Visa e Mastercard: patteggiamento con commercianti per 6,2 mld di dollari

Visa, Mastercard e alcune banche americane che emettono carte di credito hanno siglato il più grande patteggiamento legato a una class action e siglato nell'ambito di un caso antitrust. Esso riguarda le commissioni pagate dai commercianti - pari in Usa a oltre 90 miliardi di dollari l'anno - quando accettano pagamenti effettuati con carte di credito. Il valore dell'intesa è pari a 6,2 miliardi di dollari.

Viene così archiviato un caso avviato nel 2005 (quando Visa e Mastercard erano ancora controllate dalle banche) ma riaperto nel 2016 da un tribunale d'appello, convinto che i commercianti non fossero equamente rappresentati. Nel 2012 le due aziende aveva siglato un accordo record, poi annullato, da 5,7 miliardi di dollari, tagliato da 7,25 miliardi dopo il ritiro dalla class action di grandi retailer come Starbucks, Lowe's, Amazon, Costco Wholesale e Walmart. Lo scorso anno la Corte Suprema si era rifiutata di occuparsi del caso.

Le due aziende avevano già pagato 5,3 miliardi a questo scopo. La porzione del nuovo patteggiamento di Visa vale 600 milioni, cifra che il gruppo ha detto di avere già accantonato il 28 giugno; includendo l'intesa del 2012, il totale versato da Visa è pari a 4,2 miliardi. Mastercard pagherà altri 108 milioni oltre ai 790 milioni che accettò di versare nell'intesa del 2012.

L'azione legale contro Visa e Mastercard - che gestiscono le transazioni con carte di credito attraverso le loro reti - chiama in causa anche JP Morgan, Bank of America e Citigroup. Avviata per conto di circa 12mila commercianti, la causa ha visto i gruppi di carte di credito essere accusati di violare le leggi federali antitrust obbligando i commercianti a pagare commissioni gonfiate e a impedire loro di indirizzare i clienti ad altri metodi di pagamenti.

Altri Servizi

Nfl, scandalo a luci rosse sul proprietario dei New England Patriots

Robert Kraft incriminato per sfruttamento della prostituzione e traffico di esseri umani
©Ap

Warren Buffett scrive agli azionisti: "Scarse prospettive per la caccia agli elefanti"


Pubblicata l’annuale lettera agli investitori dell’Oracolo di Omaha all'indomani del venerdì nero di Kraft che ha perso il 27,46% in borsa

Trump nomina Kelly Knight Craft ambasciatrice all'Onu


Dopo l’incarico in Canada prenderà il posto di Nikki Haley
©WikimediaCommons

R.Kelly si è consegnato alla polizia dopo le accuse di molestie

Nei confronti del cantante sono stati formulati dieci capi d’accusa per abusi. Il processo inizierà il prossimo 8 marzo
©Ap

Trump ottimista: un accordo tra Usa e Cina è possibile ma restano ostacoli

Toni incoraggianti anche da Xi, che il presidente Usa potrebbe vedere a marzo. Lighthizer cauto. Ross: presto per lo champagne. Mnuchin: raggiunto accordo su valute ma mancano dettagli

Democratici pronti a bloccare il muro di Trump

Alla Camera sarà votata una risoluzione contro l'emergenza nazionale al confine tra Usa e Messico invocata dal presidente americano
AP

Fed: tensioni commerciali e Brexit minacciano stabilità, outlook fiscale Italia "deteriorato"

Pubblicato il rapporto che anticipa la testimonianza semestrale al Congresso del governatore Powell

I fondi che Trump voleva usare per il muro non ci sono più

Più di un terzo è stato già speso; il Pentagono cerca alternative, ma servirà l'approvazione del Congresso
Ap

Wall Street fiduciosa sulla trattativa Usa-Cina

Oggi, il presidente Usa Donald Trump incontra il vicepremier cinese Liu He
AP