Voices of the Tarantate: il ritmo che batte contro la violenza arriva a New York

Alessandra Belloni porta negli Stati Uniti uno spettacolo dedicato all'antica danza popolare italiana. E annuncia: "Presto farò un Reality show sul tema degli abusi sulle donne"
Un momento dello spettacolo "Voices of the tarantate" A24

Due atti contrapposti. Come il bianco e il rosso degli abiti di scena. Un'ora di morte e rinascita, violenza e forza, sangue e fuoco. Questo è il ritmo di “Voices of the Tarantate”. La prima mondiale dello spettacolo scritto e diretto dalla “dea del tamburello” in America, Alessandra Belloni, dedicato alla lotta contro le violenze domestiche, andato in scena al Theatre for the New City.

Le connessioni tra la danza tradizionale pugliese e la lotta alla violenza sulle donne sono molte. “La pizzica tarantata pugliese è la danza terapeutica più antica di tutti i tempi – spiega l'attrice -, era nata proprio per la cura di donne che soffrivano di depressione e manie di suicidio”. “Le persone che ho incontrato nei miei workshop sono guarite dalla depressione. Io stessa sono stata guarita”, continua Belloni.

Calato il sipario, scesa la frenesia che ha portato sul finale gli spettatori a danzare insieme alle “tarantate”, la maga della pizzica rivela ad America24 che non è tutto: “Ho già in mente di fare un libro e un documentario sul tema della violenza sulle donne, ma prima di andare in tv sentivo l'esigenza di portare queste storie in teatro”. Tanti i progetti che Alessandra Belloni ha in cantiere: “Sto scrivendo un Reality show, ci sarò io che giro per il mondo e racconto la mia storia, della violenza subita da mia sorella e del comportamento aggressivo di mio padre, e quelle delle donne che ho conosciuto nei miei workshop”.

Le Figlie di Cibele saranno con lei in questa nuova avventura, per ora la compagnia di interpreti e percussioniste tutta al femminile è impegnata sul palcoscenico dove danzano, cantano e urlano storie vere di stupro, violenze e abusi fino al momento in cui la Madonna Nera, la Grande dea madre, protettrice delle donne non le purifica dal dolore. “Now let's celebrate as we break free from society expectations”, questo il perno sul quale ruota tutto lo spettacolo, il punto di rottura dal quale la scena inizia a illuminarsi di una luce nuova, positiva e catartica.

Alessandra Belloni si esibisce cantando in napoletano, calabrese, pugliese, latino e portoghese, alternando pezzi della tradizione e testi originali scritti da lei, accompagnandosi sempre con i tamburelli. “A suonare - rivelerà ad America24 – ho imparato per strada esibendomi giorno e notte in Italia. Non c'è altra scuola per questo”. A New York invece la nota performer ha frequentato la prestigiosa scuola dell'HB Studio e ha lavorato con Dario Fo: “In due settimane con lui ho capito più cose di teatro che in tutta la vita”.

Altri Servizi

Wall Street, attenzione rivolta a trimestrali e tensioni commerciali

Tra le grandi banche, oggi è il turno di Bank of America
AP

Email Clinton, accusate 38 persone ma non ci fu uso volontario di informazioni classificate

Lo ha stabilito un'indagine del Dipartimento di Stato che ha messo sotto accusa i funzionari. L'ex first Lady attacca una delle candidate dem alle presidenziali, accusandola di essere "un asset dei russi"
Ap

Hillary Clinton torna a occupare prepotentemente le prime pagine dei quotidiani americani e i dibattiti dei talk politici d'oltreoceano. Da un lato, l’ex segretario di Stato è stata coinvolta nella chiusura delle indagini sull'emailgate, dall’altro, ha invece denunciato una possibile nuova interferenza dei russi nel voto delle prossime Presidenziali nel 2020.

Siria, McConnell contro Trump: "Il ritiro delle truppe è un errore strategico"

Duro attacco del leader dei repubblicani al Senato dalle pagine del Washington Post
AP

Duro attacco di Mitch McConnell a Donald Trump per la linea militare scelta dal Tycoon in Medio Oriente. "Ritirare le forze americane dalla Siria è un grave errore strategico", ha scritto sulle pagine del Washington Post il senatore del Kentucky, leader della maggioranza repubblicana al Senato nonché uno dei più stretti alleati del presidente americano.

Wall Street, attenzione rivolta alle trimestrali

Oggi, i conti di Citigroup, Goldman Sachs, JPMorgan Chase e Wells Fargo
AP

Warren: "Basta premiare i donatori con incarichi diplomatici"

La senatrice, candidata alle primarie democratiche per le presidenziali, lancia una nuova battaglia contro l'influenza dei soldi nella politica statunitense
AP

Basta ricchi donatori come ambasciatori. La senatrice statunitense Elizabeth Warren, candidata alle primarie democratiche per le presidenziali del prossimo anno, ha annunciato che, se eletta presidente, metterà fine alla consuetudine decennale di scegliere, per molti incarichi diplomatici, generosi donatori della campagna elettorale del presidente di turno. "Per decenni, le amministrazioni di entrambi i partiti hanno scelto come ambasciatori i grandi donatori. Solitamente non sono esperti del Paese, di politica estera o di qualsiasi cosa rilevante per l'incarico" ha scritto Warren. 

Siria, Pence: Turchia ha accettato un cessate il fuoco di 5 giorni

Il vicepresidente statunitense ha incontrato il presidente turco Erdogan

Il vicepresidente statunitense Mike Pence, in visita ad Ankara, dove ha incontrato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che la Turchia ha accettato un cessate il fuoco di 120 ore nel Nord-est della Siria, per permettere ai curdi di ritirarsi verso aree sicure.

Wall Street, svanisce l'ottimismo sui negoziati Usa-Cina

Pechino vuole approfondire alcune questioni prima di firmare la 'fase uno' dell'accordo
AP

Le Maire: "Libra non benvenuta in Europa, la vieteremo"

Il ministro dell'Economia francese contro la valuta virtuale di Facebook: "Stiamo lavorando con Italia e Germania a una serie di misure, in gioco c'è la nostra sovranità"

Francia, Italia e Germania stanno lavorando a una serie di misure per vietare in Europa l'uso di Libra, la moneta virtuale di Facebook. Lo ha detto il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, sottolineando che "Libra non è benvenuta in Europa. Vareremo misure con Italia e Germania perché è in gioco la nostra sovranità'" ha detto durante una conferenza stampa a margine delle riunioni del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale a Washington.

Wall Street, occhi su Cina e Brexit

La crescita economica rallenta a Pechino, mentre a Londra si discute dell'accordo con l'Unione europea
AP