Valentino apre il suo secondo store a San Paolo. Sceglie Iguatemi

Iguatemi Group

Valentino raddoppia a San Paolo. E dopo il negozio all'interno dello Shopping Cidade Jardim la maison italiana ha inaugurato il suo secondo store nella città brasiliana nell'Iguatemi Mall São Paulo, il primo shopping center della catena, il primo mai aperto in America Latina e che nel 2016 ha festeggiato il cinquantenario dall'inaugurazione.

"L'apertura è la prima di una serie di inagurazioni di brand di lusso nel 2017. Rendere i marchi internazionali più accessibli per i brasiliani è un modo per consentire loro di sentirsi connessi al più ampio mondo della moda", ha detto Carlos Jereissati Filho, amministratore delegato di Iguatemi Group, che si occupa della gestione di shopping mall e fa parte di Jereissati Group, una delle maggiori 500 società dell'America Latina per fatturato, con attività nei settori del real estate commerciale, delle materie prime e delle telecomunicazioni.

Per Valentino, l'apertura della boutique è un passo importante per lo sviluppo della rete retail a livello mondiale. Lo spazio, su una superficie di cento metri quadrati, si basa su un'idea sviluppata dal direttore creativo Pierpaolo Piccioli insieme all'architetto britannico David Chipperfield.

L'idea è combinare vecchio e nuovo per creare l'atmosfera elegante, lontana da quella un po' asettica di uno showroom e promuovendo un nuovo format architettonico al posto di quello tradizionale dei negozi retail. Il design dello store è in linea con la filosofia della maison: creare un'estetica che parli al pubblico, preservando i tratti e l'identità del brand.

L'apertura consente anche a Iguatemi di rafforzarsi ulteriormente: il gruppo "da lungo tempo è un giocatore chiave sul mercato brasiliano del lusso e siamo orgogliosi del fatto che Valentino, una delle case di moda più importanti e con più storia al mondo, si unisca a noi. L'inaugurazione è una pietra miliare e conferma Iguatemi al primo posto tra gli shopping center di lusso in Sud America", ha detto Jereissati Filho, anticipando che altri brand arriveranno nel corso dell'anno.

Altri Servizi

Caterpillar fa mea culpa, ha truffato clienti e gettato in mare le prove

Riparazioni inutile ai vagoni di gruppi attivi nel settore ferroviario. Multa da 5 milioni di dollari e rimborsi per 20 milioni. Cifre modeste ma un colpo alla sua reputazione
Caterpillar

Una divisione di Caterpillar ha ammesso di avere truffato clienti facendo manutenzione inutile sui loro vagoni ferroviari.

Haley (Onu): ascoltiamo le donne che dicono di essere state molestate da Trump

L'ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite in una intervista su CBS. Il suo parere è opposto a quello della Casa Bianca che invece ha definito i casi risolti
Ap

Nikki Haley, l'ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, domenica ha detto che le donne che hanno accusato il presidente Usa Donald Trump di averle molestate e toccate senza il loro consenso "dovrebbero essere ascoltate".

La polizia di New York ha confermato alla Nbc l'arresto di una persona, dopo l'esplosione avvenuta tra la 42esima Strada e l'ottava Avenue proprio nell'ora di punta nel terminal di Port Authority, la stazione centrale degli autobus, vicino a Times Square, a Manhattan.

Gli Usa rispondono alla Russia: pronti a sviluppare nuovi missili nucleari

Trump in questo modo ricatta Mosca e spera che decida di tornare a rispettare il trattato sulla non proliferazione di missili di media gittata, firmato nel 1987. Questa settimana previsto un incontro bilaterale a Washington

Gli Stati Uniti hanno avvertito la Russia che inizieranno a sviluppare nuovi missili nucleari a meno che Mosca non ritorni a rispettare il trattato di non proliferazione che è accusata di aver violato.

Wall Street ottimista, la Fed pronta ad alzare i tassi

La decisione della Federal Reserve è attesa questa settimana
AP

Wall Street: occupazione Usa in primo piano

Creati più posti di lavoro del previsto ma i salari stentano a crescere. La Federal Reserve è pronta ad alzare i tassi la settimana prossima
AP

Alabama al voto per un seggio in Senato, il repubblicano Moore ce la farà?

Il candidato è accusato di molestie sessuali, ma è sostenuto dal presidente Trump ed è in vantaggio nei sondaggi, in uno Stato che non elegge un democratico in Senato dal 1992

Roy Moore, il controverso candidato repubblicano al seggio nel Senato statunitense lasciato libero da Jeff Sessions, divenuto segretario alla Giustizia, ha reso l'Alabama uno Stato inaspettatamente in bilico. Domani, i cittadini dello Yellowhammer State dovranno scegliere tra lui, uomo fortemente appoggiato dalla destra capeggiata da Steve Bannon, e il democratico Doug Jones.

Gli Usa contro la Russia, a 30 anni dal trattato INF per l'eliminazione dei missili

Da tempo Washington denuncia le violazioni di Mosca. L'amministrazione Trump pronta a sviluppare un'arma per restare al passo dei russi
Ap

Gli Stati Uniti sono pronti a sviluppare un nuovo missile da crociera capace di trasportare armi convenzionali o testate nucleari, visto che credono che la Russia stia violando l'accordo per l'eliminazione dei missili a raggio corto e intermedio, l'INF, firmato 30 anni fa dal presidente Ronald Reagan e dal segretario generale del Partito comunista sovietico, Mikhail Gorbachev.

Pence pronto a spodestare Trump a un mese dalle elezioni

Lo sostiene The Atlantic. I repubblicani valutarono l'ipotesi dopo l'audio dell'attuale presidente con frasi sessiste

Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, si sarebbe proposto per spodestare Donald Trump e diventare il candidato alla presidenza del partito repubblicano durante la campagna elettorale, dopo la diffusione di un vecchio audio in cui l'attuale presidente affermava di prendere le donne "per la vagina". A riportare l'indiscrezione è The Atlantic, che ha dedicato un lungo articolo a Pence.

L'Organizzazione mondiale del commercio risponde a Trump

Dopo gli attacchi del presidente americano, Cina, Europa e Argentina chiedono rapporti bilaterali più stretti. Per Trump invece l'Omc ha un piano per indebolire gli Stati Uniti
AP

Negli ultimi giorni i paesi membri dell'Organizzazione mondiale del commercio hanno attaccato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump per le sue posizioni nei confronti dell'organizzazione, che ha più volte descritto come un gruppo che ha pregiudizi nei confronti di Washington. Domenica mattina si è aperto a Buenos Aires, in Argentina, l'incontro biennale dei 164 Paesi membri. All'apertura dei lavori, il presidente argentino, Mauricio Macri, ha detto che è importante rafforzare i rapporti multilaterali tra gli Stati. Si tratta della stessa posizione dei Paesi europei e della Cina, che nei giorni scorsi hanno sostenuto la stessa posizione espressa da Macri.