America 24

Vendite di case nuove a giugno +8,3%, massimi del maggio 2008

A giugno le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono cresciute al massimo del maggio 2008, ulteriore segnale della ripresa del mercato immobiliare, motore della ripresa dell'economia americana. Il dato è particolarmente significativo perché implica che il rialzo dei tassi sui mutui - conseguenza del pesante sell-off che ha colpito in quel mese il mercato obbligazionario globale - non sembra avere scoraggiato gli americani dal comprare un'abitazione.

Secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio americano, il dato è cresciuto dell'8,3%, a un tasso annualizzato di 497.000 unità, il massimo di oltre cinque anni e al di sopra delle stime per 485.000 unità attese dagli analisti, che avrebbe implicato un rialzo dell'1,8%. Su base annuale il risultato è cresciuto del 38,1%. Il dato di maggio è stato rivisto al ribasso a quota 459.000 da 476.000.

Le case nuove disponibili per la vendita erano 161.000. Servirebbero 3,9 mesi per esaurirle completamente, il ritmo più veloce da gennaio. In rialzo il prezzo mediano delle case nuove, salito a 249.700 dollari ossia il 7,4% sullo stesso mese dell'anno prima.

24 Luglio 2013, 16:12
Ultimo aggiornamento: 4 anni, 5 mesi fa

Stefania Spatti



Occhi puntati sulla vendita di nuove case