America 24

Wall Street: future in calo aspettando decisione di Trump sull'Iran

I future a Wall Street sono in leggero calo con gli investitori che attendono la decisione del presidente americano sull'accordo nucleare iraniano. Donald Trump, da sempre critico della storica intesa, parlerà alle 20 italiane dalla Casa Bianca. In vista del suo intervento, il petrolio è oggetto di prese di profitto all'indomani di un rally che lo aveva spinto a NY sopra i 70 dollari al barile per la prima volta dal novembre 2014.

L'agenda macroeconomica è praticamente vuota, motivo per cui gli operatori di borsa si concentreranno sulla geopolitica e sulle singole storie societarie. Oltre alla questione iraniana, si monitorano gli sviluppi sul fronte nordcoreano: i leader di Cina e Corea del Nord si sono visti una seconda volta in vista del summit tra Trump e Kim Jong Un.

Continuano intanto le trimestrali societarie: il gruppo cinese di e-commerce JD.com quotato a Wall Street (-1,3% nel pre-mercato) ha deluso mentre Dean Foods (+6,5%), il più grande produttore Usa di latte, ha battuto le stime. Valeant Pharmaceutical (+9% nel pre-mercato) ha annunciato conti migliori del previsto; per rompere con il passato, da luglio si chiamerà Bausch Health Companies. Nel comparto dei media, Comcast (-2%) sta preparando un'offerta in contanti per gli asset di 21st Century Fox (+2,6%) che teoricamente stanno per essere ceduti a Disney (-0,8%).

Il DJIA è reduce da tre sedute di fila in rialzo mentre l'S&P 500 e il Nasdaq da due. I future del Dow cedono 39 punti, lo 0,16%; quelli dell'S&P 500 perdono 5,5 punti, lo 0,2%; quelli del Nasdaq lasciano sul terreno 13,5 punti, lo 0,2%. Il petrolio a giugno al Nymex perde l'1% a 70,02 dollari al barile.

8 Maggio 2018, 15:05
Ultimo aggiornamento: 2 anni, 5 mesi fa

Stefania Spatti