Wall Street attende la decisione della Fed sui tassi

Alle 20 italiane l'annuncio: probabile un nuovo taglio di 25 punti base

azionario
Wall Street chiude mista, taglio tassi potrebbe essere stato l'ultimo del 2019

La seduta a Wall Street è finita mista e con indici poco mossi rispetto al tonfo subito dopo il taglio dei tassi annunciato dalla Federal Reserve. La limatura di 25 punti base all'1,75-2% era ampiamente attesa ma forse il mercato non si aspettava che la Fed fosse così divisa sul da farsi. Su 10 persone che hanno votato la decisione odierna, uno avrebbe voluto un taglio di 50 punti base e in due li avrebbero lasciati fermi. Gli investitori hanno temuto che quello odierno fosse l'ultimo taglio dell'anno ma il governatore Jerome Powell ha ribadito la flessibilità della Fed.

Il Dow è riusciuto a chiudere in rialzo dello 0,13% a quota 27.147 ma a un certo punto era sceso sotto i 27mila punti. L'S&P 500 è salito dello 0,03% a quota 3.006,73. Il Nasdaq ha perso lo 0,11% a quota 8,177.

tech
Huawei sospeso da forum contro cyber-attacchi (Wsj)

Il gruppo cinese Huawei Technologies è stato temporaneamente sospeso da un gruppo internazionale che riunisce aziende, governi ed esperti e che ha l'obiettivo di difendere la sicurezza informatica e condividere informazioni sulla cyber-vulnerabilità. Stando alle indiscrezioni del Wall Street Journal, si tratta del Forum of Incident Response and Security Teams, chiamato First e creato negli anni '90 per incoraggiare la prevenzione di attacchi hacker. Ne fanno parte aziende come Cisco Systems, Hitachi, Siemens e Juniper Networks ma anche gli esperti del braccio di cybersicurezza del dipartimento americano della Sicurezza nazionale e il National Cyber Security Centre britannico.

Quella che di fatto è una esclusione dal Forum potrebbe impedire a Huawei di trovare rapidamente delle soluzioni a falle dei suoi sistemi, non avendo più accesso a discussioni e soluzioni condivise.

Stando a un documento ottenuto dal Wsj, la sospensione del colosso cinese delle tlc segue cambiamenti delle norme statunitensi (tutt'ora non chiare) che limitano la vendita di componentistica a Huawei, accusato dagli Usa di essere usato da Pechino per "spiare" attraverso le sue attrezzature. Un portavoce di First ha spiegato al giornale che "dopo consultazioni e analisi approfondite, ci dispiace essere nella posizione di dovere sospendere Huawei". Il forum sta lavorando con il governo Usa per tornare a includere il gruppo cinese.

azionario
Wall Street: avvio in calo aspettando la Fed, focus su tensioni geopolitiche

La seduta a Wall Street è iniziata in calo. Gli investitori preferiscono stare alla finestra in attesa delle 20 italiane, quando la Federal Reserve dovrebbe annunciare un secondo taglio dei tassi dopo quello di fine luglio (quello fu il primo dal dicembre del 2008).

La banca centrale Usa aggiornerà anche le sue stime economiche e quella mediana sul numero di strette previste nel resto dell'anno. La limatura odierna del costo del denaro dovrebbe essere, secondo le attese del mercato, di 25 punti base all'1,75-2%. La mossa sarà quasi certamente criticata dal presidente Usa, Donald Trump, che ha recentemente chiesto un taglio dei tassi dell'1% e magari un altro round di allentamento monetario.

Nel frattempo la Fed ha iniettato denaro per la seconda giornata di fila nel sistema monetario americano.

Dopo i primi minuti di scambi, il DJIA cede lo 0,2% a quota 27.061,61. L'S&P 500 perde lo 0,3% a quota 2.997,5. Il Nasdaq Composite segna un -0,26% a quota 8.163.

Il petrolio a ottobre al Nymex scivola del 2% a 58,16 dollari. Trump ha ordinato sanzioni ancora più pesanti contro l'Iran, ritenuto il colpevole degli attacchi di sabato scorso contro infrastrutture petrolifere saudite.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Richieste di nuovi mutui per la settimana conclusa il 14 settembre alle 7 (le 13 in Italia). Precedente: +2%.

Avvio di nuovi cantieri per il mese di agosto alle 8:30 (le 14:30 in Italia). Precedente: -4% a 1,191 milioni di unità. Consensus: +4,1% a 1,24 milioni di unità. Permessi edilizi. Precedente: +8,4% a 1,336 milioni di unità. Consensus: -2,7% a 1,30 milioni di unità.

Scorte di petrolio per la settimana conclusa il 14 settembre alle 10:30 (le 16:30 in Italia). Precedente: -6,912 milioni di barili a 416,068 milioni di barili. Scorte di benzina. Precedente: -0,682 milioni a 228,904 milioni di barili. Scorte di distillati. Precedente: +2,704 milioni di barili a 136,226 milioni di barili. Utilizzo della capacità degli impianti: Precedente: 95,1%.


Appuntamenti societari

Trimestrale di General Mills alle 7 (le 13 in Italia).


Altri appuntamenti

Il Federal Open Market Committee della Federal Reserve alle 14 (le 20 in Italia) annuncia le sue decisioni sui tassi e le nuove stime economiche.