Wall Street fiduciosa sulla trattativa Usa-Cina

Oggi, il presidente Usa Donald Trump incontra il vicepremier cinese Liu He

Diplomazia
Per la prima volta, l'Arabia Saudita ha un'ambasciatrice (con incarico negli Stati Uniti)

L'Arabia Saudita ha nominato per la prima volta un'ambasciatrice, che rappresenterà il Regno negli Stati Uniti d'America. A Washington, la principessa Reema bint Bandar Al Saud sostituirà il principe Khalid bin Salman Al Saud, fratello del principe ereditario Mohammed bin Salman, che nel frattempo è stato nominato viceministro della Difesa. La mossa è stata decisa in un momento delicato nei rapporti tra i due Paesi, dopo la morte del giornalista Jamal Khashoggi - molto critico nei confronti della famiglia reale - ucciso all'interno del consolato saudita di Istanbul, in Turchia. Dopo la sua scomparsa, il principe Khalid aveva sostenuto che il giornalista che scriveva per il Washington Post si fosse semplicemente allontanato dal consolato; invece, alcune persone dell'entourage del principe ereditario lo hanno ucciso all'interno della sede diplomatica pochi minuti dopo il suo ingresso. Non solo: sembra che proprio l'ambasciatore avesse rassicurato Khashoggi sulla sua visita al consolato per ritirare dei documenti.

Reema, figlia del principe Bandar bin Sultan Al Saud, che a sua volta è stato ambasciatore negli Usa tra il 1983 e il 2005, è una delle poche figure femminili attive nella vita politica del Regno ed è considerata una sostenitrice dell'emancipazione delle donne. 

California
I dipendenti di PG&E non riceveranno il bonus da 130 miliardi di dollari

PG&E ha intenzione di cancellare i 130 milioni di dollari di bonus dovuti a migliaia di dipendenti, dopo le proteste dei familiari delle vittime di diversi incendi in California.

Un mese fa, PG&E ha chiesto la protezione prevista dal Chapter 11, visto che dovrà affrontare richieste di risarcimento potenzialmente miliardarie per le sue responsabilità, ancora da appurare, nello scoppio dei maxi incendi del 2017 e 2018 che hanno distrutto una parte della California e ucciso oltre 100 persone. Il processo di ristrutturazione del debito attraverso il Chapter 11 del Bankruptcy Code statunitense sarà tra i più complessi, con implicazioni per le autorità federali e statali, clienti, vittime degli incendi, azionisti e per l'intero mercato della fornitura di energia. La società ha 16 milioni di utenti in California e potrebbe essere chiamata a risarcire oltre 30 miliardi di dollari. 

E-commerce
L'India vuole fermare il dominio di Amazon e Walmart

L'India vuole favorire le proprie aziende tecnologiche, mettendo un freno allo sviluppo nel Paese di colossi statunitensi come Amazon e Walmart, che stanno dominando l'economia digitale, in pieno sviluppo. Pe questo, è stata presentata una bozza per modificare le regole sull'e-commerce, con l'obiettivo di inserire regole più stringenti per le società straniere. Recentemente, la ministra delle Telecomunicazioni, Aruna Sundararajan, ha detto durante un incontro a porte chiuse con le startup indiane, riportato dal Wall Street Journal, che il governo introdurrà  una politica per favorire le società locali "molto presto"; l'India, ha detto, ha notato il successo di società cinesi come Alibaba e Tencent e ha intenzione di seguire l'esempio di Pechino nello sviluppo e nella promozione delle sue società tech.

Finanza
Berkshire Hathaway: bruciati 25,4mld nel quarto trimestre del 2018

La Berkshire Hathaway, holding americana del magnate Warren Buffett, ha pubblicato il suo bilancio nel quale si evidenziano perdite per 25,4 miliardi di dollari nel quarto trimestre del 2018. Il tutto all’indomani del crollo in borsa della controllata Kraft Heinz che ha venerdì ha chiuso a meno 27,46% a Wall Street costando all’Oracolo di Omaha 4 miliardi di dollari.

Nonostante le recenti perdite la conglomerata è riuscita comunque a mantenere un’ingente liquidità, incrementandola di 9 miliardi di dollari da settembre fino a oggi dove sui conti di Berkshire ci sono oltre 112 miliardi di dollari che aspettano di essere investiti. Eppure, nonostante tale disponibilità economica e nonostante la volontà di fare acquisizioni, Buffett non vede società i cui asset lo convincono a fare un passo del genere.

"Continuiamo a sperare di acquisire un "elefante'", scrive Buffett nell'annuale lettera agli azionisti riferendosi ad una possibile grande operazione finanziaria rispetto alla quale, però, non si dice ottimista. Qui il resto del contenuto della lettera. 

Venezuela, gli Usa condannano le violenze

"Gli Stati Uniti condannano con forza l'uso della violenza da parte dei militari contro i civili e i volontari innocenti al confine con il Brasile". Così la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, in una nota rilasciata dopo la notizia della morte di due persone negli scontri al confine tra militari venezuelani e indigeni, nel tentativo di lasciare aperta la frontiera e consentire il passaggio degli aiuti umanitari.

"Grandi violazioni dei diritti umani da parte di Maduro non resteranno impunite", tuona la Casa Bianca citando l'ordine di aprire le frontiere del leader dell'opposizione, Juan Guaidò, auto proclamatosi capo dello Stato e sostenuto dagli Usa. "I militari venezuelani devono far passare gli aiuti il mondo sta guardando", ha concluso la Sanders.

azionario
Wall Street chiude in rialzo, per il Dow nona settimana positiva di fila

La seduta a Wall Street è finita in rialzo, cosa che ha spinto gli indici sui massimi di inizio dello scorso novembre. Il Dow Jones Industrial Average e il Nasdaq Composite hanno archiviato la nona settimana di fila in aumento.

Tra gli investitori c'è la convinzione che Stati Uniti e Cina saranno in grado di raggiungere un accordo commerciale che eviterà una guerra a colpi di dazi che avrebbe conseguenze negative sulla crescita mondiale. I negoziati che si sono svolti questa settimana a Washington verranno estesi. Il presidente americano, Donald Trump, ha usato toni incoraggianti come anche il vice premier cinese Liu He, ricevuto oggi alla Casa Bianca. Un incontro tra Trump e il leader cinese Xi Jinping potrebbe esserci verso fine marzo a Mar-a-Lago, il resort di Trump in Florida

Il Dow ha guadagnato lo 0,7% a quota 26.031,81. L'S&P 500 è salito dello 0,64% a quota 2.792,67. Il Nasdaq è aumentato dello 0,9% a 7.527,54.

materie prime
Petrolio chiude a NY +0,5% a 57,26 dollari al barile, top di novembre

Il petrolio ha chiuso in rialzo la seduta odierna. Al Nymex il contratto aprile a guadagnato 30 centesimi, lo 0,5%, a 57,26 dollari al barile. A sostenere i prezzi sono stati una debolezza relativa del dollaro e la generale propensione al rischio legata all'ottimismo nei negoziati commerciali tra Usa e Cina.

economia
La Fed vuole migliorare, lancia eventi per raccogliere idee su come riuscirci

Nel 2019 la Federal Reserve compierà una serie di iniziative pensate per analizzare la sua politica monetaria, gli strumenti che ha a disposizione e il modo in cui comunica al fine di realizzare i mandati che gli sono stati affidati quando, nel 1913, il Congresso la creò: la piena occupazione e la stabilità dei prezzi.

Il compito di preannunciare le iniziative è stato dato a Richard H. Clarida, il vice presidente della Federal Reserve. Nel corso di un evento a New York, il braccio destro del governatore Jerome Powell ha spiegato che "l'economia evolve costantemente portando ad affrontare nuove sfide. Quindi ha senso che restiamo aperti mentre valutiamo le nostre pratiche attuali e valutiamo idee che potrebbero potenzialmente migliorare la nostra abilità di portare a compimento i due mandati che il Congresso ci ha dato".

Tra le iniziative previste ci saranno eventi chiamati "Fed Listens" in cui verranno ascoltati accademici, rappresentanti dei lavoratori, aziende e professionisti. Il primo di questi appuntamenti è previsto a Dallas (Texas) lunedì prossimo e ne seguirà un altro a Minneapolis (Minnesota) ad aprile. Il 4 e 5 giugno prossimi la Fed sponsorizzerà una conferenza alla Fed di Chicago con speaker e panelist esterni alla banca centrale. Clarida ha detto che a metà 2019 la Fed lancerà una sua analisi della politica monetaria. Le conclusioni saranno rese note nella prima metà del 2020.

Clarida ha voluto sottolineare che "qualsiasi miglioria o cambiamenti notevoli al nostro framework che potremmo adottare saranno pensati solo per potenziare la nostra capacità di realizzare e sostenere il nostro doppio mandato nel mondo in cui viviamo oggi".

commercio
Tra Trump e Xi, possibile summit a Mar-a-Lago a fine marzo (Cnbc)

Gli Stati Uniti e la Cina stanno discutendo di un possibile summit tra i presidenti delle due nazioni, Donald Trump e Xi Jinping, verso la fine di marzo. Lo riferisce Cnbc, secondo cui il faccia a faccia si terrebbe a Mar-a-Lago, il resort di lusso di proprietà di Trump. Per i due sarebbe il primo incontro dopo quello dell'1 dicembre 2018 a Buenos Aires.

Nella capitale argentina Trump e Xi avevano cenato insieme dopo la fine dei lavori del G20 e avevano siglato una tregua commerciale che tecnicamente scadrà l'1 marzo prossimo. Non è escluso che ci sia uno slittamento. Non è chiaro se l'1 marzo, senza un accordo, i dazi Usa su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi saliranno al 25% dal 10%. Il mercato sembra pensare che Trump temporeggerà. Stando alle fonti di Cnbc, Pechino si è impegnato a comprare 1.200 miliardi di dollari di beni Usa.

azionario
Wall Street: il Dow torna sopra i 26mila punti

Superata la metà seduta, gli indici a Wall Street viaggiano in rialzo con il Dow Jones Industrial Average che è tornato sopra la soglia psicologica dei 26mila punti. L'indice delle 30 blue chip si prepara ad archiviare la nona settimana di fila in aumento, cosa che non succedeva dal 1995.

Gli investitori sembrano essersi già dimenticati dei timori di una frenata dell'economia Usa alimentati ieri da una serie di dati macroeconomici negativi. Oggi preferiscono puntare sull'ottimismo legato ai negoziati commerciali tra Usa e Cina in corso a Washington. Alle 20.30 italiane il presidente americano ricevere il vice premier cinese.

Sul fronte societario, il titolo Kraft Heinz continua a essere venduto a piene mani (-27,3%) all'indomani dell'annuncio di una maxi svalutazione e di un'inchiesta della Sec.

Ford cede lo 0,8%: il gruppo ha reclutato esperti esterni per indagare su possibili problemi nei suoi test sulle emissioni ma ha escluso l'uso di "defeat device".

Il Dow sale dello 0,66% a quota 26.020. L'S&P 500 avanza dello 0,57% a quota 2.790. Il Nasdaq Composite aggiunge lo 0,75% a quota 7.515. Il petrolio ad aprile al Nymex sale dello 0,6% a 57,31 dollari al barile.

food
Kraft Heinz: S&P taglia outlook dopo maxi svalutazione, titolo ai minimi storici

S&P Global Ratings ha lasciato a "BBB" il rating su Kraft Heinz ma ne ha tagliato l'outlook a "negativo" da "stabile". Quest'ultima mossa, ha spiegato l'agenzia in un comunicato, "riflette il nostro outlook per un Ebitda adjusted significativamente più basso".

S&P ha aggiunto che, anche se le condizioni del gruppo si rafforzeranno con un taglio del dividendo e una potenziale vendita di asset, il rating potrebbe essere tagliato nel 2019 se l'Ebitda adjusted non si stabilizzerà. "Questo potrebbe succedere per via di ricavi in calo, di una incapacità a controllare i costi o degli investimenti significativi richiesti per stimolare la domanda dei prodotti del gruppo". S&P ha aggiunto che una bocciatura potrebbe esserci anche se l'inchiesta in corso della Sec farà emergere informazioni "tangibilmente negative".

A Wall Street il titolo Kraft sta perdendo il 27,5% a 34,9 dollari, minimi storici, all'indomani di un trio di notizie pessime: una svalutazione di 15,4 miliardi di dollari dei suoi prodotti più famosi, un trimestre in perdita di 12,6 miliardi di dollari a causa anche di costi in aumento e l'inchiesta appunto della Sec. Sono andati in fumo oltre 15 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Per un gruppo che due anni fa aveva cercato (senza riuscirci) di comprare Unilever per 143 miliardi di dollari, ora serve trovare la ricetta del rilancio. Essa passa da una pulizia dei conti, necessaria per puntare magari di nuovo sul consolidamento. Il bilancio 2019 del titolo è pari a un calo del 19% e quello degli ultimi 12 mesi a una flessione di oltre il 48%.

azionario
Wall Street: avvio in rialzo sperando nei negoziati Usa-Cina

La seduta a Wall Street è iniziata in rialzo grazie all'ottimismo degli investitori per i negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, in corso a Washington. Oggi alle 20.30 italiane il presidente americano, Donald Trump, riceverà il vice premier cinese Liu He.

Il mercato dà ormai per scontato che ci sia uno slittamento della scadenza della tregua commerciale tra le due nazioni, originariamente fissata all'1 marzo. Ciò consentire il posticipo del rialzo al 25% dal 10% dei dazi adottati dagli Usa lo scorso settembre su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi.

Nel frattempo sembra salire la tensione sull'asse Usa-Ue. Secondo indiscrezioni Bruxelles sta preparando eventuali ritorsioni ai dazi potenziali che Trump potrebbe imporre sulle auto importate in Usa. A essere colpiti dalle Ue potrebbero essere gruppo come Caterpillar (+0,35%) e Xerox (+0,6%) nello stesso modo in cui Harley Davidson (-0,35%) fu punita con dazi adottati in risposta a quelli voluti da Trump lo scorso giugno sull'acciaio e sull'alluminio Ue.

Tra le storie societarie spicca quella di Kraft Heinz (-26,6%), che ha annunciato una maxi svalutazione e una notevole perdita trimestrale.

Dopo i primi minuti di scambi, il Dow sale dello 0,36% a quota 25.948. L'S&P 500 avanza dello 0,25% a quota 2.781. Il Nasdaq aumenta dello 0,36% a quota 7.486. Il petrolio ad aprile al Nymex avanza dello 0,7% a 57,36 dollari al barile.

La società di Kushner compra appartamenti da 1,1 mld di dollari

Kushner Companies, la società immobiliare facente capo alla famiglia del genero di Donald Trump, ha acquistato oltre 6mila appartamenti per 1,1 miliardi di dollari. Come spiega il Wall Street Journail, si trovano tra il Maryland e la Virginia e a cederli è stato il gruppo di private equity Lone Star Funds. Per l'impero legato al padre di Jared Kushner, marito di Ivanka Trump, si tratta della sua più grande acquisizione da oltre un decennio.

Essa c'è stata meno di un anno dopo la cessione da parte della società di un grattacielo di uffici a Manhattan; a comprarla per circa 1,25 miliardi è stato Brookfield Asset Management (che originariamente aveva siglato un accordo per affittare l'immobile al 666 di Fifth Avenue per 99 anni).

Caterpillar al centro di potenziale scontro commerciale Usa-Usa

Caterpillar potrebbe finire vittima di tensioni commerciali tra Stati Uniti e Unione europea. Se il presidente americano, Donald Trump, deciderà di imporre dazi sulle auto e la componentistica importata su suolo americano, la Ue potrebbe reagire con ritorsioni che prenderebbero di mira produttori americani di macchinari pesanti come Caterpillar. Lo scrive Bloomberg. Non appena l'indiscrezione è iniziata a circolare, il titolo del produttore di macchine movimento terra ha virato in calo nel pre-mercato (-0,3%). Nel 2019 l'azione ha guadagnato oltre il 9% ma negli ultimi 12 mesi ha perso il 10,5%.

Wall Street: future in rialzo sperando nei negoziati commerciali Usa-Cina

I future a Wall Street viaggiano in rialzo con il Dow Jones Industrial Average che si appresta ad archiviare la nona settimana di fila in aumento, cosa che non succedeva dal 1995. Gli investitori continuano ad avere fiducia nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, in corso a Washington. Oggi alle 20.30 italiane il presidente americano, Donald Trump, riceverà il vice premier cinese Liu He. Il mercato dà ormai per scontato che ci sia uno slittamento della scadenza della tregua commerciale tra le due nazioni, originariamente fissata all'1 marzo.

Tra le storie societarie spicca quella di Kraft Heinz (-25% nel pre-mercato). Il colosso americano alimentare si prepara a un avvio degli scambi sui minimi record dopo l'annuncio di una maxi svalutazione e di una notevole perdita trimestrale. I future del Dow salgono dello 0,3%, più o meno come quelli di S&P 500 e Nasdaq Compostie. Il petrolio ad aprile guadagna l'1,2% a 57,64 dollari al barile.

auto
Ford indaga su possibili problemi in test emissioni

Ford Motor ha detto di avere arruolato esperti esterni e un laboratorio indipendente per analizzare le sue procedure riguardanti le emissioni dopo che lo scorso settembre alcuni dipendenti hanno sollevato dei dubbi. Il secondo maggiore produttore americano di auto dopo General Motors e prima di Fiat Chrysler Automobiles ha garantito che il caso non riguarda l'uso del cosiddetto "defeat device", quello finito al centro dello scandalo dieselgate che nel settembre 2015 travolse la tedesca Volkswagen (che lo usò nei suoi motori per abbassare le emissioni in fase di test).

Kim Pittel, vice presidente per la sostenibilità, l'ambiente e la sicurezza ingegneristica di Ford, ha spiegato che "al momento" quanto svelato "non condiziona le certificazioni sulle emissioni" del gruppo né le descrizioni sull'efficienza energetica delle sue vetture. "Intendiamo lavorare con i regolatori e il laboratorio indipendente per completare una analisi tecnica" che comincerà con un Ranger modello 2019. Nel frattempo il gruppo sta "valutando oneri potenziali" legati all'iter che utilizza per elaborare i calcoli fatti per tradurre i risultati dei test nei dati su emissioni e consumi presentati ai regolatori Usa.

Nel pre-mercato il titolo Ford è fermo. Nel 2019 ha guadagnato il 14% ma negli ultimi 12 mesi ha perso il 19%.

Food
Kraft Heinz -26% nel pre-mercato, verso avvio sui minimi record

Il titolo Kraft Heinz sta perdendo il 26% a 35,7 dollari nel pre-mercato a Wall Street e si prepara a un avvio degli scambi sui minimi record. Il colosso alimentare ha annunciato ieri a mercati Usa ormai chiusi svalutazioni di alcuni dei suoi marchi migliori per 15,4 miliardi di dollari, cosa che ha comportato una perdita netta di 12,6 miliardi di dollari, 0 10,34 dollari ad azione, nel quarto trimestre.

Il tonfo del titolo - alimentato anche dal fatto che la Sec ha aperti un'inchiesta - sta costando caro alla Berkshire Hathaway di Warren Buffett, che controlla il gruppo insieme alla brasiliana 3G Capital. Uno dei maggiori investimenti della conglomerata americana sta costando al suo "Oracolo di Omaha" una perdita di oltre 3 miliardi di dollari.

Wall Street
La giornata a Wall Street


Dati macroeconomici

Numero delle trivelle petrolifere attive alle 13 (le 19 in Italia).


Appuntamenti societari

Non si segnalano trimestrali di rilievo.


Altri appuntamenti

Mary Daly, presidente della Federal Reserve di San Francisco, parla alle 10.15 (le 16.15 in Italia) allo US Monetary Policy Forum a New York City. Partecipa anche John Williams, presidente della Fed di New York.

Alle 13.30 (le 19.30 in Italia) James Bullard, presidente della Fed di St. Louis, Richard Clarida, vicepresidente della Fed, e Patrick Harker, presidente della Fed di Filadelfia, partecipano a un panel sul futuro del bilancio della Fed allo stesso evento.

Alle 14.30 (le 20.30 in Italia) il presidente statunitense, Donald Trump, riceve alla Casa Bianca il vice premier cinese Liu He.