affondare le radici nella realtà. L'americano medio vuole vedere le cose migliorate ma non pensa che dobbiamo buttare giù l'intero sistema e rifarlo", ha aggiunto il primo presidente afroamericano della storia degli Stati Uniti. Pur senza fare riferimenti ad un particolare candidato o a una specifica proposta politica, il messaggio sembrerebbe però diretto a Bernie Sanders ed Elizabeth Warren, sua ex consigliera economica, entrambi avanti nei sondaggi ma ancora distanti dal convincere con le loro proposte l’establishment del partito dell’asinello.

"Gli elettori, compresi democratici, alcuni indipendenti e persino i repubblicani moderati, non sono mossi dalle stesse opinioni riflesse in alcuni account Twitter di sinistra o dall’ala più attivista del nostro partito", ha spiegato l’ex inquilino della Casa Bianca che ha esortato i candidati a "superare" con nuove idee le riforme e i risultati raggiunti dalla sua amministrazione.

Parlando davanti a una stanza di ricchi donatori liberali, Obama ha esortato i democratici a ricordare la lunga e combattiva cavalcata della sua campagna nelle primarie contro Hillary Clinton nel 2008, sostenendo che la battaglia di 16 mesi contro l’ex First Lady lo ha reso alla fine un candidato alla presidenza ancora più forte. "A chi si preoccupa del fatto che avremo delle primarie combattute, vi ricordo che io ho avuto delle primarie molto combattute", ha detto l’ex Potus aggiungendo che alla fine di queste primarie i democratici avranno un "candidato ampiamente testato".

Nel suo intervento Obama ha poi risposto alla preoccupazioni di chi non vede ancora tra i candidati una figura forte in grado di competere con Donald Trump. Anche perché, come ricorda il New York Times, la situazione tra i dem sembra farsi più affollata di ora in ora. A Sanders, Biden e Warren, e agli altri 16 candidati, si è infatti aggiunto Deval Patrick, ex governatore del Massachussets e grande alleato di Obama. A loro bisognerebbe poi sommare anche Michael Bloomberg sul quale si fanno sempre più insistenti le voci di una imminente candidatura.

"Abbiamo in campo persone molto serie, appassionate ed intelligenti che hanno un passato al servizio del Paese e io lavorerò sodo per garantire chiunque emergerà vincente dalle primarie diventi il prossimo presidente", ha concluso l'ex presidente esortando donatori ed elettori alla calma e facendo chiaramente capire che non si schiererà durante le primarie.

Altri Servizi

Usa 2020, primarie Dem: si ritira la senatrice Kamala Harris

Dopo un inizio promettente, era finita nell'anonimato. "Non abbiamo i soldi per andare avanti" ha spiegato ai suoi sostenitori

La senatrice Kamala Harris ha annunciato il ritiro della sua candidatura alle primarie democratiche per le presidenziali statunitensi. Nelle ore precedenti, era stata annunciata la cancellazione di un evento di raccolta fondi a New York.

Audizione per l'impeachment di Trump, tre costituzionalisti su quattro a favore

Quattro esperti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deciderà se procedere con la messa in stato d'accusa del presidente Usa
Ap

In base a prove e testimonianze, il presidente statunitense Donald Trump ha commesso reati passibili di impeachment. Lo ha detto Noah Feldman, professore di Harvard, primo dei quattro costituzionalisti chiamati a testimoniare davanti alla commissione Giustizia della Camera, che deve decidere sull'impeachment di Trump. 

Wall Street, delusione per possibile rinvio accordo Usa-Cina

Il presidente Trump ha dichiarato che potrebbe essere meglio aspettare le elezioni del 2020 prima di firmare un'intesa commerciale con Pechino

Wall Street, nuovi segnali positivi su Usa-Cina

Secondo Bloomberg, accordo commerciale vicino tra le due potenze
AP

Nato, Trump metterà in guardia da Russia e Cina; il 4 incontro con Conte

Il presidente Usa alle celebrazioni per i 70 anni dell'Alleanza, in programma a Londra il 3-4 dicembre
Ap

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, solleverà il problema delle minacce portate da Russia e Cina, durante il vertice della Nato che si terrà a Londra la prossima settimana, in occasione del settantesimo anniversario dell'Alleanza atlantica. Secondo quanto riferito dall'amministrazione statunitense durante una conference call con i giornalisti, Trump incontrerà diversi capi di Stato e di governo a margine della riunione della Nato, tra cui il presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte, con cui è previsto un incontro mercoledì 4 dicembre.

Walt Disney

‘Frozen 2’ batte ogni record. Il film che narra la storia delle due sorelle, Elsa e Anna, ha incassato 123,7 milioni di dollari negli Stati Uniti ed in Canada durante i cinque giorni del weekend di Thanksgiving, superando il precedente record di 110 milioni di dollari detenuto da ‘Hunger Games: La Ragazza di Fuoco’ del 2013.

L’ex segretario di Stato Usa, John Kerry, ha creato una nuova coalizione formata da leader globali, esponenti militari e star di Hollywood con lo scopo di promuovere iniziative pubbliche per contrastare il cambiamento climatico.

Trump: "Dem antipatriottici". Oggi il rapporto sulle indagini per l'impeachment

I democratici vogliono un voto alla Camera entro Natale; in questo caso, a gennaio partirebbe il processo in Senato
Ap

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha definito i democratici "molto antipatriottici" perché vogliono metterlo in stato d'accusa, mentre la commissione Intelligence della Camera si prepara a rendere noto il proprio rapporto sulle prove e le testimonianze raccolte nel corso delle ultime settimane; in base a questo rapporto, la commissione Giustizia deciderà se e quali articoli di impeachment redigere e far votare alla Camera. In settimana, la commissione darà il via alle proprie audizioni e ha invitato Trump a partecipare.

Pelosi: "Procediamo con gli articoli di impeachment per Trump"

La speaker della Camera chiede alla commissione Giustizia di redigere le accuse. Trump: "Impeachment? Fatelo in fretta, così poi torniamo al lavoro"
Ap

Wall Street, attenzione sempre rivolta ai rapporti Usa-Cina

Tra i dati attesi oggi, le nuove richieste dei sussidi di disoccupazione
AP