Wall Street cauta, persistono le tensioni commerciali

Dati macro: in programma le richieste dei sussidi di disoccupazione

economia
Sondaggio Wsj, prossima mossa Fed è taglio tassi, forse a luglio

Oltre tre quarti degli economisti sentiti dal Wall Street Journal credono che la prossima mossa della Federal Reserve sarà un taglio dei tassi. Il mese scorso erano la metà circa. In pochi, tuttavia, si aspettano una mossa imminente: solo due sui 46 interpellati prevedono una riduzione del costo del denaro nella riunione del 18 e 19 giugno. Quasi il 40% si aspetta una mossa a luglio e il 30% a settembre. I tassi sono fermi al 2,25-2,5% dallo scorso dicembre.

azionario
Wall Street riprende il rally di giugno

Come i future avevano indicato, la seduta a Wall Street è iniziata in rialzo dopo due giornate consecutive in ribasso. Nonostante questi cali, il Dow Jones Industrial Average è riuscito a tenere ieri la soglia psicologica dei 26mila punti. Il rally che c'è stato da inizio mese ha permesso all'indice delle 30 blue chip e all'S&P 500 di vivere quello che fino ad ora è il migliore mese da gennaio dopo il peggiore maggio dal 2010.

L'attenzione è rivolta al rally del petrolio, dovuto ad esplosioni - apparentemente provocate da non meglio specificati e non ancora rivendicati attacchi - a due petroliere nel Golfo di Oman, vicino alle coste iraniane. Ciò solleva lo spettro di interruzioni alle forniture della materia prima e di ulteriori tensioni geopolitiche tra Usa e Iran. Stando all'agenzia di stampa iraniana IRNA, Teheran ha soccorso tutti i 44 membri degli equipaggi.

Dal fronte macroeconomico è arrivata l'ennesimo prova di un indebolimento dell'inflazione: i prezzi all'importazione a maggio hanno registrato il calo maggiore dallo scorso dicembre (-0,3%). Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono salite oltre le stime (+3mila unità a 222mila).

Inoltre, tra Usa e Cina restano le tensioni commerciali: il portavoce del ministero del Commercio ha detto che Pechino "lotterà fino alla fine" se gli Usa continuano nella loro escalation e nel loro unilateralismo. Gao Feng ha aggiunto che una guerra commerciale provocherebbe una recessione in Usa e nel resto del mondo. Per ora, questo messaggio viene ignorato dal mercato.

Il Dow sale dello 0,48%, l'S&P 500 aumenta dello 0,5% e il Nasdaq Composite segna un +0,63%. Il petrolio a luglio al Nymex vola del 3,56% a 52,96 dollari.

Economia
Usa: +3.000 a 222.000 i sussidi di disoccupazione, peggio di stime

Nei sette giorni conclusi l'8 giugno, il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno fatto richiesta per ricevere sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti è cresciuto più delle stime.

Secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro, le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono aumentate di 3mila unità a 222mila unità. Le attese erano per un dato a 215.000 unità. A metà aprile il dato era sceso a 193mila, minimi del 1969.

La media delle ultime quattro settimane, un misura più stabile del dato, è salita di 2.500 unità a 217.750 unità contro le 201.500 raggiunte a metà aprile e pari ai minimi da 50 anni.

Il numero complessivo dei lavoratori che ricevono sussidi di disoccupazione per più di una settimana – relativo alla settimana terminata l'1 giugno, l'ultima per la quale è disponibile il dato – è salito di 2mila unità a 1,695 milioni.

economia
Usa: per prezzi all'importazione a maggio calo maggiore da dicembre

I prezzi all'importazione negli Stati Uniti sono scesi a maggio come previsto fornendo l'ennesima prova di un'inflazione debole. Stando a quanto reso noto dal dipartimento del Lavoro, i prezzi all'importazione hanno registrato un decremento mensile, ovvero rispetto ad aprile, dello 0,3%, la flessione maggiore da dicembre. Rispetto al maggio del 2018, i prezzi all'importazioni sono scesi dell'1,5%, il calo maggiore dall'agosto 2016.

Il dato è stato condizionato dai carburanti, i cui prezzi sono scesi in un mese dell'1%; si tratta del ribasso maggiore dallo scorso dicembre. Quelli del petrolio sono calati in un mese dello 0,9%.

I prezzi alle esportazioni a maggio sono scesi mensilmente dello 0,2% e annualmente dello 0,7%.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione per la settimana conclusa l'8 giugno alle 8:30 (le 14:30 in Italia). Precedente: +0 a 218mila. Consensus: 215mila.

Prezzi all'importazione per il mese di maggio alle 8:30 (le 14:30 in Italia). Precedente: +0,2%. Consensus: -0,3%.


Appuntamenti societari

Trimestrale di Broadcom dopo la chiusura dei mercati.